Pagelle Lazio – Udinese 1-3: Immobile non basta per i biancocelesti. Vittoria friulana sotto il segno del ‘Diez’ – Voti Fantacalcio

Successo a sorpresa dei bianconeri sul prato dell’Olimpico: tris friulano con protagonisti gli argentini Pussetto e Forestieri

di Voti Fantamagazine

La Lazio arriva all’appuntamento dopo le (ottime) fatiche di Champions, l’Udinese dopo quelle di Coppa Italia. I biancocelesti iniziano bene, ma la gara si mette presto in discesa per la formazione di Gotti, che gestisce il vantaggio con il piglio (e la tecnica!) di una grande squadra, rendendo inutile anche il momentaneo 1-3 di Immobile, sempre preciso dal dischetto. A ben pensarci, non stupisce il risultato finale: nel weekend di commemorazione del Pibe de Oro, infatti, la nutrita colonia albiceleste della squadra friulana – dalla porta alle punte: Musso, De Paul, Pereyra, Pussetto e Forestieri – lascia qualcosa in più sul campo. I tre punti dei friulani, oggi, sono un bacio di addio al Diez.

PAGELLE LAZIO

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Lazio

Strakosha 6 – Incolpevole nei primi due gol subiti: sul vantaggio bianconero la deviazione di Acerbi lo mette fuori causa, nell’occasione del raddoppio Pussetto conclude da distanza ravvicinata. Sul terzo forse avrebbe potuto fare meglio, ma il tiro di Forestieri è un piccolo gioiello.

Patric 5,5 – Discrete responsabilità nell’azione del vantaggio dell’Udinese, quando Pereyra con un tunnel gli fa ballare un po’ di tango argentino. Non una grandissima giornata la sua.

Acerbi 5,5 – Partita sfortunata quella del centrale della Lazio: una deviazione e una giocata che condizionano il risultato in occasione del vantaggio dell’Udinese e dello 0-3. Per il resto fa anche una discreta gara, salvando il risultato in maniera decisiva due volte in apertura di secondo tempo. Chiude in attacco, ma è poco servito dai compagni.

Radu 5,5 – Nella mediocrità della giornata vissuta dalla retroguardia della Lazio, si perde anche il capitano. Non ha particolari colpe, ma due dei tre gol si sviluppano dal suo lato e forse avrebbe potuto posizionarsi meglio nell’azione del terzo gol dei friulani.

Lazzari 6 – La difesa dell’Udinese è attentissima a non concedergli la profondità, e lui è costretto spesso a rientrare verso l’interno, mettendo in mezzo palloni morbidi col sinistro. Nonostante il risultato, è autore di una buona gara, pur calando alla distanza.

Cataldi 5 – Il centrocampo della Lazio nei primi 45’ minuti è inconsistente, e lui ne è una delle ragioni. Marca Pussetto a due metri nell’occasione del raddoppio, e Inzaghi lo sbatte fuori all’intervallo.

Parolo 5 – Vale quanto detto per Cataldi, ma le sue responsabilità sono principalmente nell’occasione del primo gol, quando non esce su Arslan a ostacolare la conclusione. Fuori anche lui all’intervallo.

Luis Alberto 5,5 – In apertura mette una gran palla per Correa ma Musso ipnotizza l’argentino. Cuce gioco come al solito, ma la gabbia dell’Udinese è efficace e ne limita le invenzioni. Esce al 62’.

Fares 4 – Nel modulo di Inzaghi i due esterni sono fondamentali, ma evidentemente lui non lo ha capito. Ancora un corpo estraneo nei meccanismi biancocelesti, decise responsabilità anche nell’occasione del secondo gol. Sbattuto fuori al 45’ soltanto perché farlo prima sarebbe stato troppo umiliante.

Correa 5 – Ha una buona occasione in avvio su imbucata di LA, ma Musso lo ipnotizza. Poi, dopo un primo tempo nel traffico, nella ripresa, complice anche la nuova posizione dietro le due punte, è molto più vivace. Ci prova, ma non trova la giocata decisiva e negli ultimi minuti scoppia del tutto.

Immobile 6 – Tocca forse due palloni in tutto il primo tempo, soffrendo la penuria di rifornimenti. Nel secondo tempo più presente, si procura e segna il calcio di rigore che avrebbe potuto riaccendere la speranza.

Akpa Akpro (dal 45’) 6 – Da solo esibisce più muscoli della coppia Parolo-Cataldi. Buon ingresso in campo per l’ex-Salernitana, ma non riesce ad incidere su un risultato già compromesso.

Marusic (dal 45’) 5,5 – Nel secondo tempo la Lazio cerca in tutti i modi di riagguantare la partita, e la sua spinta si sente. Di un altro livello rispetto a Fares, ma questo, oggi, non vuol dire sufficienza.

Caicedo (dal 62’) 6 – Oggi la ZC (Zona Caicedo, un tempo Zona Cesarini) è fuori servizio. Il suo ingresso dà sostanza in attacco ai suoi, ma questa volta l’uomo nero non fa paura all’attenta retroguardia friulana.

Lucas Leiva (dal 45’) 6 – Come per Akpa Akpro, il suo ingresso rivitalizza la manovra della Lazio. Buona frazione di gara.

Pereira – s.v.

Pagelle a cura di Salvatore Iacolare

PAGELLE UDINESE

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Udinese

Musso 5,5 – Macchia una prestazione con pochi interventi ma di grande attenzione, con un’uscita in ritardo con cui concede il rigore su Immobile.

Becao 6,5 – Ordinato e attento in chiusura sugli attaccanti biancocelesti. Non soffre le combinazioni avversarie riuscendo ad intervenire con tempismo e fisicità.

Nuytinck 7 – Semplicemente impeccabile. Altra prestazione di altissimo livello, in cui si fa trovare sempre nel posto giusto al momento giusto e di testa sono tutte sue.

Samir 6,5 – Pragmatico ed efficace. Ricorre al fallo o alla palla lunga quando serve, senza rischiare. Scheggia anche la parte alta della traversa con una bella girata nel primo tempo.

Stryger Larsen 6,5 – L’infortunio è definitivamente alle spalle e le sue sgroppate a destra prima, e a sinistra poi, non mancano mai sia quando c’è attaccare, che quando bisogna difendere.

De Paul 7 – Giocatore imprescindibile. Dà qualità da metà campo in su, con grande facilità e grande disponibilità. Svaria su tutto il fronte d’attacco e pennella deliziosamente per i suoi compagni.

Arslan 7 – Gioca con una vistosa fasciatura, e sembra dover abbandonare il match nelle fasi iniziali, ma poi carica il destro e trova il goal del vantaggio. Sempre utile anche nel rallentare la manovra avversaria.

Jajalo 5 – Prende il posto del compagno ammonito e acciaccato, per dare energie fresche ed evitare di giocare in inferiorità numerica il resto del match. Suo l’errore che concede alla Lazio la possibilità di rientrare in partita.

Pereyra 6,5 – Giocata sontuosa quella con cui avvia l’azione del vantaggio, rifinita da un suo scarico per il goal di Arslan. Cala nella ripresa, ma la sua qualità è fondamentale per la mediana friulana.

Zeegelaar 6 – Poca spinta dalla sua parte, ma grande attenzione alla gestione di Lazzari. Non gli concede mai il fondo costringendolo a rientrare sul piede debole per cross e scarichi.

Molina 6 – Entra e fa cambiare fascia a Stryger. Si prende la corsia destra, con pochi spunti offensivi ma con tanta attenzione nella gestione del subentrato Marusic.

Forestieri 7 – Svolge tanto lavoro sporco con grande abnegazione, impedendo una gestione ragionata agli avversari. E alla prima vera occasione fulmina Strakosha per lo 0-3.

Walace sv.

Pussetto 7 – Prima ci prova di testa, ma non trova la porta, poi, si mette in proprio ripartendo dalla sua metà campo, triangolo con De Paul e goal dello 0-2.

Pagelle a cura di Marco Agostinelli

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy