Juventus, Bentancur in regia e supporto sudamericano per Cristiano Ronaldo?

Tra dubbi e certezze, mister Sarri sta disegnando la probabile formazione della semifinale di Coppa Italia contro il Milan.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

E sì, non poteva che essere la Juventus a inaugurare la ripresa del calcio italiano. Dopo lo stop di tre mesi imposto dallo scoppio e dalla diffusione della pandemia di Coronavirus, era inevitabile che fossero proprio gli otto volte Campioni d’Italia i primi a deliziare e intrattenere il Bel Paese con un match ufficiale. Domani sera infatti, nella cornice silenziosa dell’Allianz Stadium, la Vecchia Signora sfiderà il Milan a porte chiuse nella semifinale di ritorno di Coppa Italia. I bianconeri partono dall’1-1 strappato a San Siro all’ultimo respiro l’ormai lontano 13 febbraio e si affidano ovviamente alla guida di Maurizio Sarri, che cercherà di non commettere errori fatali scegliendo la migliore formazione da schierare.

JUVENTUS, LA PROBABILE FORMAZIONE ANTI-MILAN

Stando a quanto visto durante la partitella in famiglia lo scorso venerdì e in base alle condizioni dei singoli calciatori, mister Sarri dovrebbe continuare a optare per un offensivo 4-3-3.

Pertanto, in difesa il tecnico bianconero dovrebbe lasciar fuori capitan Chiellini e puntare sul quartetto che è sceso spesso in campo durante questa stagione: la coppia centrale formata dal veterano Bonucci e dal pilastro De Ligt dovrebbe essere sostenuta da Cuadrado sull’out destro e dall’onnipresente Alex Sandro sull’out sinistro. Potrebbero quindi essere loro i quattro prescelti a formare il muro davanti la porta protetta da Gigi Buffon che ormai, salvo imprevisti dell’ultimo minuto, sappiamo essere il titolare indiscusso della competizione che mette in palio il trofeo nazionale.

A centrocampo persistono i dubbi sarriani, già ampiamente riscontrati nei mesi pre-Covid. Se il rientrante Khedira sembra destinato a riprendersi di prepotenza il posto sulla mediana destra, lasciato a dicembre solo per via dell’intervento di pulizia al ginocchio sinistro, in cabina di regia e a sinistra mister Maurizio pare non avere ancora le idee chiare. Nel ruolo di regista ad oggi il favorito è Bentancur, che potrebbe aver scalato definitivamente le gerarchie anche in virtù delle sirene di mercato che coinvolgono Pjanic. Alla sinistra dell’uruguagliano invece, Matuidi dovrebbe vincere il ballottaggio con il connazionale Rabiot e partire dal primo minuto.

Scelte obbligate infine, nel tridente d’attacco. Con l’assenza preannunciata di Gonzalo Higuain, alle prese con lo smaltimento di un risentimento muscolare e per giunta diffidato, si dovrebbe assistere all’impiego di Douglas Costa. Al brasiliano, vittima in stagione di troppi infortuni che ne hanno minato pesantemente la presenza e l’utilità in campo, toccherà il difficile compito di supportare gli inamovibili Cristiano Ronaldo e Dybala, alquanto desiderosi di ristabilire il feeling con il goal tanto apprezzato e ammirato fino allo stop forzato.

In panchina dunque, pronti a subentrare, dovrebbero accomodarsi: Szczesny, De Sciglio e Danilo per la difesa, Ramsey (diffidato), Pjanic e Rabiot per il centrocampo, nonché il solo Bernardeschi per l’attacco, con l’inevitabile convocazione di qualche Primavera.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy