Consigli Fantacalcio, Atalanta: con la Dea segnano tutti

Nei nerazzurri sono tredici i giocatori che si sono iscritti sia all’album dei gol che all’album degli assist

di Mauro Maccioni

L’Atalanta là davanti gode di una forza spaventosa, con Ilicic, Gomez e Zapata che spesso sono considerati i buoi che trascinano il carro. Ma ridurre tutto in maniera così semplicistica non si addice molto al gioco di Gasperini. L’Atalanta, infatti, è una macchina da gol nella sua totalità. Nessuno escluso.

NUMERI DA GRANDE

Partiamo con un dato tanto semplice quanto eloquente: la Dea, nell’ultima stagione, ha messo a segno 87 reti in 34 partite. Si parla di una media di più di 2 gol e mezzo a partita, numeri formidabili per quella che un tempo – e nemmeno andando lontano – era una piccola realtà. Visto che le cifre parlano molto bene la lingua del calcio, prendiamo in considerazione un altro dato, anche questo parecchio interessante. Pare – come si trattasse di una leggenda – che su 14 giocatori che hanno disputato almeno 19 partite, 13 si siano iscritti sia all’album dei marcatori, sia a quello degli assist. E no, alla fine non si sta parlando di una leggenda.

QUANTI BONUS

Chiedendosi chi manchi all’appello viene fuori un nome che non ci si aspetta, ovvero quello di Muriel. Il colombiano ha messo a segno 14 reti, spesso subentrando, ma non si è ancora dedicato a nessun assist. Escludendo il tridente – che si muove su numeri a parte – è incredibile osservare come tutti i giocatori siano così presenti sui vari tabellini di fine gara. Partendo dal centrocampo, ad esempio, si può notare Malinovskyi, che ha messo a segno 5 gol e 3 assist con un minutaggio non troppo elevato. Pasalic, invece, è fermo a 5 gol e uguali assist. Anche in difesa non si scherza, e in particolare con Toloi, che ha messo a segno gli stessi assist di Gosens – 5 anche per lui – e uno in più rispetto a Zapata e Hateboer. Il difensore è, senza dubbio, la miglior esemplificazione della bellezza del gioco atalantino.

Il campionato sta per riprendere e resta sempre il dubbio di un eventuale calo. Ma la capacità di cambiare gli interpreti e di far partecipare tutti alle azioni offensive potrebbe rivelarsi un ottimo rimedio. L’Atalanta di Gasperini è pronta a ripartire, il Fantacalcio pure: la parola d’ordine è puntare sulla Dea. Ancora una volta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy