voti fantacalcio

Pagelle Inter – Torino 1-0: Dumfries ha preso il vizio del gol!

MILAN, ITALY - OCTOBER 31: Denzel Dumfries of FC Internazionale is challenged by Jens Stryger Larsen of Udinese Calcio during the Serie A match between FC Internazionale and Udinese Calcio at Stadio Giuseppe Meazza on October 31, 2021 in Milan, Italy. (Photo by Jonathan Moscrop/Getty Images)

Basta un gol di Dumfries all’Inter per vincere la settima gara consecutiva, sesta senza subire gol. Una gara con poche emozioni, vinta con grande grinta dalla formazione nerazzurra che, in attesa delle gare di Napoli e Milan, allunga sulle...

Voti Fantamagazine

Basta un gol di Dumfries all'Inter per vincere la settima gara consecutiva, sesta senza subire gol. Una gara con poche emozioni, vinta con grande grinta dalla formazione nerazzurra che, in attesa delle gare di Napoli e Milan, allunga sulle due inseguitrici.

PAGELLE INTER

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Inter

Handanovic 6 - Viene impegnato poche volte, ma risponde sempre presente. Bene sulla punizione di Lukic e sull'ultima uscita del match dove è glaciale.

Skriniar 6 - Rimane nel cuore della retroguardia senza lasciarsi andare in giocate avventate sulla trequarti avversaria. Pjaca è ispirato e prova a metterlo in difficoltà ma lo slovacco riesce spesso a spuntarla.

de Vrij 6 - Gara di facile lettura: il Torino è molto propositivo, ma poco concreto dalle parti di Handanovic. Va in apnea, come gran parte della squadra, a metà ripresa. Prova a tamponare l'irruenza agonistica del subentrato Warming giocando anche di mestiere.

Bastoni 6,5 - Braccetto molto più dinamico rispetto a Skriniar. Non è un attaccante, ma sciupa una buona occasione a tu per tu con Milinkovic-Savic venendo contratto dalla difesa granata. Il suo anticipo su Sanabria permette la veloce ripartenza su cui Dumfries sblocca il match.

Dumfries 7 - Secondo gol consecutivo, il primo a San Siro, il terzo nelle ultime quattro partite in campionato. L'olandese volante realizza il gol del vantaggio con un diagonale preciso. Sempre pericoloso con le sue avanzate, è prezioso anche in fase difensiva.

Vidal 6,5 - Rileva lo squalificato Barella aggiungendo fisicità e spigolosità alla mediana nerazzurra. Chiaramente l'Inter perde in qualità ma ne guadagna sotto l'aspetto caratteriale, un fondamentale utile per amministrare il vantaggio.

Brozovic 6 - Anche per via dell'ottimo lavoro difensivo del Torino ha poco spazio per illuminare la platea con una delle sue giocate. Sbaglia tanto e anche in difesa è meno "solido" rispetto al solito facendosi saltare con estrema facilità.

Calhanoglu 6 - Un po' meno nel vivo del gioco rispetto alle ultime gare. Manda in porta Lautaro Martinez, ma non riesce a trovare gli spazi giusti per esibire le sue specialità anche per via della "garra agonistica" del Torino. Si becca anche un giallo sanguinoso che lo costringerà ad un turno di squalifica e a saltare la prima gara del 2022.

Perisic 6,5 - La sua veloce verticalizzazione permette a Dzeko di involarsi, a campo aperto, sulla trequarti avversaria nell'azione che porta al vantaggio nerazzurro. Ottimo in entrambe le fasi, controlla SIngo e ha ancora le forze per pungere la difesa del Toro alla soglia del novantesimo.

Dzeko 6,5 - Porge l'assist a Dumfries mantenendo lucidità dopo una ripartenza infinita. Amministra il vantaggio con sponde intelligenti e giocate di classe. Gli manca solo il gol.

Lautaro 5,5 - In ombra, non trova la rete pur sciupando una clamorosa occasione sull'1-0 spedendo la sfera sull'esterno della rete dopo aver aggirato Milinkovic-Savic. Tolto questo episodio non riesce a trovare modo per pungere ulteriormente la difesa granata.

Vecino 6 - Un po' più difensivo di Calhanoglu, dà sostanza alla mediana nella fase calda del match.

Sanchez 6 - Sfiora il raddoppio con una conclusione che fa la barba al palo. Sicuramente più pimpante di Lautaro, è in un buon periodo di forma.

Sensi sv

D'Ambrosio sv

Dimarco sv

PAGELLE TORINO

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Torino

Milinkovic-Savic 6 - Dumfries lo beffa con un tracciante rasoterra su cui vede anche la sfera all'ultimo: incolpevole. Qualche piccola sbavatura, come un'uscita avventata su un corner, ma nel complesso la sua prestazione è sufficiente.

Djidji 6 - Prova spesso ad anticipare gli attaccanti nerazzurri giocando più di fisico che di istinto. Nella parte finale della ripresa si sgancia anche spesso per provare ad impensierire la retroguardia nerazzurra.

Bremer 6,5 - Altra grande prova del difensore granata che sbaglia solo in occasione del quasi raddoppio di Martinez quando lascia troppo spazio all'argentino. Per il resto, impeccabile. E' pronto per una big.

Buongiorno 6 - Forse arriva leggermente in ritardo su Dumfries, ma nel complesso riesce a gestire al meglio il traffico delle sue parti.

Singo 5,5 - Dovrebbe sfruttare la sua maggiore fisicità su Perisic e, invece, ne esce con le ossa rotte nel confronto col duttile esterno croato.

Lukic 6,5 - Prezioso in entrambe le fasi, pressa come un ossesso ma ha sempre la lucidità giusta per cucire il gioco e servire con serenità i due trequartisti. Sfiora anche il pari, ma Handanovic fa buona guardia sulla sua punizione.

Pobega 6 - Gara senza infamia e senza lode. Pochi inserimenti, ma buona fisicità nel recuperare la sfera. Nel momento migliore viene sostituito da Juric.

Aina 5,5 - Non gli manca personalità, affronta con esuberanza un colosso come Skriniar guadagnandosi anche qualche fallo. Il suo grosso limite è la pochezza tecnica quando deve proporre un cross o un semplice passaggio.

Brekalo 5 - Bastoni è in forma strepitosa, non riesce mai ad azionarsi. Anzi sbaglia spesso l'ultima scelta regalando la sfera alla difesa nerazzurra.

Pjaca 6,5 - Gamba frizzante per l'ex Juventus che fa venire i brividi ai nerazzurri con una conclusione che sibila alla sinistra di Handanovic. In generale, ogni volta che ha la sfera tra i piedi può combinare qualcosa di pericoloso.

Sanabria 5 - Anticipato di netto nell'azione che ha portato in vantaggio i nerazzurri, non la cicca quasi mai.

Warming 6,5 - Buon ingresso per il giovane danese che, fino ad oggi, aveva disputato un solo minuto in A. Crea casino e apprensione provando, con incoscienza e spregiudicatezza, a far male all'attenta difesa nerazzurra.

Mandragora 6 - Si fa notare con diverse percussioni nel cuore della trequarti avversaria.

Rodriguez 6 - Regge bene le avanzate nerazzurre con gran mestiere.

Ansaldi sv

Praet sv

tutte le notizie di