PAGELLE CAGLIARI - SALERNITANA

Pagelle Cagliari – Salernitana 1-1: Pavoletti illude, Bonazzoli salva i granata in extremis – Voti Fantacalcio

CAGLIARI, ITALY - NOVEMBER 26: Federico Bonazzoli of Salernitana celebrates his goal 1-1   during the Serie A match between Cagliari Calcio and US Salernitana at Sardegna Arena on November 26, 2021 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Le pagelle di Cagliari - Salernitana (1-1) a cura della redazione di Fantamagazine.com

Voti Fantamagazine

Finisce in parità lo scontro salvezza tra Cagliari e Salernitana. In gol Pavoletti su assist di Joao Pedro e Bonazzoli su assist di Zortea. Un brodino che non serve a nessuna delle due squadre che rimangono appaiate all'ultimo posto in classifica.

PAGELLE CAGLIARI

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Cagliari

Cragno 5,5 - Nell'unico tiro in porta della Salernitana non si fa trovare pronto, avrebbe potuto fare di più.

Ceppitelli 6 - Gioca quasi da libero nella difesa a tre di Mazzarri, tiene bene la zona e non commette grossi errori.

Carboni 6,5 - Parte con qualche timore nei confronti di Djuric, nel secondo tempo prende coraggio e campo e innesca l'azione nel gol dell'iniziale vantaggio.

Caceres 6 - Come Ceppitelli tiene la zona e gioca senza strafare. Partita senza infamia nè lode.

Dalbert 6 - Parte come un treno sulla fascia sinistra, la sua autonomia è però ridotta e alla lunga cala vistosamente. Mette un paio di cross bassi interessanti.

Bellanova 6 - Si vede poco sulla destra, ma quelle poche volte che punta l'uomo riesce a creare occasioni importanti. Nel secondo tempo scala terzino sinistro.

Grassi 5,5 - Fermato sin dall'inizio da un problema intestinale, sembra avere meno birra in corpo rispetto la partita contro il Sassuolo, sbaglia qualche passaggio di troppo e rallenta il gioco. Esce a fine primo tempo.

Marin 6 - Ha nei piedi una grande occasione con un tiro da poco fuori area, ma calcia alto. A centrocampo tocca tanti palloni, non tutti con qualità, ma merita comunque la sufficienza.

Nandez 5 - Partita senza grandi squilli, conclusa con un clamoroso errore di marcatura sul gol di Bonazzoli. Un giocatore di rango come lui non può avere questi cali di concentrazione.

Keita 5,5 - Tenta con la sua velocità di creare grattacapi alla difesa granata, ma ci riesce solo a momenti alterni. Si ricorda un solo tiro in porta, con una sforbiciata ciccata, troppo poco.

Joao Pedro 7 - Come sempre è l'unico vero trascinatore di questa squadra, fa di tutto per far segnare la squadra ed è l'unico che quando ha la palla tra i piedi ti da la sensazione che qualcosa stia per succedere. Suo l'assist per il gol di Pavoletti.

Strootman 6 - Entra per Grassi e aumenta la fisicità a centrocampo. Meglio rispetto le ultime sue uscite.

Pavoletti 7 - Entra e lotta contro i difensori granata, a volte anche usando le maniere dure. Trova il suo secondo gol in campionato con un movimento da punta vera.

Lykogiannis 5,5 - Dovrebbe dare maggiore copertura in difesa, invece commette le sue solite imprecisioni con la palla tra i piedi.

Deiola sv

Pagelle a cura di Andrea Riefolo

PAGELLE SALERNITANA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Salernitana

Belec 6 - Spettatore non pagante fino al quarantaseiesimo quando risponde con un bel riflesso sull'incornata di Joao Pedro. Sul gol di Pavoletti viene bruciato dall'attaccante rossoblu ma non ha particolari colpe.

Veseli 6 - Al debutto stagionale da titolare dopo l'assaggio avuto contro la Lazio. Terzino bloccato, regge bene nel primo tempo il confronto con Dalbert. Qualche difficoltà in più nella ripresa dove va leggermente in affanno anche perché poco supportato. Nel finale libera la tensione che ha con un giallo francamente evitabile.

Gyomber 5,5 - Il suo biglietto da visita è un intervento clamoroso che stende Dalbert dove rischia il giallo. Qualche apprensione in alcune letture difensive, specie ad inizio ripresa con Veseli, ad esempio, combina quasi una frittata. Deve essere più sereno e meno timoroso.

Gagliolo 5 - Ennesima gaffe sul gol subito. Viene beffato da Pavoletti sull'1-0. Nel complesso appare poco sicuro palla al piede. Viene bellamente ignorato, a fine primo tempo, in una ripartenza orchestrata da Bonazzoli.

Ranieri 6 - Altra gara di gran personalità del calciatore scuola Fiorentina che controlla bene le falcate di Nandez. Perfetto in fase difensiva, soprattutto quando chiude su Bellanova con una bella diagonale.

Coulibaly 6 - Gara dai due volti. Primo tempo in sordina: perde tanti palloni sanguinosi e viene sovrastato da Joao Pedro in occasione della ghiotta occasione del brasiliano. Nella ripresa alza i giri del motore, effettua diverse giocate di qualità risultando sicuramente uno dei più positivi della mediana granata.

Di Tacchio 5 - L'impegno non manca mai, soprattutto nel primo tempo chiude con gran generosità alcune sortite offensive avversarie. Ma la qualità della manovra granata è davvero scadente ed è un suo grosso demerito, dato che non prova mai la verticalizzazione vincente e sbaglia spesso anche il compitino a pochi passi dal compagno di squadra. Nella ripresa è decisamente "bollito" e viene saltato con gran facilità.

Obi 5,5 - Prestazione molto dignitosa: riesce a far ammonire due avversari mostrando carattere sapendo giocare in più ruoli nella stessa gara. Determinante, però, la leggerezza con cui contrasta Joao Pedro nell'occasione dell'1-0 siglato da Pavoletti. Un giocatore della sua esperienza non può accartocciarsi in questo modo in una zona di campo estremamente pericolosa.

Bonazzoli 7 - Al netto del gol che certifica come il Cagliari sia una delle sue prede preferite, l'ex Sampdoria gioca una gara generosa a tutto campo sventagliando suggerimenti interessanti per i compagni. Nel finale non trema, batte diversi ottimi corner fino ad arrivare all'appuntamento con il gol anticipando in maniera perentoria Nandez, non irreprensibile nell'occasione. Superstar.

Djuric 5,5 - Ha il merito di arrivare spesso primo sulla sfera di testa, ma i compagni non hanno ancora capito bene le sue intelligenti sponde. Ha anche spazio per qualche sgroppata palla al piede ma non ha grande visione di gioco e i suoi rifornimenti sono spesso sbagliati. Nella ripresa si eclissa anche perché Ceppitelli e Carboni gli prendono le misure e lo limitano.

Gondo 6 - Palesemente fuori ruolo, si smazza facendo un importante lavoro difensivo dando una mano a Ranieri sull'out mancino. Suo il primo tiro in porta in salsa granata (comoda presa per Cragno). Esce prima dell'intervallo per un guaio muscolare. Non gli si può, come sempre, imputare nulla sull'applicazione e sull'impegno. Deve migliorare, però, come pericolosità sulla trequarti avversaria.

Zortea 6,5 - Buon impatto dell'ex Cremonese. Appena entrato sfiora il gol con un diagonale strozzato ben controllato da Cragno sul fondo. Nel corso della gara cambia diverse volte ruolo ma è sempre affidabile e si fa trovare al posto giusto nel momento giusto. Come in occasione del pareggio dove con un traversone preciso becca Bonazzoli libero di colpire in rete.

Simy 6 - Entra nel momento più delicato del match. Non si nasconde, prova a cucire gioco e a farsi notare come riferimento offensivo. Rispetto a tanti spezzoni giocati nelle ultime partite mostra finalmente un po' di verve. Ha il merito di tenere il baricentro alto e di permettere alla squadra di avere maggior coraggio negli ultimi minuti.

Kechrida sv

Capezzi sv

Vergani sv

 

tutte le notizie di