Pagelle Verona – Udinese 1-0: Favilli regala la prima vittoria all’esordio in casa

di Voti Fantamagazine

Nonostante un terreno pesantemente provato dalle forti precipitazioni, il Verona riesce a portare a casa l’intera posta in palio nella sfida con l’Udinese con la rete, la prima in Serie A, di Favilli subentrato a fine primo tempo al posto di Di Carmine. Nella ripresa la formazione di Juric riesce a difendere il risultato e ad ottenere la seconda vittoria consecutiva, la prima sul campo.

PAGELLE VERONA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Verona

Silvestri 6,5 – Si guadagna la pagnotta con una gara concentrata in cui non deve fare i miracoli ma risponde sempre presente. Così accade nel primo tempo dove è sicuro su De Paul, poi sporca la capocciata di Becao mandando la sfera sulla traversa. Così accade anche nella ripresa dove mette i guantoni sulle conclusioni di Ouwejan e sul quasi autogoal di Gunter.

Cetin 6,5 – Cagnaccio, protagonista di alcuni ottimi anticipi e sfiora anche il goal. Prova convincente per il giovane difensore turco.

Gunter 6,5 – Mezzo voto in meno solo per lo spavento procurato quando nella ripresa quasi sfiora un autogoal fantozziano. Per il resto, si mostra sicuro mettendo la museruola a Okaka.

Lovato 6 – Conferma per il giovanissimo difensore che gioca la sua prima gara da titolare in A, la seconda complessiva in massima serie dopo aver rilevato Empereur contro la Roma la scorsa settimana. Juric lo getta in campo, è leggermente più impacciato rispetto ai compagni di reparto.

Faraoni 6 – Gara da ex per il laterale destro che nel primo tempo gioca sotto tono. Nella ripresa cresce insieme alla squadra e sfiora finanche il goal con Musso che ci mette i guantoni. Entra, seppur in maniera non voluta, alla rete di Favilli sporcando il cross di

Tameze 6,5 – Uomo ovunque. Distrugge il gioco avversario ma è anche molto propositivo, va vicino alla prima rete in A con un rasoterra velenoso.

Veloso 6 – Anche lui un po’ fuori giri rispetto al solito, sicuramente il campo pesante non agevola le sue caratteristiche tecniche. Suona la carica nellar ripresa con una maggiore pulizia nella manovra.

Dimarco 5,5 – Di solito è più incisivo, soprattutto in fase offensiva. Si limita al compitino e va in affanno insieme a Lovato in difesa.

Barak 6,5 – Dente avvelenato per un grande ex della gara. Dopo sei minuti mette una grande palla nel corridoio per Zaccagni che sciupa tutto. Combatte su ogni pallone e mette lo zampino sul goal con il cross, deviato da Faraoni, che viene corretto dall’accorrente Favilli.

Zaccagni 6,5 – Sciupa subito una bella occasione tirando a fil di palo ma a lato della porta difesa da Musso. Per il resto è una spina nel fianco sulla trequarti bianconera: con i suoi numerosi strappi accompagna l’azione scaligera.

Di Carmine 5,5 – Soffre la fisicità dei tre centrali bianconeri. Viene inghiottito ed è costretto, alle soglie dell’intervallo, ad alzare bandiera bianca.

Favilli 7 – Subentra all’acciaccato Di Carmine al quarantesimo. Ad inizio ripresa trasforma in rete un assist di Barak. Si tratta del suo primo goal in Serie A dopo 27 presenze. Una rete liberatoria, un goal da rapace d’area.

Colley 6 – Juric lo inserisce per sfruttare velocemente le ripartenze, su una di queste allo scoccare del novantesimo quasi sfiora il raddoppio. Buon approccio del giovane gambiano in maglia gialloblu.

Dawidowicz sv – Entra per difendere il risultato e irrobustire la mediana.

PAGELLE UDINESE

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Udinese

Musso 6 – Risponde presente alla conclusione di Faraoni, s’inchina al tiro al volo di Favilli che decide il match. Per il resto è poco sollecitato anche perché i calciatori del Verona raramente beccano lo specchio della porta difesa dall’estremo difensore argentino.

Becao 5,5 – Il vizietto di segnare all’esordio quasi lo conferma a pochi minuti dalla fine del primo tempo. Il suo colpo di testa, parato da SIlvestri, termina la sua corsa sulla traversa. In difesa è solido, poi il patatrac: scivola nel tentativo di anticipare Favilli, l’attaccante ringrazia e gonfia la rete.

De Maio 6 – Altro ‘sceriffo’ cattivo della difesa bianconera. Blocca le cattive intenzioni di Di Carmine. Esce nel finale per motivi tattici: Gotti prova a riempire l’area col macedone Nestorovski.

Samir 5,5 – Paradosso dei difensori bianconeri: meglio in attacco che in difesa. Sul primo fronte coglie la traversa nel secondo tempo; sul secondo è troppo molle su Barak che ha il tempo di crossare per Favilli nell’azione del goal.

ter Avest 6 – Alla vigilia poteva essere una gara difficile per lui. E, invece, approfitta della giornata poco felice di Dimarco in proiezione offensiva fornendo una prestazione personale ordinata. Si sovrappone poco nell’area avversaria.

de Paul 6,5 – Gioca da pendolo tra il centrocampo e l’attacco. Alla mezzora si mette in proprio: supera due giocatori del Verona ma la sua conclusione trova la risposta con i piedi di Silvestri. Due suoi calci da fermo provocano due traverse. Tutto ciò che tocca diventa oro per l’Udinese. Niente male per un calciatore dato come sicuro partente…

Arslan 6 – Gioca con intelligenza tattica sopperendo al mestiere alla condizione fisica ancora approssimativa. Può rivelarsi prezioso nel centrocampo bianconero.

Coulibaly 6 – Muscoli e piede fino, come quando al quarto d’ora manda in porta Lasagna dopo uno strappo vigoroso e un bel passaggio in profondità: l’attaccante bianconero sceglie l’opzione più difficile e la sfera termina alta sopra la traversa. Si mette anche in proprio ma la sua sventola non coglie lo specchio della porta.

Zeegelaar 5,5 – Il paragone, a livello di pericolosità offensiva, con Sema è impari. Mai effettivamente produttivo, poteva approfittare della giornata non felice di Faraoni. Ad inizio ripresa crolla sotto le folate offensive avversarie.

Okaka 5,5 – Si sbatte ma non riesce a incidere nel match anche per via della stretta marcatura di Gunter che lo limita nella rifinitura dell’azione. Offre diverse buone sponde ai compagni di squadra che non vengono sfruttate a dovere.

Lasagna 6 – Coulibaly lo manda praticamente in porta, ma prova la conclusione a giro che si spegne alta. Ci prova in tanti modi, è molto vivace ma sia Silvestri che la difesa gialloblu fanno buona guardia.

Ouwejan 6 – Sfiora il goal e solletica la pronta risposta di Silvestri. Batte anche i corner con il suo delicato mancino.

Forestieri 5,5 – RItorna a vestire il bianconero dopo quasi dieci anni e tante esperienze all’estero. L’approccio è da migliorare.

Nestorovski sv – Nel finale ha un’occasione vitale per pareggiare i conti ma non riesce a lasciare il segno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy