Consigli fantacalcio: come cambia il Genoa con Thiago Motta

Consigli fantacalcio: come cambia il Genoa con Thiago Motta

Il Genoa di Thiago Motta inizia a prendere forma in vista della sfida contro il Brescia, da cui i rossoblù dovranno ripartire per risalire in classifica.

di Patrizia Monaco
Consigli fantacalcio: come cambia il Genoa con Thiago Motta

Non ha voluto sbilanciarsi troppo sul “suo” nuovo Genoa, Thiago Motta: l’ex calciatore dell’Inter e proprio del Genoa torna nel capoluogo ligure sotto una nuova veste, ovvero quella di un vero e proprio traghettatore. L’obiettivo per cui Preziosi lo ha ingaggiato è infatti uno solo, salvare i rossoblù da una retrocessione che proseguendo con il ritmo avuto in questo inizio di stagione sarebbe stata inevitabile. Quando si verifica un cambio di allenatore in Serie A, l’interesse dei fantallenatori riguarda però solamente il modo di giocare del nuovo tecnico e dunque le prospettive future dei singoli calciatori. C’è chi spera che un elemento presente nella propria fantarosa venga rilanciato e chi invece incrocia le dita perché Tizio o Caio non diventino panchinari fissi. Tentiamo allora di capire cosa succederà tra le fila del Genoa nell’era di Thiago Motta.

DA GHIGLIONE A PINAMONTI, NASCE IL GENOA DI THIAGO MOTTA

Cominciamo ricordando che Thiago Motta ha fatto solo un’esperienza da allenatore, ovvero quella sulla panchina del Paris Saint Germain under-19. Un po’ acerbo, dunque, ma sicuramente con le idee ben chiare. Il modulo sul quale ha puntato nel corso della sua avventura francese è stato quasi sempre il 4-3-3 che potrebbe quindi essere riproposto anche in Serie A.

Più in generale, durante il suo primo allenamento genoano l’allenatore ha provato anche il 4-2-3-1, il 3-4-1-2 e il 4-3-1-2. Insomma, risulta difficile al momento capire con esattezza cosa sceglierà il tecnico, ma possiamo farci già un’idea dei ballottaggi che avranno luogo a partire dal prossimo weekend. Con il 4-3-3, ad esempio, Criscito potrebbe continuare a giocare da terzino ma potrebbe anche accentrarsi per lasciare il posto ad uno tra Pajac e Barreca. Punto interrogativo, invece, per Ghiglione che nonostante il buon inizio di stagione dovrà fare i conti con la concorrenza di Ankersen e Biraschi ma che potrebbe anche essere spostato in avanti e a quel punto sì che diventerebbe un piccolo crack al fantacalcio.

A centrocampo Radovanovic si occuperebbe di “fare legna”, mentre Schone avrà compiti più offensivi, con Sturaro, Jagiello e Cassata che dovranno invece sudare per fare bella impressione con il nuovo tecnico e guadagnarsi così una maglia da titolare. Saponara, dal canto suo, si giocherà l’altro posto da mezzala avanzata con Lerager e, considerando il gioco di Motta, questo ruolo potrebbe anche spingere l’ex Fiorentina e Sampdoria verso un piccolo rilancio (infortuni permettendo). In attacco, dovrebbero essere confermati Kouamé e Pinamonti con la possibile aggiunta di Pandev che collezionerebbe così un maggior minutaggio (in base alla sua tenuta fisica). Attenzione però anche a Sanabria, Favilli (ancora infortunato) e all’oggetto misterioso Gumus (già utilizzato in allenamento) che faranno di tutto per giocare al fianco di Pinamonti.

Per quanto riguarda le statistiche, infine, il PSG di Thiago Motta ha collezionato 70 gol fatti e 39 subiti in 29 partite, numeri che evidenziano un discreto equilibrio tra tenuta difensiva e manovra offensiva. Se poi pensiamo che il Genoa ha avuto finora la difesa peggiore del campionato, con il nuovo allenatore le cose non possono che migliorare. Non rimane che attendere ulteriori informazioni dagli allenamenti delle prossime ore, in vista di Genoa-Brescia in programma sabato sera.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy