Atalanta, i dubbi in vista della ripartenza

Atalanta, i dubbi in vista della ripartenza

Gasperini e le incognite emerse prima della sospensione del Campionato

di Francesco Spadano, @francespadano

L’Atalanta prima dello stop era quarta in classifica, dunque ancora in Champions. E proprio in Champions è nei quarti di finale, a conferma di uno standard molto alto raggiunto dalla banda del Gasp. Grazie anche alla qualificazione in Champions, in occasione della ripresa, è probabile che ci sia spazio per tutti.

DIFESA, PUNTI FERMI E TURNOVER

Per quanto riguarda il pacchetto difensivo le gerarchie sembravano chiare prima della sosta: Toloi, Palomino e Djimsiti titolari. C’è però un nome che può tornare utile nel finale di stagione, cioè quello di Caldara. L’ex Milan sta recuperando fiducia e condizione fisica e se tornasse il “vecchio” Caldara sarebbe un acquisto prezioso per Gasperini e potrebbe scalare posizioni nelle idee del tecnico. In vista delle diverse rotazioni da effettuare, comunque, avere quattro elementi affidabili per tre posti è il minimo per il tecnico della Dea.

CENTROCAMPO ATALANTA E IL RUOLO DI PASALIC

Nel centrocampo nerazzurro Hateboer e Gosens sembrano essere gli esterni principali con Castagne che può alternarsi con entrambi. In mezzo ci sono De Roon e Freuler oltre a Pasalic che può giocare sia come mediano oppure spostarsi da trequartista. In quest’ultimo caso il sacrificato sarebbe Zapata con la coppia Gomez-Ilicic che appare intoccabile per diversi motivi: tattici, tecnici e di manovra. Dopo la panchina col Parma, Pasalic ha giocato tutte le altre sette gare di ma solo in due di queste ha giocato per tutto il match. Quale sarà l’assetto principale per il finale di stagione? A Gasperini la risposta.

ZAPATA E IL RUSH FINALE

Il bomber colombiano è uno di quelli che potrebbe svoltare in un’eventuale ripresa del Campionato. Lo Zapata della scorsa stagione abbinava velocità e potenza e vedeva la porta in modo straordinariamente continuo. Esclusa la tripletta contro il Lecce, Zapata dopo l’infortunio ha giocato 7 partite andando in rete in 2 occasioni. In alcuni match è apparso sottotono ed è stato il primo del tridente offensivo a lasciare il campo. Gasperini, alla ripresa, deve capire se può contare sullo Zapata vero, quello pre infortunio. Uno Zapata letale sottoporta potrebbe essere determinante per il finale di stagione dell’Atalanta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy