Atalanta, fuori Ilicic: Muriel o Malinovskyi?

Atalanta, fuori Ilicic: Muriel o Malinovskyi?

La squadra di Gasperini è pronta per iniziare la nuova stagione. Da sciogliere il dubbio in attacco per il sostituto di Ilicic, squalificato.

di Giuseppe Ronco

L’Atalanta è ai blocchi di partenza: si comincia domenica alle 20:45 contro la Spal a Ferrara. L’attesa è tanta, per una stagione che si prospetta tanto intensa quanto memorabile. E gli uomini del Gasp sono tutti carichi e pronti ad accogliere la sfida. Resta da sciogliere soltanto il nodo in avanti sul sostituto di Ilicic. Lo sloveno infatti, deve scontare una giornata di squalifica rimediata sul finire dello scorso campionato. E allora spazio a uno tra Malinovskyi e Muriel, con Barrow sullo sfondo.

ATALANTA, LE SCELTE DI GASPERINI

In porta riconfermatissimo e in grande spolvero Gollini, fresco di convocazione e autore di tanti interventi decisivi nel precampionato. Davanti a lui Toloi, Palomino e Masiello sono i più quotati, in attesa che Skrtel ultimi il percorso di ambientamento e con Ibanez e Djimsiti pronti eventualmente a dar man forte. Altro assente Castagne, che verrà rimpiazzato da Gosens sulla sinistra. De Roon e Freuler insostituibile cerniera mediana, con Hateboer a destra in progressiva crescita di forma.

ATALANTA, FUORI ILICIC: MURIEL O MALINOVSKYI?

La scelta vera e propria toccherà davanti, dove Ilicic è assente per squalifica. Gomez e Zapata certamente della partita, con il colombiano che ha già gamba e fiato.

A questo punto si prospetta una doppia alternativa per il Gasp: da un lato Muriel, capace di offrire tatticamente e qualitativamente un ventaglio di soluzioni simile a quello in dotazione a Josip. Carichissimo, già caldo e fresco di gol in precampionato, deve soltanto rientrare nei due chili di troppo rispetto al peso forma. Per il resto, la faretra è già carica.

Dall’altro Malinovskyi, centrocampista estremamente duttile e funzionale capace di giocare sia nella cerniera di mezzo sia come trequartista. Ruolo in cui, vuoi per la tecnica sopraffina vuoi per la predisposizione alla verticalizzazione, Gasperini lo vede decisamente meglio. E in tal caso scalerebbe Gomez a seconda punta, pronto ad affiancare Zapata.

Plausibile una transizione a gara in corso tra i due assetti. Entrambi sono schierabili, soprattutto se ben coperti, per non perdervi neanche la possibilità di un bonus: che, se la Dea dovesse riprendere da dove ha terminato, è tutt’altro che improbabile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy