Pagelle Spezia – Sassuolo 1-4: esordio amaro per lo Spezia che si scontra con un grande Sassuolo

di Voti Fantamagazine

Seppur non piaccia ad allenatore e dirigenza, una partita d’esordio da Pazza Inter. A San Siro i nerazzurri, infatti, si rendono protagonisti di una tanto roboante quanto rocambolesca vittoria per 4-3 su una sfortunatissima Fiorentina che è in grado di tenere l’Inter sotto scacco per circa novanta minuti, grazie anche e soprattutto a una prestazione assoluta di Ribery, ma che non è stata in grado di chiudere la partita.

PAGELLE SPEZIA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Spezia

Zoet 5,5 – Non può nulla sulla perla di Djuricic che sblocca il match. Stende platealmente Caputo per il rigore del 2-1 che Berardi non sbaglia. Raccoglie a fine match quattro volte la sfera in fondo al sacco senza avere particolari colpe.

Sala 4 – Djuricic lo supera come un birillo in occasione dell’1-0. In generale, soprattutto nel primo tempo, il Sassuolo domina dalle sue parti e non riesce mai a controbattere colpo su colpo.

Erlic 4,5 – In ritardo su Djuricic, erroraccio sul 2-1 con Caputo che gli sfila da dietro e si procura il penalty che Berardi sigla. In generale naufraga nella disastrosa linea difensiva spezzina.

Dell’orco 4 – Gara da ex con tanti errori in fase di marcatura per il centrale di piede mancino che risulta essere troppo leggero nei contrasti. Non riesce ad essere bravo a leggere le folate nerazzurre. Fatale l’errore in fase d’impostazione che, difatti, provoca il tris neroverde.

Ramos 5,5 – Anche lui balla la salsa come tutta la linea difensiva ma, paradossalmente, Berardi incide di meno rispetto allo scatenato Djuricic. Supportato anche dall’encomiabile lavoro difensivo di Gyasi.

Bartolomei 5,5 – Un po’ in ombra. Tiene bene il campo nel primo tempo anche se non supporta a dovere Sala spesso infilato dal duo Djuricic-Kyriakopoulos. Cede il campo a Mora nelle battute finali.

Ricci 6 – Quantità e qualità. Nel primo tempo è l’anima dello Spezia. Suo il cioccolatino per Galabinov, suo un recupero su un contropiede goloso per il Sassuolo. Cala con il passare dei minuti.

Pobega 5,5 – Il giovane rampante scuola Milan debutta in A dopo la trafila tra Ternana (Serie C) e Pordenone (Serie B). Ci mette tanto impegno ma forse appare leggermente acerbo nella gestione della sfera. Il ragazzo, però, promette bene.

Agudelo 5,5 – Ha talento ma si accende con intermittenza. Le sue conclusioni sono pericolose ma non trova lo specchio di porta difeso da Consigli.

Galabinov 6,5 – Quarto goal in A per il gigante bulgaro. Ottimo assist di Ricci e splendida capocciata del centravanti spezzino che sfiora lo storico bis cogliendo la traversa. La sua rete rimarrà negli annali per essere il primo centro in massima serie della compagine ligure.

Gyasi 6 – Mezzo voto in meno per il clamoroso errore nel finale dove ha mandato alle ortiche un comodo tap in. Prestazione di grande sacrificio e applicazione difensiva, ma deve pungere un po’ di più negli ultimi sedici metri.

Farias 6 – Entra e prova a suonare la carica sfruttando la sua verve e la stanchezza dei difensori neroverdi. Nel finale costringe Consigli ad una parata difficile.

Mora 6 – Anche il centrocampista impatta decisamente bene con Consigli che è costretto ai straordinari per innescare una sua conclusione nel finale.

Deiola 6 – Subito un guizzo per il centrocampista appena è entrato in campo: traversone per Galabinov che quasi concede il bis ma centra la traversa.

Ferrer sv – Uno dei grandi protagonisti della cavalcata che è valsa la storica promozione in A. Rileva un largamente insufficiente Sala.

Chabot sv – Manciata di minuti per uno dei tanti volti nuovi della formazione ligure

PAGELLE SASSUOLO

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Sassuolo

Consigli 6,5 – Incolpevole sul goal di Galabinov, poi quasi mai impegnato fino agli ultimi minuti, quando trova due belle parate che evitano il raddoppio dei padroni di casa.

Toljan 6 – Gara onesta, senza alti né bassi; spinta ordinata e poche sofferenze dietro.

Chiriches 5,5 – Due sole sbavature in tutto l’arco del match, ma importanti, quando si fa beffare di testa da Galabinov, con l’attaccante dello Spezia che segna nella prima occasione e prende la traversa nella seconda. Esce nel finale per Ayhan.

Ferrari 7 – Perfetto in difesa, sia in anticipo che sulle palle alte. Mette anche lo zampino nella quarta rete del Sassuolo, quando una sua sponda di testa si trasforma nell’assist per il goal di Caputo.

Kyriakopoulos 6 – Gioca solo un tempo, con una buona fase di spinta, anche se i pochi pericoli creati dallo Spezia arrivano dalla sua fascia. Non rientra dagli spogliatoi e lascia il posto a Muldur

Locatelli 6,5. – Metronomo della squadra, gestisce le geometrie senza errori o sbavature, trovando molti spunti. Colpisce anche la traversa su punizione.

Obiang 6 – Si limita al compitino, pur senza difficoltà. Termina la sua partita al fischio che chiude il primo tempo ed esce per Bourabia.

Berardi 6,5 – In ombra per gran parte della partita, il rigore che conquista Caputo lo ravviva, in quanto si presenta sul dischetto e realizza. Da lì si accende ed è un suo tocco in profondità a dare l’avvio al goal di Defrel. Esce nel finale per Ricci.

Defrel 6,5 – Per buona parte della partita si dimostra generoso con tanto movimento e pressione, ma piuttosto sterile. Quando lo Spezia si apre, è però bravo a sfruttare gli spazi, trovando anche la sua prima rete stagionale. La sua partita termina ad una ventina di minuti dalla fine, quando esce per Traorè.

Djuricic 7 – Ha voglia di rifarsi dopo l’ultima prestazione incolore e si vede fin dai primi minuti. Mette spesso in grande difficoltà Sala, che infatti batte con un bel tunnel quando si smarca per portare in vantaggio i suoi. Va spesso via ai suoi marcatori con giocate di qualità e subendo tanti falli. Forse troppo egoista quando cerca la finezza, anziché concretizzare servendo i compagni, ma oggi era in fiducia.

Caputo 7,5 – Torna al goal il bomber dei neroverdi, sfruttando nel finale una bella sponda di Ferrari; ma la sua partita non è solo questo. Tanto movimento a mettere in in difficoltà la retroguardia di casa e trova per altre tre volte la rete, ma viene sempre fermato dal VAR per pochissimo. Suo anche l’assist che vale la rete di Defrel

Muldur 6,5 – Non si fa notare per delle scorribande importanti, ma il suo pressing alto e il suo dinamismo mettono in grande difficoltà i padroni di casa.

Bourabia 6 – Entra per Obiang, ma la sua prestazione ricalca quella del compagno di squadra. Pochi spunti, ma anche nessun errore particolare.

Traorè 6 – Esce a partita praticamente finita, coi suoi in pieno possesso del risultato. In questo contesto, lo spezzone di gara che gioca vale giusto il voto.

Ayhan S.V.

Ricci S.V.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy