Le Pagelle di Galles-Belgio 3-1: sogno Galles, vola in semifinale!

Le Pagelle di Galles-Belgio 3-1: sogno Galles, vola in semifinale!

Iniziale vantaggio belga con Nainggolan, poi la rimonta gallese tutta cuore e grinta: prima Ashley Williams, poi Robson-Kanu e Vokes a regalare la storica qualificazione alle semifinali.

di Voti Fantamagazine

Il Galles entra nella storia. Illusorio l’iniziale vantaggio del Belgio con un siluro di Nainggolan: i dragoni rimontano con un’inzuccata di Williams, seguita dalla spettacolare giocata di Robson-Kanu e dallo stacco di Vokes. Impresa clamorosa, adesso per il Galles è semifinale. Ecco le pagelle Fantamagazine.

PAGELLE FANTAMAGAZINE GALLES

Hennessey 6 – Buona parata su Carrasco ad inizio primo tempo, sul tiro di Nainggolan servirebbe un miracolo, lui non lo compie.
Gunter 6,5 – Si fa vedere poco in avanti, preoccupato dalle folate offensive di Hazard prima e De Bruyne dopo. Non commette errori difensivi, dal suo cross nasce il terzo gol.
Chester 6,5 – Soffre la fisicità di Lukaku quando l’attaccante belga naviga in quelle posizioni. Si riprende nel secondo tempo alzando un muro con i suoi compagni.
A. Williams 7,5 – Non solo è il migliore del reparto arretrato, riesce anche a rendersi pericoloso in area belga. Proprio su un corner a favore trova l’inzuccata del pareggio. Saracinesca.
Davies 6,5 – Parte a rallentatore come tutti i suoi compagni, quando però la partita si fa dura, si fa trovare pronto e blocca ogni velleità avversaria.
Taylor 6,5 – Spinge parecchio sulla fascia sinistra e solo una gran parata di Courtois gli nega il gol in una delle sue folate offensive. Salva sulla linea su Hazard nel primo tempo.
Ledley 6 – Lottatore del centrocampo di Coleman, poca qualità ma tantissima quantità.
Ramsey 7 – Si accende a tratti, ma quando lo fa mette in seria difficoltà i difensori del Belgio. Ogni corner calciato da lui è un pericolo, serve l’assist per il gol di Robson-Kanu. Ammonito salterà la partita contro il Portogallo.
Allen 6 – Tutti i palloni passano dai suoi piedi. Organizza in maniera perfetta il gioco del Galles.
Bale 7 – Cos’altro si può dire di questo giocatore? Quando il Galles è in difficoltà se lo prende sulle spalle e lo tira fuori con le sue galoppate palla al piede. Si prende qualche pausa, ma quando serve lui c’è.
Robson-Kanu 7 – Nel primo tempo solita partita di sofferenza, dove di palloni non ne vede neanche l’ombra, nel secondo, con la complicità della marcatura allegra di Meunier, segna un grande gol, che porta il Galles sulla luna.

King s.v.
Vokes 6,5 – Entra e segna un gol da vero attaccante, con un colpo di testa imparabile.
Collins s.v.

PAGELLE FANTAMAGAZINE BELGIO

Courtois 6,5 – La parata su Taylor è “eccezziunale veramente”, sui gol è impotente. Se questa sera il Belgio schiera il pacchetto difensivo dell’Ischia Isolaverde, lui che colpa ne ha?
Meunier 5,5 – Suvvia, non è un terzino: pirandellescamente veste la maschera del difensore, ma è una ala a tutti gli effetti. Spinge come un matto e sforna assist come sfogliatelle calde ma in difesa è da horror: perde Taylor nel primo tempo e viene preso in giro da Robson-Kanu in occasione dell’1-2. “Dottor terzino, mister ala”.
Alderweireld 5 – Più attento in marcatura di Denayer:timbra il cartellino da onesto impiegato senza ricevere “multe”ma anch’egli è coinvolto nel naufragio difensivo belga. Si getta spesso in avanti con orgoglio e disperazione ma ha sulla coscienza il terzo gol.
Denayer 4,5 – Lo stopper del Galatasaray sostituisce Vermaelen e fa rimpiangere il centrale del Barcelona: perde Williams in occasione del primo gol, sempre in sicuro ed allegro in marcatura. Fossimo in lui, ci iscriveremmo ad un “Master in marcatura”.
J. Lukaku 5 – Con quel fratello rischia di fare la fine dei vari Hugo Maradona ed Eddy Baggio iscrivendosi alla gara per la vittoria della palma di fratello scarso: prego, dopo la gara di oggi può anche ritirare il premio. Sulla sinistra il Belgio balla la macarena ed è co-protagonista con Denayer in occasione del primo gol del Galles. ” Vai tu o vado io”?
Witsel 5 – Radiomercato lo accosta al Napoli ma lui chiede 4 milioni netti per approdare alla corte della Dea Partenope:foste in De Laurentiis, lo accontentereste? Noi ci penseremmo su. Tuttocampista più di lotta che di governo, non “si illumina mai di immenso” ma solo a sprazzi. Aurelio, attento al “pacco”.
Naingollan 6,5 – “Un gol agghiaggiande”:il centrocampista della Roma che il ct azzurro Conte vuole portare al Chelsea segna un gol di rara potenza e precisione e a centrocampo fa la voce grossa lottando e creando anche da trequartista. Cala un po’ nella ripresa. Se cercate il termine “universale” sul dizianario tra i possibili sinonimi troverete anche Nainggolan. Ninja sfortunato.
De Bruyne 5 – Va a strappi, ma è solo tanto fumo e poco arrosto:”molto rumore per nulla” direbbe Shakespeare.
Carrasco 5 – Vince il ballottaggio con Mertens ma sbaglia un gol facile facile in avvio: i tempi del controllo sono più alla Margheritoni che alla Carrasco. Partita da dimenticare. Sostituito e bocciato.
Hazard 5,5 – “Terrific one” contro l’Ungheria, “Normal one” questa sera: è tornato il giocatore dell’ultima stagione contro il Chelsea. Puntare su di lui, oggi, è stato un Hazard-o.
R. Lukaku 5,5 – E’ il Bud Spencer del Belgio: gigante buono e bravo. Fa a spallate con tutta la difesa del Galles creando spazi per il vari Hazard e De Bruyne che dovrebbero vestire i panni dei furbetti alla Tetence Hill: fa da sponda, crea varchi e tenta invano il gol, sbagliandone uno che poteva cambiare il match. “Lo chiamavano Trinità”.

Fellaini 5,5 – Entra per dare equilibrio alla squadra e la sua prestazione non dispiace, ma non convince neanche a pieno:il suo testone è l’unica arma a disposizione del Belgio nel secondo tempo. Sfiora il gol. “A belli capelli’, direbbero a Roma.
Mertens 5,5 – Una antica leggenda belga vuole che la dinastia dei Mertens sia rappresenta da persone che amano solo vedere il secondo tempi dei film o mangiar solo il secondo piatto a tavola: Dries, come a Napoli, disputa solo la ripresa ma non incide ed è costretto a fare il terzino.
Batshuayi s.v. – Ha solo il tempo di osservare la festa del Galles: sarà il prossimo centravanti del Chelsea di Conte.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy