Pagelle Empoli – Milan 1-4: importante vittoria del Milan ad Empoli

Milan vittorioso ad Empoli grazie al gol di Suso, la doppietta di Lapadula e l’autogol di Costa. Per l’Empoli in gol Saponara.

di Voti Fantamagazine

Un uno-due a metà secondo tempo (Suso e autorete di Costa) fa pendere la bilancia di una partita equilibrata per un tempo dalla parte dei rossoneri di Montella che si impongono 4-1 al Castellani. Nel primo tempo botta e risposta Lapadula-Saponara, chiude i conti nella ripresa ancora l’italo-peruviano.

PAGELLE FANTAMAGAZINE EMPOLI

Skorupski 6,5 – Incolpevole sui gol, si rende protagonista di un’ottima parata su sventola di Suso nel primo tempo. Fa sembrare facili le altre parate e le uscite alte.

Veseli 5,5 – Bonaventura non è il più semplice degli avversari da affrontare ma per un’ora lo controlla bene. Sul gol dell’1-3 però il nazionale azzurro lo svernicia ben bene e lui esce per infortunio.

Bellusci 5 – Un’ora di sostanza a fronteggiare Lapadula poi naufraga insieme agli altri compagni.

Costa 4,5 – Rovina una prestazione discreta con mezz’ora finale da paura condita con un goffo autogol

Pasqual 5,5 – A sorpresa regge bene l’impatto con Suso, l’uomo più in forma di Montella nonostante l’assist per il primo gol, poi partecipa come tutta la retroguardia ad un secondo tempo difensivamente disastroso.

Krunic 6 – Ormai si è conquistato la maglia da titolare, tanta quantità in mezzo al campo e anche qualche inserimento degno di nota. Forse un po’ troppo nervoso, viene sostituito nella ripresa a giochi fatti.

Dioussè 4,5 – Inutile fare dieci cose positive quando poi all’undicesima commetti un’ingenuità clamorosa che spiana la strada ai gol avversari. Pesante insufficienza inevitabile.

Croce 6 – Nel primo tempo si disimpegna alla grande, impegnando severamente Abate che lo contiene a fatica. Poi due gol in tre minuti demoralizzano anche lui.

Saponara 7 – Gol a parte è il migliore in campo per i primi due terzi di gara con colpi da giocatore vero, si muove alla grande fra le linee e non si fa pregare anche in fase difensiva. Se gioca così la salvezza è possibile.

Maccarone 5,5 – Brutta prestazione del capitano, come prevedibile non regge l’impatto di diverse partite consecutive da titolare e purtroppo in campo si vede. Palle perse a go-go e l’impressione di essere sempre sulle gambe. Colpisce la traversa nel finale.

Marilungo 6 – Titolare a sorpresa al posto di Pucciarelli, fa impazzire De Sciglio almeno per un tempo, alla lunga perde però incisività.

Zambelli 6 – Una ventina di minuti a buoi ormai scappati, mantiene la posizione senza soffrire.

Tello 6 – Si rivede dopo settimane di naftalina, non ha il tempo nè la possibilità di incidere.

Gilardino 5,5 – Un quarto d’ora al piccolo trotto, buona solo per gli almanacchi.

PAGELLE FANTAMAGAZINE MILAN

Donnarumma 6 – L’incertezza sul gol di Saponara poteva costare cara. Bravo a non farsi prendere dall’ansia continuando a giocare con tranquillità.

Abate 6,5 – Il capitano del Milan sfodera una prestazione convincente coronata da un assist al bacio per il raddoppio di Suso.

Gomez 6 – Quando si tratta di fare il suo, marcare, risponde presente, ma non chiedetegli di impostare la manovra dal basso.

Romagnoli 6,5 – Nella prima frazione di gioco non trova i tempi giusti con il compagno di reparto e la squadra ne risente, sale in cattedra nella ripresa guidando la squadra con personalità.

De Sciglio 5,5 – La nota stonata della serata, molto ingenuo in occasione del pareggio, Marilungo lo salta come un birillo, ma è tutta la prestazione a non convincere. Timido e impacciato.

Mati Fernandez sv

Locatelli 6,5 – Alterna giocate di qualità a fisiologiche ingenuità dovute all’età. Cresce alla distanza, come un diesel.

Pasalic 6 – Sottotono nel primo tempo, si riscatta nella ripresa dove con la sua fisicità ha messo in difficoltà i centrocampisti avversari.

Suso 7,5 – Il folletto spagnolo non si ferma più, prima regala un assist di destro a Lapadula poi realizza il secondo gol insaccando un bel cross di Abate.Le azioni più pericolose del Milan passano tutte, o quasi, dai suoi piedi. Imprescindibile.

Lapadula 8 – La chiamata in azzurro e l’infortunio di Bacca hanno creato un mix esplosivo. Lapadula spacca la partita da attaccante vero. Lotta su ogni pallone senza mai mollare, finalizzando implacabilmente nel primo tempo l’assistenza di Suso. Nella ripresa con un delizioso passaggio no look permette ad Abate di andare sul fondo e creare l’occasione del raddoppio. Chiude definitivamente la partita con un gol di sinistro a 10 minuti dalla fine. Il Milan ha finalmente trovato il suo centravanti.

Bonaventura 7,5 – Non ci sono più aggettivi per Jack di cuori. Anche contro i toscani si esprime su livelli altissimi, il suo apporto non viene mai meno in entrambe le fasi di gioco. Caparbio e fortunato a trovare l’autogol di Costa. Lascia la squadra in 10 nel finale per un problema ai flessori.

Kucka 6,5 – La (s)fortuna aiuta Montella: il centrocampo leggerino presentato a inizio partita viene subito stravolto dall’infortunio di Fernandez. Entra lo slovacco che con sua la carica agonistica e la straordinaria potenza fisica mette in apprensione i diretti avversari in mezzo al campo per tutta la partita. Fondamentale nel recupero palla.

Niang sv

Poli sv

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy