Consigli Fantacalcio, Roma: Smalling sbarra la porta

Il difensore si conferma il pilastro della difesa giallorossa, ma non è ancora al top.

di Mauro Maccioni

Un inizio di stagione complicato, fuori dalla rosa del Manchester United e costretto ad allenarsi da solo. Un sacrificio che, però, Smalling è stato pronto a fare: nella sua testa, c’era solo la Roma. E, fortunatamente per lui, per i tifosi e per i fantallenatori, c’è riuscito.

MURO INGLESE

C’è un tipo di porta chiamata “all’inglese”, ovvero quel tipo di porta bucherellata dal vetro per far sì che ci si possa vedere attraverso. Ecco, Smalling, nonostante sia inglese, è quanto di più lontano. Al contrario, sembrerebbe una porta blindata. Il difensore ex Manchester era arrivato alla Roma circondato da una serie di dubbi, ma si è conquistato la fiducia di tutti lavorando in silenzio. E in silenzio è tornato nella Capitale, inserendosi nei meccanismi in seguito alla distorsione al ginocchio che lo ha tenuto fuori tre settimane.

Certo, a volte la retorica può sembrare opprimente, quindi passiamo ad alcuni dati. Nelle prime 5 partite senza Smalling la Roma ha incassato 8 gol. Con Smalling invece, ne ha subito solo 1 in 4 partite, mettendo in saccoccia 3 porte inviolate di seguito. E, tanto per non far mancare nulla, 3 vittorie consecutive. Non succedeva dalla stagione 2017-2018.

NON AL TOP

I numeri fanno ben sperare, ma è da sottolineare come Smalling non sia ancora al top della forma. Come detto, ha iniziato la stagione lavorando da solo, lontano dai compagni del Manchester, isolato dall’alto del suo desiderio di andarsene. Poi l’arrivo a Roma e la distorsione al ginocchio che l’ha tenuto fermo una ventina di giorni, facendogli saltare Benevento, Milan e Young Boys.

Da quel momento però, Smalling non si è più fermato. Ha lavorato per rimettersi a pari, ha sudato più di tutti per limare le differenze. Ma ad occhio attento si nota come Smalling non sia ancora la sicurezza che abbiamo imparato a conoscere l’anno scorso. Questione di tempo ovviamente, con Smalling che non farà altro che migliorare da qui in poi.

Al Fantacalcio – tanto per non uscire fuori tema – era, è e resterà un top di reparto: puntare su di lui non è mai sbagliato. La Roma si coccola il suo condottiero della retroguardia, e Fonseca non può che essere felice per averlo riportato a Roma. A casa sua.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy