Pagelle Lecce – Spal 2-1: Mancosu inventa e i salentini volano! – Voti Fantacalcio

Pagelle Lecce – Spal 2-1: Mancosu inventa e i salentini volano! – Voti Fantacalcio

Gol su rigore e assist decisivo per il gol partita di Majer per il capitano giallorosso. Petagna segna il gol della bandiera per la Spal ma non basta.

di Voti Fantamagazine

Terza vittoria consecutiva per il Lecce nel delicato match-salvezza che apre il ventiquattresimo turno di Serie A. Esordio amaro per Di Biagio sulla panchina della Spal: estensi alla quarta sconfitta di fila e sempre più nel baratro. Mattatore del match Mancosu, autore del goal che sblocca la sfida e dell’assist per Majer, al primo centro in A. Le reti giallorosse sono state intervallate dal centro del “solito” Petagna per gli emiliani.

PAGELLE LECCE

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Lecce

Vigorito 6,5 – Può fare davvero poco sulla zuccata di Petagna. Molto sicuro, invece, nei primi minuti con due uscite pulite, si supera su Di Francesco allungando il braccio quanto serve. Nella ripresa ci mette i guantoni su Castro e Strefezza.

Donati 6,5 – Generoso, molto attento in fase difensiva con alcuni preziosi recuperi. Si fa vedere anche in fase offensiva con alcuni buoni cross, da uno di questi nasce la meravigliosa azione in cui il Lecce guadagna il penalty del vantaggio.

Lucioni 6 – Gara di ordinaria amministrazione per il “sindaco”. Petagna tende molto ad allargarsi, dunque la maggiore preoccupazione viene destata dagli inserimenti senza palla dei centrocampisti ospiti.

Rossettini 5,5 – Petagna lo sovrasta nettamente in occasione del pareggio. Un piccolo grande errore in una gara tutto sommato sufficiente per l’esperto centrale giallorosso.

Calderoni 6 – Ritorna titolare dopo quasi due mesi e un girone d’andata d’alto livello. Petagna tende spesso a giocare dalle sue zone e, nella ripresa, Di Biagio schiera anche la carta Strefezza. Barak non lo sostiene più e non è un caso che il terzino finisca presto la benzina chiedendo il cambio nel finale.

Majer 7 – Primo centro in A per il centrocampista sloveno che aveva già partecipato in maniera attiva all’azione del vantaggio, venendo praticamente travolto da Bonifazi in area di rigore.

Deiola 6 – Play diverso rispetto a Tachtidis, da quando è titolare il Lecce inizia a viaggiare con un’altra velocità. Molto lavoro oscuro per l’ex Cagliari che si becca l’ennesimo giallo e impegna nella ripresa Berisha con un rasoterra che viene inghiottito agevolmente dalle braccia dell’estremo difensore albanese.

Barak 6 – Uno degli uomini più pericolosi del Lecce: ha almeno tre nitide occasioni da goal sfruttate non in maniera eccelsa.

Mancosu 7,5 – Goal e assist per il fantasista sardo che sblocca il match su rigore e poi serve un prezioso assist per Majer, alla sua prima prodezza in A. Sempre nel vivo delle azioni giallorosse.

Falco 5,5 – Esce per infortunio alla mezzora. A differenza del compagno di reparto, pur avendo un minutaggio inferiore, non riesce ad incidere sul match rispetto alle precedenti gare dove era stato decisivo con un goal contro il Torino e un assist contro il Napoli.

Lapadula 5,5 – Grande agonismo come sempre, ma ha pochi palloni giocabili. Molto nervoso, rischia grosso con alcuni interventi duri, soprattutto quello in cui gli viene comminata l’ammonizione.

Shakhov 5,5 – Rileva l’acciaccato Falco nel primo tempo. Ha pochi spunti, la sensazione è che ha una velocità diversa rispetto agli altri attori protagonisti di questo Lecce.

Paz sv – Entra per rinforzare la difesa nel finale all’arma bianca della Spal

Dell’Orco sv – Rileva l’esausto Calderoni nel finale.

Pagelle a cura di Mario Ruggiero

PAGELLE SPAL

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Spal

Berisha 6 – Rimane in piedi fino all’ultimo sul preciso rigore di Mancosu, non può nulla sul diagonale di Majer che bacia il palo prima di depositarsi in rete. Per il resto un paio di uscite alte e di interventi sicuri.

Cionek 6 – Gioca da terzino bloccato, ma sulla corsia mancina il Lecce non trova i giri giusti, forse anche per il ritardo di condizione di Calderoni. Nel finale si sgancia spesso, offrendo qualche cross sbilenco.

Bonifazi 5 – Prima regala un corner in maniera ingenua, poi provoca un calcio di rigore con un intervento scomposto su Majer guadagnando finanche il giallo. Momento non facile per il difensore scuola Torino.

Zukanovic 6 – Di certo più “sereno” del collega di reparto, l’esperto centrale bosniaco amministra senza troppi problemi il nervoso Lapadula.

Reca 5 – Donati è in forma e lo costringe alla difesa. Pesante l’esitazione su Majer che lo supera di slancio e incrocia battendo l’incolpevole Berisha.

Missiroli 5,5 – Di solito è uno degli ultimi a mollare, quest’oggi non era in vena. Spostato mezzala nel 4-3-3 di Di Biagio fatica a trovare le giuste misure.

Valdifiori 6 – Preciso sul corner per il pareggio di Petagna. Deiola ci mette i muscoli, lui risponde a colpi di fioretto nel duello tra le due mediane.

Castro 5,5 – Si fa spesso vedere in area di rigore, ma strozza la conclusione sul più bello in due circostanze. Dalla media distanza, invece, riesce a scaldare i guantoni di Vigorito che respinge lateralmente. Di Biagio lo “sacrifica” per schierare nel finale una squadra più offensiva.

Di Francesco 6 – Petagna gli consegna un pallone d’oro, ma il suo destro viene disinnescato da un ottimo intervento di Vigorito. Poco prima dell’intervallo fa ammonire, in rapida sequenza, due calciatori del Lecce dimostrandosi il più incisivo dei suoi nella prima frazione. Nella ripresa, invece, si nasconde fino alle battute finali in cui s’inventa una rovesciata dal nulla: gran gesto tecnico, l’efficacia della conclusione, però, è da desiderare.

Petagna 6,5 – Segna sempre lui. Ci mette la testa sul calcio d’angolo di Valdifiori, anticipando di netto Rossettini. Tende ad allargarsi e a concentrare tutti i possessi, ma non trova alcuna spalla per duettare nell’area di rigore giallorossa.

Valoti 5,5 – Sarà per l’insolita posizione di esterno, ma rispetto a Di Francesco è meno presente al centro del gioco spallino. Non è un caso che, con l’ingresso di Strefezza e l’arretramento a centrocampo, riesca ad essere leggermente più incisivo.

Strefezza 6 – Escluso, a sorpresa, dall’undici titolare subentra a venti minuti dalla fine. Al settantanovesimo impegna severamente Vigorito che si è opposto con efficacia sulla conclusione del fantasista brasiliano.

Floccari sv – Entra nel finale per un offensivo 4-2-4 giocando in appoggio a Petagna.

Pagelle a cura di Mario Ruggiero

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy