Calciomercato Atalanta, centrocampo blues: per il futuro si guarda in Francia

La Dea ha messo nel mirino Fofana, Sangarè e Sissoko per il futuro

di Mauro Maccioni

Lo stop di tutte le competizioni non implica un fermo totale. Non si può giocare, questo è vero, ma le società non sono composte solo dai calciatori. E la Dea, che di solidità alle spalle se ne intende eccome, sta lavorando sottotraccia al futuro. Tutti gli occhi sono puntati sulla Ligue-1, dove militano tre centrocampisti interessanti: Fofana, Sangarè e Sissoko.

FOFANA IL PIU’ INTERESSANTE, SANGARE’ IL PIU’ VICINO

Il centrocampo è il ruolo in cui l’Atalanta ha più bisogno di rinforzi, soprattutto a livello di contenimento. Infatti, oltre a De Roon e a Freuler, anche se quest’ultimo è più incursionista, l’Atalanta pecca di riserve di qualità. Per questo si è interessata ai tre giovani francesi, tutti papabili acquisti. Ma, ovviamente, solo uno sarà il mediano prescelto per Gasperini. Fofana è il più giovane e costoso: 21 anni e una richiesta di circa 13 milioni ma, di conseguenza, è anche il più interessante. Mediano instancabile del Monaco, con il suo baricentro basso – 176 cm di altezza – sarebbe perfetto per il centrocampo della Dea. Sangarè, invece, è il più vicino. Ci sono già stati contatti per il centrocampista del Tolosa, che ha anche esordito in Nazionale maggiore e ha messo a segno 25 presenze in campionato. Giocatore diverso da Fofana: con i suoi 191 cm per 80 kg sarebbe una diga per il futuro.

SISSOKO E FUTURO DI TAMEZE

Se Sangarè è un gigante, Sissoko lo guarda dall’alto dei suoi 195 cm. Anche lui, come il primo, ha 22 anni e milita nel Salisburgo, tra l’altro ex squadra di Sangarè, con cui ha anche condiviso il centrocampo. Mediano difensivo con poco senso del gol, così come anche gli altri due, ha messo a segno, dal 2018, sole 3 reti in campionato. Ma a Gasperini piace molto per la personalità, oltre che per le affermate doti fisiche. L’Atalanta si ritrova in rosa anche un altro giocatore proveniente dalla Ligue-1. Si tratta di Tameze, arrivato in Italia dal Nizza con un diritto di riscatto fissato a 8 milioni. Fin qui ha giocato solo sei minuti, e l’Atalanta si ritroverà a parlare con i francesi per trovare una soluzione. Il futuro di Tameze, ad ora, è avvolto da una grande nuvola.

La Dea procede con la sua filosofia: mantenere i pezzi pregiati e rinforzare la rosa. Uno di questi tre nomi, in particolare, potrebbe unirsi a breve a una delle migliori realtà europee.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy