Pagelle Atalanta – Genoa 3-0: doppio Kurtic, chiude Gomez

Pagelle Atalanta – Genoa 3-0: doppio Kurtic, chiude Gomez

L’allievo Juric non supera il maestro Gasperini: prima doppietta italiana per Kurtic che stende un Genoa troppo rinunciatario

di Voti Fantamagazine

Allo Stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo, si chiude con una netta vittoria casalinga la sfida tra il maestro Gasperini e l’allievo Juric. In una gara molto viva e combattuta, l’Atalanta soffre l’inizio arrembante del Genoa ma incanala la partita sui suoi binari con una doppietta dell’ottimo Kurtic. Nella ripresa possesso palla sterile dei rossoblu e qualche ripartenza bergamasca: Gomez nel finale chiude il conto. Ecco le pagelle Fantamagazine di Atalanta-Genoa.

PAGELLE FANTAMAGAZINE ATALANTA

Berisha 6.5 – Prima frazione da sbadigli, lui si dedica alla tintarella complice l’assolato pomeriggio bergamasco. Nella ripresa, un paio di uscite puntuali e un doppio miracolo su Pavoletti. La solita sicurezza e reattività, brutte notizie per Sportiello.

Caldara 6.5 – Piglio da veterano, sempre alla ricerca dell’anticipo, anche se a volte pecca di troppa irruenza. Nel migliore momento del Genoa, è lui a sbrogliare la matassa in area bergamasca.

Masiello 6.5 – Mastino implacabile, risolve le situazioni complicate con tempismo e lucidità. Mina vagante sulle palle inattive, sorvegliato speciale dalla difesa ospite.

Konko 6 – Non concede spunti di nota gli attaccanti avversari, anche se soffre il dinamismo e le accelerazioni degli ospiti. Sostituito a pochi minuti dall’intervallo a causa di un problema fisico.

Conti 6.5 – Inizio titubante del giovane esterno bergamasco, che fatica a trovare le misure per arginare Laxalt. Cresce col passare dei minuti, proponendosi al cross e mostrando una impressionante facilità di corsa grazie alle sue lunghe leve.

Freuler 6.5 – Tanto lavoro sporco, moltissimi palloni rubati ed un’occasione d’oro salvata miracolosamente da Perin nel primo tempo.

Gagliardini 7 – Chiamato a prendere le redini della manovra atalantina al posto di Kessié, il gigante orobico timbra una prestazione super per grinta, intelligenza tattica e personalità. Suo il passaggio filtrante per Kurtic che spacca la partita.

Kurtic 7.5 – Una forza della natura. Guida l’asfissiante pressing atalantino, recupera palle preziose sulla trequarti e si inserisce con agghiacciante puntualità in area avversaria. Aggiungeteci pure una doppietta letale e capirete perchè deve essere il man of the match.

Dramé SV – Mette a refarto dieci minuti prima di essere sostituito causa infortunio. Un cross interessante per il piede di Kurtic, ma non abbastanza per strappare un voto.

Petagna 7 – Dal corpo a corpo con i centrali genoani ne esce quasi sempre vincitore, ma il centravanti nerazzurro non è solo fisico. Si muove senza sosta tra le maglie rossoblu e confeziona l’assist per il secondo gol di Kurtic. Sempre vivo e pungente.

Gomez 7 – Il solito instancabile funambolo dal dribbling secco e dallo scatto bruciante. Una punizione fuori di un soffio e un paio di conclusioni sbilenche nel primo tempo su imbeccate dalla destra di Conti, sempre pericoloso nelle ripartenze e chiude la partita con un destro chirurgico.

Spinazzola 6 – Rileva lo sfortunato Dramé sul binario di sinistra e nel complesso non fa rimpiangere troppo l’esuberante esterno titolare. Più contenimento di spinta, ma tanto basta.

Zukanovic 6.5 – Gettato nella mischia dopo l’infortunio di Konko, mette esperienza e fisicità al servizio della squadra. Mai in affanno, legnoso ma efficace.

D’Alessandro 6.5 – Una mezz’ora per concedere la standing ovation a Kurtic e per dare una pizzico di vivacità ad una stanca Atalanta. Non si risparmia, molto utile alla causa.

PAGELLE FANTAMAGAZINE GENOA

Perin 6 – uno dei pochi a salvarsi nel brutto Genoa di quest’oggi. Poco può sui 3 gol atalantini ma compie un vero miracolo su Petagna nel secondo tempo, rendendo un po’ meno pesante la sconfitta.

Munoz 5 – pronti via e subito ammonito. Nel secondo tempo rischia di lasciare i compagni in 10 uomini. Un po’ meglio nel secondo tempo con un paio di buoni recuperi difensivi. Nel complesso comunque non sufficiente.

Burdisso 5,5 – il “meno peggio” del terzetto difensivo. Fa quello che può avendo pochissimo aiuto dai compagni di reparto.

Gentiletti 5 – lento ed impacciato, sempre in difficoltà contro i veloci trequartisti di Gasperini.

Lazovic 6 – prestazione sufficiente ma troppo discontinuo nell’arco dei 90 minuti.

Rincon 6– lui e Veloso perdono nettamente il confronto con il centrocampo atalantino. Meglio lui del compagno di reparto: non fa mancare la grinta ed è l’ultimo a mollare.

Veloso 5 – male sia in fase di interdizione che di impostazione: pomeriggio da dimenticare.

Laxalt 5 – non pervenuto quest’oggi.

Rigoni 5 – l’ uomo in più di Juric in tante partite di quest’anno oggi è parso quello in meno della squadra rossoblù.

Ntcham 4,5 – una sciagura. Non ne indovina una, e gran parte della colpa sul primo gol di Kurtic è sua essendosi fatto rubare da Gagliardini una palla sanguinosa al limite dell’ aria rossoblù.

Pavoletti 5,5 – lotta, fa a sportellate con i difensori bergamaschi, ma può davvero poco senza l’aiuto dei compagni.

Simeone 5,5 – entrato in campo ad inizio secondo tempo al posto dello sciagurato Ntcham si divora la palla del 2-1 che avrebbe riaperto la partita e finisce col perdere fiducia.

Ninkovic 6 – entrato nel secondo tempo al posto di Veloso non lo fa rimpiangere pur giocando in maniera semplicemente sufficiente.

Pandev SV

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy