Pagelle Spal – Fiorentina 1 – 1: Chiesa nel finale risponde a Paloschi! – Voti Fantacalcio

Bella partita tra due buone squadre che si conclude con un pareggio giusto per quello che si è visto in campo

di Voti Fantamagazine

La Spal non batte la Fiorentina dalla stagione 67-68 ma accarezza il sogno di gloria grazie ad una rete da opportunista di Alberto Paloschi. Ci pensa, però, Federico Chiesa a riportare la squadra di Ferrara coi piedi per terra. Al “Mazza” termina 1-1: un pareggio che lascia a bocca asciutta entrambe le compagini ma che risulta problematico più per la Spal che per la Fiorentina.

PAGELLE SPAL

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Spal

Gomis 6 – È sempre attento e sicuro nelle uscite, Simeone non lo impensierisce più di tanto e trascorre un pomeriggio relativamente tranquillo.

Vicari 6,5 – Molti dei suoi sostenitori gli hanno affibbiato l’appellativo di “nuovo Bonucci” per le sue spiccate doti in fase d’impostazione: quest’oggi dirige la retroguardia da veterano e non sbaglia quasi nulla.

Felipe 6,5 – In fase difensiva non ha molti grattacapi, si rende pericoloso in area avversaria e  propizia il gol di Paloschi con una deviazione aerea che si stampa sul palo.

Salamon 6,5 – Il duello con Simeone è di quelli decisamente fisici ed accesi. Regge bene e, seppur acciaccato, riesce a contenere la foga del Cholito.

Lazzari 6,5 – Che fosse uno dei punti fermi della squadra è stato chiaro sin dalle prime giornate di campionato: è uno stantuffo inesauribile e copre la fascia disimpegnandosi egregiamente nelle due fasi.

Schiattarella 6 – È abile a proporsi sempre coi tempi giusti, sa rendersi pericoloso ma oggi fa mancare un po’ di sostanza nella zona nevralgica del campo.

Viviani 6,5 – Gli avversari sanno bene che, con lui in campo, bisogna concedere meno calci piazzati possibile. Dai suoi piedi partono trame sempre interessanti e mai banali. Regista.

Grassi 6 – A differenza di Schiattarella, riesce a farsi valere in mezzo al campo ma pecca troppo spesso di egoismo e finisce col rallentare la manovra in diverse occasioni.

Mattiello 6 – Gioca con la voglia di chi è stato falcidiato da troppi infortuni in carriera. Si impegna molto in fase difensiva ma commette qualche disattenzione di troppo. In fase offensiva si propone poco e con cautela.

Borriello 5 – Astori e Pezzella non sono in giornata ma lui non riesce mai ad impensierli. Sembra spaesato e piuttosto nervoso, deve ritrovare la condizione migliore.

Paloschi 6,5 – Assente per gran parte della partita, si materializza come il più abile dei rapaci d’area nel momento di spingere la palla in rete con un facile tap-in. Opportunista.

Oikonomou 6 – Rileva un acciaccato Salamon ed entra molto bene in partita riuscendo a contenere un affamato Babacar.

Floccari 6 – Entra in un momento in cui attaccare non è la priorità: aiuta moltissimo la squadra a tenere palla in posizione avanzata e ripiega spesso con grande abnegazione.

Schiavon S.V.

Pagelle a cura di Francesco Quaranta

PAGELLE FIORENTINA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Fiorentina

Sportiello 6,5 – In più di un’occasione riesce a mettere una pezza alle disattenzioni della propria retroguardia, è sfortunato ed impotente in occasione del gol di Paloschi.

Gaspar 6,5 – La catena di destra con Gil Dias funziona a meraviglia e riesce a proporsi con costanza e pericolosità. In fase difensiva regge meglio del solito.

Pezzella 5 – Borriello non lo mette mai in apprensione ma sui velenosi piazzati di Viviani non riesce mai a prevalere sui saltatori avversari. Si perde colpevolmente Paloschi in occasione del gol dell’ex Atalanta.

Astori 5,5 – In fase difensiva si disimpegna meglio del compagno di reparto ma, in linea generale, non riesce ad emergere come suo solito e gestisce la palla con meno precisione del solito.

Olivera 5,5 – Cerca di proporsi con una certa frequenza ma in fase difensiva è in totale balìa di uno scatenato Lazzari, non riesce mai a limitare le sue scorribande.

Veretout 6 – È probabilmente quello che risente maggiormente dell’assenza di Badelj: senza un punto di riferimento non riesce a trovare il giusto equilibrio e cala d’intensità col passare dei minuti.

Sanchez 6 – Chiamato a sostituire Badelj, è consapevole di non poter garantire il suo stesso apporto in fase d’impostazione, dunque lascia il compito a Veretout e si limita a coprirgli le spalle agendo con tenacia in fase d’interdizione.

Benassi 5,5 – L’ex capitano granata riesce a salire in cattedra quando gli viene concessa la possibilità di inserirsi: quest’oggi non accade ed offre una prestazione decisamente anonima.

Chiesa 7 – La determinazione con la quale si carica la squadra sulle spalle è encomiabile: si batte come un leone e regala giocate di grande classe. Trova il preziosissimo gol del pareggio e la sua esultanza rabbiosa è il perfetto ritratto della sua personalità straripante.

Gil Dias 6 – È dotato di una capacità di dribbling superiore: quando punta l’uomo riesce matematicamente a creare scompiglio ma col passare dei minuti cala fino a sparire.

Simeone 5,5 – Perde il duello fisico con Salamon che riesce a chiudergli tutti gli spazi. Pioli gli affianca Babacar per permettere al Cholito di trovare più spazio ma la situazione migliora solamente a dieci dal termine quando serve a Chiesa un assist di pregevole fattura.

Babacar 5,5 – La sua imponente stazza fisica gli permette di prendere posizione meglio di Simeone ma prima Grassi e poi Vicari rendono vani i suoi tentativi di andare a segno.

Saponara 6 – Pur non avendo ancora ritrovato il ritmo partita, di disimpegna senza sfigurare in un momento difficile della partita. Prestazione senza infamia e senza lode.

Pagelle a cura di Francesco Quaranta

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy