Pagelle Napoli – Fiorentina 0-0: azzurri e viola non si fanno male! – Voti Fantacalcio

Pagelle Napoli – Fiorentina 0-0: azzurri e viola non si fanno male! – Voti Fantacalcio

Brutta partita tra le due squadre con poche occasioni. Palo di Zielinski nel secondo tempo, ma è davvero troppo poco.

di Voti Fantamagazine

La Fiorentina apre la crisi azzurra strappando un punto al San Paolo contro un Napoli apparso stanco, involuto e lontano dagli standard qualitativi cui aveva abituato i suoi tifosi. Ottimo primo tempo disputato dai viola che, ai punti avrebbero meritato il vantaggio negato solo da un grande Reina che si è opposto bene a Simeone nella più nitida occasione viola del primo tempo e, più in generale dell’intera partita. Nel secondo tempo la Viola, complice il calo fisico, si è rintanata nella sua metà campo difendendosi in maniera ordinata e lasciando agli azzurri l’iniziativa risultata troppo sterile a causa del momento di scarsa condizione dei suoi giocatori più qualitativi e per la mancanza di giocatori importanti come Ghoulam, la cui mancanza si sente, eccome.

PAGELLE NAPOLI

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Napoli

Reina 6,5 – Ottima prestazione del portiere spagnolo che si è fatto trovare pronto nelle due nitide occasioni viola del primo tempo.

Hysaj 6 – Concentrato e propositivo. Prestazione ordinata.

Albiol 6,5 – Prestazione più che sufficiente del centrale spagnolo che non solo non ha sbagliato un anticipo, ma ha retto benissimo l’urto atletico contro avversari ben più giovani di lui.

Koulibaly 6,5 – Il solito muro. Anche oggi dominante, dalle sue parti non si passa!

Mario Rui 5,5 – Concentrato in fase difensiva, ma nullo in quella offensiva. Ghoulam è decisamente tutta un’altra cosa.

Allan 6,5 – Grinta, cuore e tanto atletismo. Con Reina è stato oggi migliore dei suoi.

Jorginho 5,5 – Anche oggi l’italo-brasiliano è stato troppo impreciso. La sua imprecisione degli ultimi tempi è lo specchio perfetto del momento di flessione del Napoli.

Hamsik 5,5 – La partita dello slovacco sarebbe da insufficienza piena, ma una delle pochissime occasioni azzurre di oggi, forse la migliore, è passata dai suoi piedi. Anche oggi però lo slovacco non ha mai dato qualità al gioco ed è apparso lontano parente di quello che i napoletani conoscono.

Callejon 5 – Anche oggi lo spagnolo ha confermato di essere nel momento peggiore da quando è a Napoli, involuto e mai pericoloso, troppo nervoso e a tratti irritante.

Mertens 5,5 – Anche lui ha confermato anche oggi il periodo di scarsa forma. Qualche segnale di risveglio però almeno lui lo ha dato cercando di farsi vedere svariando su tutto il fronte d’attacco e anche sulla trequarti offensiva, ma da lui Napoli e il Napoli si aspetta di più.

Zielinski 5 – Inoffensivo e a tratti irritante.

Ounas 6 – Circa un quarto d’ora per farsi vedere su un campo reso pesante dalla pioggia e che lo ha decisamente penalizzato.

Rog 6 – Anche per il croato circa 15 minuti per mettersi in luce. Ha voglia di spaccare il mondo e si è visto, anche in maniera esagerata, vasta vedere il fallo su Sportiello nel finale commesso nella speranza di rubare il pallone al portiere viola.

Diawara sv

Pagelle a cura di Francesco Sperlì

PAGELLE FIORENTINA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Fiorentina

Sportiello 6,5 – Andare al San Paolo, per un estremo difensore, non è mai una bella prospettiva ma questo Napoli senza Insigne si rivela meno ostico del previsto. Amministra con relativa sicurezza ed è reattivo due volte su Zielinski. Quando Mertens si presenta tutto solo in area, ha la freddezza di restare in piedi e farsi calciare addosso. Ermetico.

Laurini 6 – La corsia mancina del Napoli è totalmente rivisitata, sfrutta la scarsa propensione al ruolo di Zielinski per bloccarlo. Potrebbe spingere di più ma sembra essere in apprensione sulle sovrapposizioni di Mario Rui.

Pezzella 7 – È partito in sordina quest’anno ma, partita dopo partita, sta prendendo in mano le redini della retroguardia gigliata:  annichilisce Mertens ed assiste Astori come il più fedele degli scudieri. Impeccabile.

Astori 6,5 – Non ruba la scena come Pezzella, si limita ad un preziosissimo lavoro oscuro. Allan gli crea qualche grattacapo con le incursioni centrali ma, tutto sommato, riesce a tener botta.

Biraghi 6 –  Dà l’impressione di voler fare molto più di quanto realmente produce. Arriva spesso sul fondo ma, nella ripresa, risulta molto meno preciso rispetto alla prima frazione di gioco.

Badelj 5,5 – Si abbassa troppo e va più volte in difficoltà, rimedia ingenuamente un cartellino giallo a metà primo tempo e questo condiziona la sua partita: non esce mai su uno statico Jorginho e lascia che il metronomo napoletano prenda il sopravvento.

Veretout 6,5 – Non ha la possibilità di farsi vedere in proiezione offensiva ma, intelligentemente, riesce ad adattarsi al contesto ed aiuta la squadra ad aggirare il pressing alto del Napoli. Rimedia un cartellino giallo che testimonia la sua grande tenacia anche in fase d’interdizione.

Benassi 5,5 – La Fiorentina imposta una partita “sporca” nella quale le mezzali devono interdire più che offendere, questo tipo di lavoro non sembra essere nelle sue corde e, per lunghi tratti, resta fuori dal gioco.

Chiesa 6 – Non riesce a conferire ampiezza alla manovra e nemmeno a propiziare le sortite offensive di Simeone. Rimedia parzialmente con un grande lavoro in fase difensiva coinciso col momento di maggior spinta del Napoli.

Thereau 5,5 – I suoi costanti movimenti allungano la squadra partenopea, nella prima frazione sembra il più ispirato dei tre davanti ma, col passare dei minuti, cala decisamente d’intensità. Pioli lo sostituisce per infoltire il centrocampo.

Simeone 6,5 – Non è lo stereotipo di attaccante grosso e possente,  ma quanto lotta il “Cholito”? Contrasta come il più tenace dei frangiflutti, si propone con i tempi giusti e permette alla Fiorentina di ripartire tenendo palla in posizione avanzata. Gli manca solo il gol, ma Reina è bravo a chiudergli lo specchio della porta in almeno due occasioni.

Sanchez 6 – Quando Pioli lo inserisce, sa di poter contare sui suoi muscoli e sulla sua grande abnegazione: lavora molto per chiudere le linee di passaggio alla squadra di Sarri e, nella maggior parte dei casi, ci riesce. Va un po’ in difficoltà sul pressing ma non commette errori rilevanti al fine del risultato.

Gil Dias 6 – Rileva uno stremato Federico Chiesa col compito di incidere quanto più possibile in ripartenza. Prova a sfruttare i pochi palloni che gli arrivano ma senza sortire gli effetti sperati.

B. Gaspar 5,5 – In una manciata di minuti riesce ad andare sempre in difficoltà e spreca un giallo per fermare Mertens. Non sembra impegnarsi molto per sostituire Biraghi.

Pagelle a cura di Francesco Quaranta

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy