Torino, Longo: “mi piace giocare con 2 attaccanti. Su Millico e Zaza…”

Torino, Longo: “mi piace giocare con 2 attaccanti. Su Millico e Zaza…”

Il neo tecnico del Torino Moreno Longo, ex allenatore della Primavera granata, si è “presentato” in conferenza stampa.

di Massimo Angelucci

Quest’oggi Moreno Longo ha sicuramente avverato uno dei suoi sogni: quello di allenare la prima squadra del Torino. Ho detto prima squadra perchè lui ha già allenato la Primavera granata, diventando campione d’Italia di categoria nel 2015, accoppiando allo scudetto anche la Supercoppa Italiana. Una persona cresciuta a pane e Toro, di certo non poteva accontentarsi di allenare solo di allenare la squadra giovanile, l’obiettivo era la prima squadra. Sogno realizzato proprio oggi. Il primo step da fare è quello di ricreare il feeling tra i tifosi e la squadra, quindi quello di tenere aperto il “Filadelfia“: “sono nato e cresciuto su quel piazzale e so cosa vuol dire parlare di Toro in quello spazio“. Secondo step, rapporti più diretti con la Primavera: “i giovani sono il nostro serbatoio, io provengo da lì e so quali sono le dinamiche. Se ci fossero le possibilità, non esiterei a lanciare qualche ragazzo”.

LE DICHIARAZIONI DI LONGO

Il futuro è di certo importante “ma la mia priorità è il presente. Con il lavoro quotidiano spero di garantirmi la possibilità di rimanere”. L’obiettivo del presente è quello di rimettere in carreggiata un Torino che ha subito 15 goal nelle ultime tre partite. Il recupero dell’autostima sarà molto importante: “già dall’allenamento di oggi dovremo pensare positivo ed approcciare con grande coraggio tutte le sfide che ci aspettano”.

Ovviamente Longo ha anche un disegno tattico in testa: “io sono nato con la difesa a 4, ma devo mettere i miei giocatori nelle condizioni di esprimersi al meglio. Il Torino è strutturato per la difesa a 3, anche se ci sono giocatori che si possono adattare giocando a 4 come De Silvestri o Ansaldi”.

In attacco è previsto un tentativo di recupero di Simone Zaza, che molto probabilmente farà coppia con Andrea Belotti: “sono due giocatori di grandissimo livello, una risorsa importante per la squadra. A me piace giocare con due attaccanti, vedrò quale sarà la loro affinità. Mi aspetto grande collaborazione da parte loro come da parte di tutti i giocatori”. 

Ci sarà più spazio anche per il bomber della Primavera granata Vincenzo Millico, che in questa stagione ha racimolato solo 5 presenze in Serie A, e Simone Edera, 4 presenze in campionato per lui: “hanno grandi potenzialità. Sanno che si dovranno meritare questa maglia e sanno che c’è un allenatore che crede in loro e non esiterà a metterli in campo. Dipende da loro“.

Un altro elemento dell’attacco che deve dimostrare ancora il suo valore è Simone Verdi: “ha grandissime qualità, calcia bene si di destro che di sinistro. Si esprime al meglio da sinistra verso il centro, ma voglio vederlo di persona settimanalmente”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy