Atalanta all’attacco: nomi, gerarchie e appetibilità al Fantacalcio

Atalanta all’attacco: nomi, gerarchie e appetibilità al Fantacalcio

Senza Petagna e con Cornelius con un piede già lontano da Bergamo, l’attacco dell’Atalanta ha tanti nuovi interpreti che impreziosiscono, accanto alle consolidate certezze, il reparto offensivo orobico: vediamone ruolo e appetibilità fantacalcistica.

di Giuseppe Ronco

Gli attaccanti di Gasperini hanno sempre segnato molto: Milito, Borriello, Gilardino sono stati capaci di raggiungere e superare agevolmente la doppia cifra sotto la sapiente guida del “vate di Grugliasco”, facendo le fortune dei fantallenatori di tutta Italia. Tutto questo almeno fino all’approdo a Bergamo: scarso il feeling del tecnico con Pinilla e Paloschi, naturalmente propensi a ricoprire il ruolo di bomber, mentre con lui Petagna è riuscito sì a ritagliarsi spazio e fiducia, ma non a fare il salto di qualità.

Gasperini vuole un giocatore che segni, vuole un atleta che abbia le potenzialità per fare male in area avversaria, ed è proprio per accontentare i desideri del tecnico che Percassi gli regala due pedine, importanti in misura diversa: Tumminello, giovane dalle più rosee prospettive e con ancora tanto da imparare, e un certo Duvan Zapata, nome decisamente più altisonante nonché l’acquisto più costoso della storia atalantina. Sì, perchè è dalla stagione 2013/2014 che la punta della Dea non supera la doppia cifra – si parla German Denis, dopo di lui solo Ilicic nella passata stagione e Gomez l’anno prima, che però punte vere non sono.

Volti e nomi nuovi per il reparto offensivo degli orobici, che vede anche la promozione in Prima Squadra del gambiano Musa Barrow, autore di un’ottima seconda parte di stagione arricchita da ben 3 reti in sole 11 presenze, e l’acquisto di Mario Pasalic, giocatore estremamente duttile e tecnico che potrà essere impiegato sia nei due di centrocampo che nel terzetto d’attacco.

ATTACCO ATALANTA: GERARCHIE E DISPOSIZIONE IN CAMPO

È lecito allora domandarsi cosa offrirà di diverso rispetto alla stagione precedente il tridente atalantino. Il punto di partenza saranno i due trequartistiIlicic e Gomez, ad agire dietro l’unica punta Zapata. La disposizione di base vede gli esterni a piede invertito, con l’argentino, destro naturale, ad agire sulla sinistra e lo sloveno mancino sulla destra: questo dà loro la licenza di accentrarsi e andare al tiro con grande facilità. Duvan ricoprirà il ruolo di terminale offensivo, pronto a calamitare le palle messe in mezzo dagli esterni e i suggerimenti in verticale ad attaccare lo spazio di fantasisti e centrocampisti. Barrow agirà da vice-Zapata, facendosi trovare pronto quando chiamato in causa per turnover o inflessioni di forma, mentre in assenza di Ilicic o Gomez può intervenire Pasalic, che per caratteristiche si trova perfettamente a suo agio ad agire sulla trequarti, o lo stesso Barrow, che ha giocato più volte in questo pre-campionato defilato sulla destra.

L’alternativa, a livello tattico, è uno schieramento con due punte larghe e un centrocampista alle loro spalle pronto a fare da collante tra i reparti e a inserirsi nello spazio, posizione occupata in passato da Cristante e che, adesso, vede come interprete principale il neo acquisto Pasalic. A completare il reparto le due punte: Gomez Zapata con Barrow, capace di esprimersi al meglio nel ruolo di punta defilata e con la licenza di svariare su tutto il fronte offensivo, subito dietro nelle gerarchie. Nel pre-campionato abbiamo visto spesso questa soluzione: contro l’Herta Berlino, dove è stato Ilicic ad agire dietro le due punte, o nella sfida di ieri vinta contro il Sarajevo prima dell’ingresso in campo di Zapata, con Pessina ad agire in quel ruolo. Questa soluzione garantisce più densità a centrocampo ed avrà la sua importanza tattica sia in partite contro squadre difficili.

ATTACCO ATALANTA: APPETIBILITÀ FANTACALCISTICA

Vediamo ora le caratteristiche principali degli interpreti dell’attacco atalantino. Prendendo spunto dalle tabelle appetibilità, che trovate sul Forum GruppoEsperti, analizzeremo le peculiarità fondamentali di ciascun signolo giocatore.

TITOLARITÀ

Partiamo da uno dei parametri principali, soprattutto in leghe numerose: quanto giocheranno gli attaccanti della Dea? Abbiamo dato a Gomez, Ilicic Zapata, i tre titolari sulla griglia di partenza, un bel 9: giocheranno il più possibile in base anche ad eventuali turnover, di cui Gasperini fa ricorrentemente uso soprattutto in vista delle coppe, e inflessioni di forma. In ogni caso sono garantite sulle 30 presenze ciascuno, con qualche voto collezionato talvolta da subentranti.

Subito sotto si colloca Barrow, a cui abbiamo dato un 6: Musa ci sa fare, e il suo spazio se lo ricaverà. 20 presenze per lui sono alla portata, la maggior parte delle quali da subentrante. Potrebbe essere difficile al Fantacalcio da gestire in questo senso, ma non ci faremo di certo scappare una scommessa allettante come lui solo per questo.

Fanalino di coda la coppia Cornelius e Tumminello, 5 e 4 rispettivamente: il danese è fuori dal progetto tecnico, mentre il giovane attaccante ex Crotone viene da una stagione travagliata e ha bisogno di ambientarsi e riprendere confidenza con il terreno di gioco. Non pronostichiamo più di qualche presenza da subentrante per entrambi: non sono, dunque, materiale da Fantacalcio.

VOTI

Altro parametro fondamentale, soprattutto per chi gioca col modificatore attacco, è la Media Voto. Qui vediamo un Gomez signoreggiante, con un sonoro 8,5. El Papu garantisce sempre un ottimo voto, anche quando non va a bonus (e questa è una caratteristica che per un attaccante conta parecchio), imposto sostanzialmente dalla mole di gioco e occasioni create.

A ruota Barrow 8: il gambiano ha portato a casa con appena 11 presenze, 3 gol e un assist, con una Media Voto del 6,56 grazie al grande movimento che lo contraddistingue e al costante supporto al gioco della squadra in entrambe le fasi.

Abbiamo poi Ilicic e Zapata, con 7,5 e 7: per lo sloveno stagione mostruosa, coronata anche da una Media Voto niente male (6,55, merito delle 11 reti e dei 6 assist messi a segno). L’unico problema è la continuità: per indole e caratteristiche, Josip è sempre stato un calciatore da grandi partite e prestazioni opache alternate, ma la presenza di Pasalic ne permetterà un impiego oculato, il cui risultato principale sarà un miglioramento sotto questo punto di vista. Per il colombiano, invece, 6,11 di Media Voto nonostante i 10 gol e i 3 assist messi a segno: sarà un giocatore fondamentale per gli orobici, ma non è il tipo da portare 7 in pagella quando non va in gol.

In ultimo Cornelius e Tumminello, 6 e 5,5: non sono giocatori abituati a pagelle sontuose, soprattutto quando non segnano.

BONUS

Voce caldissima: per un attaccante portare gol e assist alla propria fantasquadra è quasi un obbligo e la sua appetibilità dipende da questo. A questa voce rispondono presente Ilicic e Zapata, rispettivamente 9 e 8,5: ci aspettiamo meno gol e più assist per lo sloveno rispetto alla passata stagione, ma la continuità di bonus resta sorprendente. Per Duvan, d’altro canto, si attende la stagione della definitiva consacrazione: capace sia di costruire manovra che di finalizzare, è perfettamente conforme all’identikit del classico centravanti di Gasperini, e può farci tornare alla memoria nomi illustri. 15 reti sono alla sua portata e chissà se non possa arrivare anche qualcosa in più.

A ruota Barrow con 7,5 e Gomez con 7. Per il giovane centravanti gambiano un voto dettato soprattutto dalla prudenza e dal desiderio di non caricarvi addosso troppe aspettative, ma la porta la vede, eccome, e lo sta ampiamente dimostrando anche in questo pre-campionato. Il Papu, invece, è un attaccante che predilige giocare a ridosso dell’area di rigore palla al piede: dribbling, accelerazioni, assist al bacio e frequenti conclusioni dal limite ( si guardi alla doppietta realizzata ieri contro il Sarajevo ) ne fanno in sostanza il penultimo uomo, quello dell’ultimo passaggio. Un po’ opaca dal punto di vista realizzativo la passata stagione: solo 6 reti, perfettamente compensate però da ben 9 assist: il migliore dei suoi sotto questo punto di vista.

Anche qui in coda Cornelius e Tumminello, 5,5 e 6,5: il danese ha già dimostrato di essere un attaccante prettamente di manovra, non particolarmente propenso quindi al bonus pesante. Marco, d’altro canto, è uno che ha fatto vedere che quando c’è da segnare il suo zampino lo mette: 3 gol in sole 9 presenze per lui al Crotone, indice di un fiuto della porta niente male che avrà tutto il tempo per affinare alla corte di Gasperini.

CONSIGLIO

In ultimo forse la voce più utile e interessante in sede d’asta: quanto è consigliabile prendere un attaccante dell’Atalanta e in che slot si può collocare? Partiamo subito col terzetto titolare: Gomez, Zapata e Ilicic hanno tutti e tre un bell’8, seguiti a ruota da Barrow (7) e con Cornelius e Tumminello a completare con 4,5 e 4 la lista. Impossibile non consigliare almeno un attaccante atalantino in rosa, soprattutto in leghe da 10 partecipanti o più: chi per propensione al gol, chi per continuità di rendimento, chi per inclinazione al bonus leggero, tutti e tre presentano caratteristiche che li collocano in egual misura tra i 18/20 migliori attaccanti del campionato. Questo li candida ad essere degli ottimi terzo slot alto in una lega a 10 (Zapata forse anche qualcosa in più) e dei buoni terzo slot basso/quarto in una lega a 8 o meno.

Barrow si prospetta come il migliore sesto slot scommessa, giudizio dettato soprattutto dalla prudenza, con la consapevolezza che ha tutte le potenzialità necessarie per scalare le gerarchie delle nostre fantasquadre. Le differenze staranno soprattutto nel prezzo: pronostichiamo un’asta abbastanza viva su Zapata, fattore che potrebbe farvi virare su Ilicic o Gomez mantenendo comunque un rapporto qualità prezzo costante. In definitiva l’ultima parola spetta a voi, in relazione alla strategia d’asta che avete intenzione di adottare e all’equilibrio che siete riusciti ad instaurare tra i reparti, con il consiglio e l’esortazione a fare in modo di accaparrarvi almeno uno degli attaccanti della Dea per completare al meglio le vostre fantasquadre.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy