Le pagelle di Portogallo-Francia 1-0: Eder ai supplementari decide l’Europeo

Le pagelle di Portogallo-Francia 1-0: Eder ai supplementari decide l’Europeo

Una rete del subentrato centravanti lusitano porta in trionfo, per la prima volta, i Portoghesi

di Voti Fantamagazine

Dramma sportivo per la Francia padrona di casa, festeggia al Saint-Denis il Portogallo autore di una partita  difensiva e resa ancora più complicata dall’infortunio di Cristiano Ronaldo nei primi minuti di gioco. Rui Patricio migliore in campo, Eder la risolve al minuto 108′. Ecco le nostre pagelle.

PAGELLE FANTAMAGAZINE PORTOGALLO

Rui Patricio 8 – Reattivo sul colpo di testa di Griezmann, ben posizionato sul tiro di Sissokho, miracoloso sul diagonale di Giroud. A parte qualche incertezza nelle uscite alte è il migliore in campo per il Portogallo.
Cedric 6,5 – Il primo in tutto Euro 2016 ad annullare completamente Payet. Dalle sue parti non si passa mai fino all’ingresso di Coman quando inizia a soffrire la rapidità e la freschezza del gioiellino del Bayern. Nell’assalto finale ha ancora forza e lucidità per contenere gli avversari.
Pepe 6 – Rischia di far passare la Francia con uno scivolone nel primo tempo creando l’occasione più netta della prima frazione. Nel secondo si lascia scappare Giroud e costringe Rui Patricio agli straordinari. Nel mezzo difende con la solita irruenza e tanta esperienza. Al 90 esimo Gignac gli fa girare la testa, ma è fortunato e il palo lo salva. Nell’extra time è pericoloso in area avversaria.
Fonte 6,5 – Pronti via e fa tremare i compagni con un passaggio orizzontale che stava per innescare Giroud. Ritrova prontamente la calma e prosegue con una gara pulita chiudendo tutti gli spazi e contenendo le punte francesi.
R. Guerreiro 7 – Meglio in fase di spinta che in copertura dove soffre continuamente gli assalti di Sissoko. Al 66′ si lascia scappare Griezmann permettendogli di colpire indisturbato in piena area. La traversa colpita al minuto 108 è un rimpianto, ma qualche minuto dopo Eder lo spazza via.
W. Carvalho 6,5 – Il suo lavoro di filtro davanti alla difesa è tanto appariscente quanto importante per contenere gli assalti delle punte e gli inserimenti dei centrocampisti. Concorso di colpa con Guerreiro sul colpo di testa in piena area di Griezmann
Sanches 6,5 – Parte sull’out destro ma con il passare dei minuti prende campo nel mezzo dove con la sua dinamicità riesce a tenere testa al possente centrocampo francese. Copre tutto il campo mettendo la sua forza a disposizione di tutta la squadra.
Silva 5 – Il peggiore dei suoi, viene totalmente “divorato” dal centrocampo francese. Perde quasi tutti i palloni giocati e spreca malamente un occasione creata da Ronaldo al 20 esimo.
Joao Mario 7 – Non da punti di riferimento spaziando per tutta la trequarti. Si sacrifica per la squadra coprendo fino in difesa e forse per questo che non è abbastanza lucido nel contropiede che potrebbe portare avanti il Portogallo nel secondo tempo. Trova forze nascoste per continuare a correre per tutto il campo nei trenta minuti dei supplementari.
Nani 7,5 – In questo europeo abbiamo assistito all’evoluzione calcistica di questo giocatore che per anni ha vissuto con il peso del confronto con Ronaldo ed oggi sembra una punta navigata in grado di far salire la squadra e creare continui grattacapi alla difesa transalpina. Con l’ingresso di Eder scende sulla trequarti sacrificandosi anche in copertura, corre in trance agonistica fino all’ultimo minuto dei tempi supplementari.
Ronaldo 6 – Ventiquattro minuti per lui, qualcuno fuori dal campo piangente per il dolore. Peccato, perchè dai primi minuti si vedeva il fuoco dentro i suoi occhi. Coraggioso, tenta di restare in campo tra le lacrime, e pur con l’infortunio ha la forza di correre e di servire una sponda di testa sciupata da Silva. Esce distrutto dal dolore. Compreso quello nel cuore di chi deve rinunciare a una finale da leader accontentandosi di spingere i compagni da bordo campo.

Quaresma 6 – Non deve essere facile entrare per uno dei giocatori più forti del mondo specie se la posta in palio è così importante. Riesce in parte a coprire il vuoto ma il suo grande limite è essere il meno imprevedibile dei trequartisti portoghesi stazionando saldamente sulla sua fascia di competenza a svolgere il compitino.
Moutinho 6 – Come il suo compagno di squadra non ha né i mezzi tecnici né il fisico per tenere testa al centrocampo dei blues, approfitta della sua freschezza per tentare almeno di contenerlo.
Eder 7,5 – Entra per dare profondità ed evitare che la squadra si “schiacci” troppo, si vede poco e il più utile in avanti dei suoi resta sempre Nani. Grazie ai suoi centimetri potrebbe segnare il gol partita al minuto 103, ma Lloris gli nega la gioia, tutto rinviato al 110′ quando con un bolide dai 30 metri segna il gol più importante della sua carriera.

PAGELLE FANTAMAGAZINE FRANCIA

Lloris 5,5 – Unica parata al 79° su un cross peraltro sbagliato di Nani. A volte insicuro, sul gol poteva fare di più.
Sagna 5 – Scende poco e in maniera sempre molto attenta. Avrebbe potuto fare di più contro un Portogallo che sembra giocare in 10 dopo l’uscita di Cristiano Ronaldo.
Koscielny 6 – Sempre impeccabile la sua partita, ma è agevolato dal fatto che non ha praticamente dovuto fare nemmeno un intervento. Serata soft.
Umtiti 6 – Anche lui positivo, anche lui poco impegnato. Premiamo il suo campionato europeo sicuramente positivo.
Evra 5 – Anche lui non sale praticamente mai, nonostante la fascia destra portoghese sia sicuramente più abbordabile di quella sinistra.
Matuidi 5,5 – Tiene la posizione ma non si inserisce mai davanti. Troppa staticità nel centrocampo francese.
Pogba 5 – Sembra paralizzato nella sua posizione, che tiene bene ma una partita di calcio è fatta anche di proposizione davanti. E lui, inspiegabilmente,questa partita non la gioca.
Sissoko 7 – Il migliore dei suoi. Difende e soprattutto attacca. La sua è una partita fatta di strapotere fisico, coraggio e corse a perdifiato contro il muro difensivo portoghese. Da clonare.
Griezmann 5,5 – Molto attivo per tutta la partita, anche sfortunato in alcune occasioni ma sbaglia delle occasioni che si rivelano fondamentali nell’economia del match.
Payet 5 – Un bell’assist nel primo tempo oltre a un fallo criminale che spegne la partita di Cristiano Ronaldo. Ma quello che veramente si spegne è lui, e la sostituzione ne è il giusto epilogo.
Giroud 5,5 – Fa come sempre a sportellate con gli avversari, buone triangolazioni con i compagni di reparto ma alla voce conclusioni a rete c’è molto molto poco.

Coman 6 – L’unico che cerca di creare pericolosità in area avversaria. Il solo francese che si muove su tutto il fronte di attacco e che dà significato alla parola “dinamismo”, pur senza incidere in maniera decisiva.
Gignac 6 – Molto sfortunato sull’azione del palo. Il calcio è anche questo, al 92′ pochi centimetri lo avrebbero fatto diventare un eroe. Si vede solo lì.
Martial sv

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy