Roma, Zaniolo: è giusto parlare già di involuzione?

Roma, Zaniolo: è giusto parlare già di involuzione?

Zaniolo ha rappresentato una delle maggiori sorprese della scorsa stagione ma adesso c’è già chi punta il dito contro il giovane talento della Roma.

di Patrizia Monaco
Roma, Zaniolo: è giusto parlare già di involuzione?

Da oggetto del desiderio a protagonista di numerose polemiche: la parabola di Nicolò Zaniolo è sotto gli occhi di tutti e in questi giorni sta facendo particolarmente discutere. Sopravvalutato e Flop sono soltanto alcune delle definizioni circolate ultimamente sul suo conto. Cerchiamo dunque di capire cosa sia successo al calciatore classe 1999.

LA STELLA DI ZANIOLO SI È SPENTA? PARLANO I GENITORI

Ammirato nel Campionato Primavera 2017-2018 con la maglia dell’Inter, fino ad un anno fa il suo nome era sconosciuto ai più. Il suo arrivo a Roma era passato praticamente inosservato e solo la chiamata in Nazionale maggiore ha acceso i riflettori su di lui. In tanti avevano molto da ridire, in fondo non capita tutti i giorni di vedere un ragazzo neanche ventenne con la maglia dell’Italia. Quello che però veniva definito come un azzardo sconsiderato da parte di Mancini, alla fine si è rivelato essere un colpo di fortuna per la Roma e per i fantallenatori che avevano audacemente scommesso sul giovane talento italiano.

Con il passare delle settimane tutti si sono innamorati di Zaniolo, compresi gli interisti che hanno così capito di aver ceduto con troppa leggerezza quello che è stato paragonato addirittura ad un giovane Francesco Totti. Doti tecniche, forza fisica e brama di “mangiarsi” il campo sono stati gli ingredienti che hanno portato il numero 22 giallorosso a collezionare 6 gol (due in Champions e quattro in campionato) e 2 assist tra fine dicembre e gli inizi di aprile.

Dopodiché, con il cambio di allenatore e la Roma che arrancava nella sua corsa Champions, Zaniolo si è perso, riuscendo a mettere insieme solo tante insufficienze e diverse ammonizioni. La voglia di dimostrare ulteriormente il proprio valore sul campo si è trasformata in mancanza di pulizia negli interventi e in un’imprecisione tale da sbagliare  cose che da uno come lui, fino a qualche mese prima, sarebbero state fatte anche ad occhi chiusi.

In più, in queste ore, il malcontento generale ha riguardato anche l’aspetto disciplinare: con la maglia dell’Under 21, infatti, Zaniolo ha dovuto chiedere scusa a mister Di Biagio per essere arrivato in ritardo, al pari dell’amico e collega Kean, al risveglio muscolare nel pre-gara di Italia-Belgio. Mancanza di umiltà o semplice periodo di appannamento? Al momento una risposta esatta non esiste ma quel che è certo è che il Zaniolo che stiamo vedendo da qualche settimana ad oggi non è lo stesso che faceva sognare gli amanti del calcio a metà della scorsa stagione.

Ad offrire una sorta di giustificazione in queste ore è arrivato il padre di Zaniolo che ai microfoni di Centrosuono ha parlato del rinnovo di contratto con la Roma, non ancora arrivato: “Attendiamo la telefonata della società, Nicolò vuole restare, poi se ci saranno dei problemi non dipenderà da lui“. Anche la madre del calciatore ha voluto dire la sua, questa volta alla Gazzetta: “Nicolò non si riposa da due anni, è normale un periodo di calo“. La sensazione, in generale, è proprio che il ragazzo abbia semplicemente bisogno di tempo e di ulteriore esperienza per maturare sotto ogni punto di vista, su tutti la costanza di rendimento ed il carattere.

A questo punto non rimane che attendere le prossime settimane, quando cioè Zaniolo andrà in vacanza per recuperare le energie necessarie in vista della nuova stagione. A quel punto, una volta rientrato a Trigoria, dovrà essere bravo a conquistare la fiducia del neo allenatore della Roma, Paulo Fonseca, per meritare di essere inserito nel nuovo scacchiere giallorosso (qui l’approfondimento dedicato al possibile schema del tecnico) e far ricredere tutti quei miscredenti, semplici amanti del calcio e fantallenatori, che in questi giorni hanno messo in dubbio il suo talento.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy