Pagelle Genoa – Udinese 1-1: De Paul risponde a Pandev. Brividi nel finale con la traversa di Behrami – Voti Fantacalcio

Pandev porta in vantaggio dopo pochi minuti il Grifone, con un goal di classe e mestiere. De Paul risponde con un rigore glaciale. Punto a testa che fa sempre comodo per Genoa e Udinese al Marassi

di Voti Fantamagazine

Un punto a testa per Genoa e Udinese, protagoniste di una gara molto equilibrata al Marassi. Nel complesso si fanno preferire gli ospiti, con un Pereyra sugli scudi ma il finale è di marca rossoblu, con gli uomini di Ballardini capaci di infiammare la sfida con due occasioni clamorose sciupate da Zajc (palla sull’esterno della rete dopo un grandissimo slalom) e Behrami (traversa).

PAGELLE GENOA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Genoa

Perin 6 – Ritorna in campo dopo il forfait dello scorso turno. Non può nulla sul penalty di De Paul, è sicuro sul colpo di testa di Llorente. Ordinaria amministrazione nella ripresa.

Biraschi 6 – Un girone dopo rieccolo al suo posto. Proprio contro l’Udinese si era infortunato alla spalla. Ritorna da braccetto di destra e fornisce il suo solito contributo con grande attenzione in difesa.

Radovanovic 6 – Ormai sempre più sicuro nel ruolo di comandante della difesa. Nel finale, le sue verticalizzazioni da centrocampista aprono l’Udinese con il Grifone che quasi passa nei minuti di recupero.

Criscito 5,5 – Preciso e puntuale come gli altri compagni di reparto. Rovina la sua personale gara franando addosso a Pereyra e causando il rigore che permette all’Udinese di ritrovare il pareggio.

Zappacosta 6 – Spinta costante, nasce un bel duello con Stryger Larsen: i due laterali non si risparmiano né in fase difensiva, né in quella offensiva.

Zajc 6 – Dopo un periodo di prestazioni timide, è ritornato a fare il vocione grosso. Riesce ad essere più continuo all’interno della gara, la dimostrazione è lo slalom finale con cui, praticamente, scherza la difesa ospite. Mezzo voto in meno per l’errore in fase di conclusione: da quella posizione deve quantomeno centrare la porta.

Badelj 6 – Con Radovanovic a fungere da regista, il centrocampista croato pensa più a inseguire e a chiudere le linee di passaggio dei rapidi centrocampisti bianconeri. Con esperienza e mestiere riesce a farsi valere.

Strootman 6 – Dopo nove minuti fornisce l’assist vincente a Pandev con un cross preciso che il macedone sfrutta alla grande. Grande quantità, regge bene la sua porzione di campo garantendo equilibrio e ordine.

Czyborra 5,5 – Di certo soffre, non poco, Molina, vera e propria sorpresa della formazione bianconera in questo ultimo periodo. Nel finale Pereyra fa di lui ciò che vuole e offre un cioccolatino per Nestorovski che sciupa clamorosamente: il laterale tedesco entra con poco vigore e si fa superare agevolmente dal centrocampista argentino, a testimonianza di una gara con tante ombre e poche luci.

Pandev 6,5 – Cecchino. Primo tiro e passa subito alla cassa con un rasoterra che trafigge Musso. Dopo il consulto del VAR può festeggiare la rete numero quattro della sua stagione. I precedenti goal erano stati: la doppietta siglata al Napoli e la rete inaugurale segnata al Crotone.

Shomurodov 6 – Grande volontà, si offre sempre come punto di riferimento dell’attacco rossoblu. Gli manca lo spunto negli ultimi metri.

Scamacca 5,5 – Ci mette tanta energia e tanto impegno, ma non riesce, praticamente, mai a mantenere il possesso palla perdendo troppi contrasti. Ha gran fisico, ma viene contrastato ottimamente dalla difesa bianconera.

Behrami 6 – Sfiora il goal nel finale con una traversa che ancora trema: bellissimo lo spunto senza palla, altrettanto bello è il tiro che fa scorrere un brivido alla difesa ospite.

Pjaca sv – Pochi minuti per lasciare il segno per l’ex Juventus.

PAGELLE UDINESE

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Udinese

Musso 5,5 – Non proprio perfetto in occasione della rete di Pandev. La conclusione è sicuramente a distanza ravvicinata, ma la sfera gravita dalle sue parti: poteva fare di più. In alcune circostanze trasmette poca sicurezza, come qualche rinvio sbagliato in maniera sbadata.

Becao 5 – Scivola in occasione della rete di Pandev. Un errore madornale che permette al macedone di trafiggere Musso.

De Maio 6 – Dopo la solida prestazione contro il Sassuolo, Gotti lo conferma nel cuore della retroguardia e l’esperto centrale francese certifica il buon stato di forma con una prestazione sufficiente. Nella ripresa sfiora anche il goal ma il colpo di testa termina alto.

Nuytinck 6 – Fa buona guardia: di testa le prende tutte e sa usare la grinta giusta nei contrasti.

Molina 6,5 – Una delle più piacevoli sorprese dell’ultimo periodo in casa bianconera. Mette in seria difficoltà la catena mancina del Genoa: non è solo veloce, ma ha anche una discreta tecnica e una buona visione di gioco. Ora è comprensibile come mai Stryger Larsen abbia traslocato di fascia.

De Paul 6,5 – Solita qualità in mezzo al campo. Strappi, verticalizzazioni e, stavolta, trova anche la gioia del goal con un rigore battuto splendidamente e su cui Perin può poco. Un tiro dal dischetto procurato da Pereyra che era stato, guarda un po’, servito proprio dal connazionale con i giri giusti.

Walace 6 – Gara di ordinaria amministrazione: senza colpi di genio, ma anche senza sbavature enormi.

Arslan 6 – Si mette a disposizione di Walace per gestire al meglio le prime fasi di costruzione della manovra, quando non ha la sfera ringhia subito sulle caviglie avversarie. In questo modo è raro che l’Udinese si appiattisca. Non è un caso che i friulani abbiano sofferto un pelino di più nel finale quando non era più in campo.

Stryger Larsen 6 – Bello il duello con Zappacosta. Sventaglia un bel cross per Llorente, ma il centravanti spagnolo non la sfrutta a dovere. In ogni caso è perfetto in entrambe le fasi di gioco.

Pereyra 7 – Un goal (giustamente) annullato. Un rigore procurato. Due serpentine che lasciano sul posto gli avversari e, su una di queste, uno splendido assist non sfruttato da Nestorovoski. Sicuramente il migliore in campo dell’Udinese e dell’intera partita. What else?

Llorente 6 – I rifornimenti latitano. Spesso è costretto ad abbassarsi per toccare qualche pallone. Stryger Larsen gli fornisce un bel cross ma il suo colpo di testa è facile preda di Perin.

Makengo 6 – Senza infamia e senza lode. Trasmette energia al centrocampo bianconero.

Nestorovski 5,5 – Pereyra gli confeziona un’occasione comoda da appoggiare in rete: la sciupa clamorosamente. In pochi minuti di gioco, inoltre, commette troppi falli, al punto da essere ammonito. Nervoso, può fare di più.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy