PAGELLE SALERNITANA - VENEZIA

Pagelle Salernitana – Venezia 2-1: Bonazzoli-Verdi, i granata sognano la permanenza in A!

Le pagelle di Salernitana - Venezia (2-1) a cura della redazione di Fantamagazine.com

Voti Fantamagazine

La Salernitana, con il successo risicato sul Venezia, si toglie, per la prima volta, dai bassifondi della classifica scavalcando il Cagliari al quartultimo posto. I granata, ora, hanno un margine di un punto sugli isolani: domenica sarà scontro diretto tra le due squadre che, probabilmente, deciderà le sorti del campionato.

PAGELLE SALERNITANA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Salernitana

Sepe 6,5 - Subito messo alla prova da Ceccaroni. Fa buona guardia sulla conclusione ravvicinata del centrale arancioneroverde. Bene anche sulla conclusione di Okereke. Fa un buon miracolo su Caldara, ma poi Henry lo piega da pochi metri. Nell'occasione si infortuna a un occhio ed è costretto al cambio.

Gyomber 7 - Altra gara di grande levatura per il centrale slovacco che concede le briciole agli attaccanti arancioneroverdi.

Radovanovic 6,5 - Rientra dopo le ultime due gare saltate per infortunio. Si piazza al centro della difesa e fa bene il suo lavoro. Sfiora anche il gol nel primo tempo.

Fazio 7 - Con il recupero di Radovanovic, si piazza da braccetto sinistro. Il risultato non cambia: come a Bergamo giganteggia sugli attaccanti avversari con ottimi contrasti aerei. Ma, soprattutto nel primo tempo, si fa notare anche con alcune discese di classe. Straordinario.

Mazzocchi 6,5 - Incrocio da fresco ex per il laterale granata che è stato uno dei protagonisti della cavalcata promozione del Venezia. Rispetto al solito è meno ficcante, ma gioca in maniera ordinata e pulita gestendosi per l'arco dei novanta e più minuti.

Lassana Coulibaly 6 - Meno intraprendente rispetto a quanto ha abituato gli addetti ai lavori, scaraventa un paio di conclusioni sbilenche. Esce stremato nella ripresa.

Bohinen 6,5 - Straordinari anche per il regista norvegese che ha il merito di lavorare bene ai fianchi della mediana arancioneroverde costruendo precise geometrie.

Ederson 6 - Anche per il brasiliano la stanchezza si fa sentire. Guadagna un giallo sciocco e provoca una punizione pericolosa. Per il resto ha qualche suo strappo, ma è molto meno incisivo rispetto al solito.

Zortea 6 - Meno efficace in attacco, decisamente diligente in difesa. Evita parecchie situazione scomode.

Bonazzoli 6,5 - Gol all'andata, gol al ritorno per la punta ex Torino e Sampdoria che realizza dal dischetto. Troppo lezioso, perde innumerevoli palloni sanguinosi in certi frangenti del match.

Djuric 6,5 - Solito alfiere: le palle alte sono tutte sue. Sfiora il raddoppio al 36esimo, ma Caldara salva la sfera sulla linea. Nella ripresa lotta come un leone fino al cambio dove viene salutato da una passionale standing ovation.

Belec 6 - Entra a freddo. Bene nelle uscite. Parata-laser sulla punizione di Aramu, terminata a fil di palo.

Kastanos 6 - C'è il suo zampino nell'azione del raddoppio, ma è uno dei pochi lampi di una gara complicata in cui tocca pochi palloni.

Verdi 7,5 - Entra e segna il gol del 2-1 con un fortunato rimpallo. Quattro gol in dodici gare, altra rete decisiva dopo quella di Udine. Un pezzo di questa impresa stratosferica la sta costruendo anche lui.

Ruggeri 6 - Forze fresche in difesa per i granata per aumentare la tenuta del fortino.

Perotti sv

Pagelle a cura di Mario Ruggiero.

PAGELLE VENEZIA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Venezia

Maenpaa 6 - Poche colpe sui gol. Qualche brivido in alcune uscite.

Svoboda 5,5 - Il suo avversario più pericoloso, soprattutto nel primo tempo, è... Fazio. Non perfetto su Djuric e sull'azione del 2-1.

Caldara 6,5 - Pochi errori ed entra nel match su due episodi importanti: salva sulla linea il gol di Djuric (sarebbe valso il 2-0) e nell'azione del pareggio Sepe è costretto al miracolo prima di capitolare sulla ribattuta di Henry.

Ceccaroni 5 - Pronti, via e un suo tocco di mano galeotto consegna alla Salernitana l'occasione di sbloccare il match, realizzata da Bonazzoli.

Mateju 6 - Gara senza lampi e sbavature. Dà una mano in copertura a Svoboda.

Ampadu 5 - Alterna buone giocate ad altre decisamente pessime, inclusa l'espulsione - francamente evitabile - a fine partita.

Peretz 5,5 - Confermato titolare dopo il buon assist a Aramu, non fa vedere il buon impatto di Torino, anzi soffre la fisicità del centrocampo muscolare della Salernitana. Inevitabile il cambio dopo più di un'ora.

Haps 5 - Prestazione poco convincente del laterale mancino che commette diversi errori in entrambe le fasi. Mazzocchi e Bonazzoli vanno a nozze sui suoi errori.

Aramu 6,5-  L’uomo più pericoloso dei lagunari. Svaria per tutto il fronte d'attacco e sfiora per questione di centimetri il gol del 2-2.

Henry 6 - Primo tempo complicato, meglio nella ripresa e non solo per il gol, facile facile di ribattuta sul colpo di testa del compagno Caldara. Trascina i suoi con personalità.

Okereke 6 - Sfiora più volte il gol trovando sempre Sepe a negargli la gioia della rete: nel primo tempo è in fuorigioco, nella ripresa - invece - angola ma non troppo la conclusione esaltando i riflessi del portiere granata.

Ullman 5 - Un po' più vivace del compagno che rileva, ma anzi ha sulla coscienza il raddoppio di Verdi che chiude il match. 

Crnigoj 6 - Uno dei pochi a non mollare. Fino all'ultimo tenta qualche strappo e qualche azione personale. 

Busio 5,5 - Entra ma non riesce a incidere positivamente nonostante le grandi doti tecniche che possiede. 

Nsame 5 -  Un quarto d'ora poco produttivo per il centravanti che viene annullato dal terzetto difensivo granata. 

Johnsen sv

Pagelle a cura di Mario Ruggiero. 

tutte le notizie di