Pagelle Cagliari – Inter 1-5: goleada dell’Inter al Sant’Elia – Voti Fantacalcio

Icardi, Banega, Gagliardini e la doppietta di Perisic regalano una roboante vittoria all’Inter. Per il Cagliari in gol Borriello.

di Voti Fantamagazine

PAGELLE CAGLIARI

L’Inter rialza la testa dopo la pesante sconfitta casalinga contro la Roma, andando a vincere in uni dei campi più ostici del campionato. Rastelli schiera i suoi con un 3-5-1-1 che gli consenta di ottenere la superiorità numerica in mezzo al campo così da non concedere l’ampiezza del gioco agli avversari. Pioli risponde ritornando al 4-2-3-1 con Banega a giostrare sulla trequarti. Il Cagliari difende compatto con centrocampo e difesa dietro la linea del pallone e portando un pressing orientato a sviare la circolazione sulle fasce. L’Inter nel corso del primo tempo soffre gli attacchi del Cagliari che alza molto il suo baricentro e porta molti uomini in area. Nonostante la situazione abbastanza equilibrata dal punto di vista del gioco è l’Inter a portarsi in Vantaggio con Perisic ed a raddoppiare pochi minuti dopo con Banega su punizione. Borriello riesce a riaprire la partita e il Cagliari chiude il primo tempo all’arrembaggio. Nel secondo tempo bastano tre minuti a Perisic per siglare la sua seconda doppietta stagionale e tagliare definitivamente le gambe agli avversari. L’Inter prende in mano il gioco, realizza il quarto goal con Icardi su rigore (mancava dalla sfida contro il Crotone e Icardi non segnava in trasferta dalla quinta giornata). Nei minuti finali il rimo si abbassa, l’Inter addormenta la partita e il Cagliari crea poco o nulla. Il primo goal in Campionato di Gagliardini in serie A fissa il punteggio su un rotondo 1-5 che tiene l’Inter ancora in corsa per la Champions.

Redazione voti Fantamagazine: Le pagelle Cagliari

Gabriel 5 – Non sempre sicuro, soprattutto in uscita dove concede un rigore, travolgendo Icardi. Poco convinto nel respingere la punizione di Banega e il tiro dalla distanza di Gagliardini; spiazzato dal rigore di Icardi, mentre può poco o nulla sui goal di Perisic.

Pisacane 5 – Schierato oggi tra i 3 difensori centrali offre una prestazione grintosa. Aiuta coi suoi raddoppi sia Bruno Alves che Isla per contenere le varie situazioni offensive avversarie. Un difetto di comunicazione con Isla costa alla sua squadra il primo goal di Perisic e dal suo fallo di mano Banega raddoppia il vantaggio ospite.

Bruno Alves 6 – La sua esperienza alla guida della difesa cagliaritana. Fa buona guardia su Icardi, soprattutto sui palloni alti nella sua area di rigore, meno sicuro quando si allontana dalla sua porta dove spesso preferisce accompagnare l’avversario anziché cercare l’anticipo.

Capuano 5,5 – Si stacca spesso per aggredire il portatore di palla avversario sul suo lato del campo, con alterne fortune. Molto attento sui numerosi traversoni che spiovono in area facendosi trovare sempre pronto.

Isla 5,5 – Per buona parte del primo tempo la sua spinta sulla fascia destra offre una proficua opzione di passaggio in ampiezza; i suoi cross spesso velenosi mettono in difficoltà la difesa nerazzurra. Difensivamente col passare dei minuti concede sempre più spazio alla catena di sinistra portando la squadra a schiacciarsi.

Ionita 5 – Molto spesso assente nel gioco dei suoi, si accende ad intermittenza quando può inserirsi alle spalle dei centrocampisti avversari. Molto carente in fase difensiva, dove soffre la fisicità di Kondogbia; si fa poco vedere in fase di uscita del pallone.

Di Gennaro 4,5 – Rastelli insiste ancora nel metterlo davanti alla difesa dimostrando che in quel ruolo non può giocare, soprattutto in serie A. Molto impreciso in uscita di palla, dove sceglie male il tempo oppure eseguendo un tocco in più che gli costa il possesso del pallone. Il pallone perso in area sul terzo goal di Perisic gli taglia le gambe e viene sostituito qualche minuto dopo.

Barella 6 – Il più intraprendente del centrocampo sardo, gioca molti palloni e spesso le sue conduzioni di palla fanno risalire il campo in maniera agevole ai suoi. Non riesce ad estendere il suo raggio d’azione con efficacia oltre la trequarti avversaria. Sostituito nel finale in vista dei prossimi impegni.

Padoin 5,5 – Parte forte mettendo in difficoltà D’ambrosio e servendo un assist al bacio a Joao Pedro. Nel corso della gara perde gradualmente il controllo della fascia limitandosi alla sola fase difensiva.

Joao Pedro 5,5 – Va a pochi centimetri dal goal in apertura, ma la rovesciata di Medel cancella il pallonetto col quale aveva scavalcato Handanovic in uno spazio ridottissimo. Attacca principalmente da destra stando molto vicino a Borriello, inizialmente riesce a creare scompiglio nella difesa avversaria, ma col passare dei minuti viene limitato dalla crescita di Gagliardini. Arretra sulla linea dei centrocampisti in seguito all’ingresso di Sau.

Borriello 6 – Fa a sportellate con Medel e Miranda. Il suo goal accorcia le distanze e dà speranze di rimonta, che durano pochi minuti. Gioca molto spalle alla porta per aiutare la sua squadra nel risalire il campo. Contestato il suo cambio, che decreta la resa del Cagliari.

Sau 5 – Entra per Di Gennaro, gioca principalmente sulla fascia destra dalla quale mettere in mezzo qualche cross per Borriello. Non pervenuto quando passa a punta centrale, in seguito all’uscita di Borriello.

Ibarbo 5,5 – In tandem con Sau è lui a dover fare il lavoro sporco di difesa del pallone in mezzo ai due centrali, ma dopo un po’ preferisce giocare più defilato. Cestina con un tiro strozzato l’unica occasione che ha di entrare nel tabellino dei marcatori.

Dessena sv 

> Vai alle pagelle Inter

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy