Pagelle Bologna – Milan 1-2: Rebic e Kessie rimediano dopo il rigore sbagliato da Ibra! – Voti Fantacalcio

Lo svedese sbaglia dagli undici metri, ma l’attaccante ribadisce in rete. Il centrocampista non fallisce il secondo rigore per i rossoneri, nel finale Poli riduce lo svantaggio.

di Voti Fantamagazine

Il match dello stadio Dall’Ara vede fronteggiarsi due formazioni vogliose di riscatto dopo le recenti sconfitte, ma con obiettivi totalmente diversi. Partita frizzante e decisa da due calci di rigore assegnati in favore del Milan. Per il primo rigore si presenta Zlatan Ibrahimovic, che, tuttavia, dimostra lo scarso feeling con i tiri dagli undici metri. Infatti il Milan passa in vantaggio grazie alla ribattuta di Rebic, dopo la respinta di Skorupski negli sviluppi dello stesso tiro dal dischetto. Nel secondo tempo, invece, tocca a Kessié che con freddezza manda a rete il suo settimo centro in campionato. Gli ultimi minuti sono da cardiopalma, grazie anche al Bologna che torna in partita con il gol dell’ex Andrea Poli. Partita che termina sul risultato di 1-2 per il Milan che, quindi, potrà continuare il suo sogno scudetto.

PAGELLE BOLOGNA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Bologna

Skorupski 8 – Migliore in campo per distacco! Inizia con un colpo di reni decisivo sulla punizione di Theo Hernandez. Para praticamente tutto ciò che gli si presenta davanti. Risulta tanto impeccabile nel parare il rigore a Ibra, quanto impotente sulla ribattuta di Rebic e sul rigore calciato da Kessié.

Tomiyasu 5.5 –La maggior parte dei pericoli passano dal suo lato. In sofferenza sia su Rebic che sulle continue incursioni di Theo Hernandez.

Danilo 6 – Il capitano rossoblu svolge una partita di grande intelligenza tattica nonostante i pericolosi contropiedi. Senza dubbio il migliore dell’intera retroguardia bolognese (fatta eccezione del portiere).

Soumaoro 5 – Rispetto al compagno di reparto risulta più aggressivo, tanto da rischiare il calcio di rigore su Ibrahimovic poi, giustamente, non concesso. Inspiegabile il fallo di mano che porta al raddoppio rossonero. Partita nel complesso insufficiente.

Dijks 5 –Non soffre particolarmente Salaemakers. Tuttavia risulta troppo ingenuo nel provocare il calcio di rigore, dopo essersi fatto aggirare da Leao. Giusta anche l’ammonizione.

Schouten 6.5 – Garantisce ottimo filtro nella fase di non possesso. Probabilmente il migliore della sua compagine dopo Skorupski.

Dominguez 5.5 – Assente in fase difensiva e sprecone in attacco. Ha, infatti, l’occasione per il pareggio, ma risulta troppo lento nel calciare da solo davanti al portiere.

Orsolini 5.5 – Partita senza infamia e senza lode. Qualche buono spunto, ma niente di più. Esce al 67’ per lasciare spazio a Skov Olsen.

Soriano 6.5 – Le occasioni più pericolose passano dal regista avanzato italo-tedesco. Magistrale il filtrante con cui manda in porta Sansone nel primo tempo, senza che l’esterno sinistro riesca ad approfittarne. Allo scadere sfiora anche il gol del clamoroso pareggio con uno spettacolare colpo di testa in tuffo, in cuiil portiere di Castellamare non si fa sorprendere.

Sansone 5.5 – Un buon primo tempo, tuttavia macchiato da un’occasione non sfruttata al meglio davanti a Donnarumma che gli chiude lo specchio della porta. Si spegne lentamente nella ripresa.

Barrow 5 – Innocuo! Palesa delle evidenti difficoltà nel ruolo di prima punta che lo inducono all’ennesima prestazione evanescente.

Svanberg 6.5 – Entra con il giusto piglio, fornendo subito un ottimo diagonale a Skov Olsen che non riesce a crossare in mezzo da buonissima posizione. Prestazione più che sufficiente.

Vignato 5.5 – Entra al 67’ al posto di Sansone, ma riesce nell’impresa di fare peggio del suo predecessore.

Skov Olsen 6.5 – Ha il merito di fornire l’assist decisivo per il gol di Poli.

Palacio 6 – Nonostante i pochi minuti a disposizione, riesce a mettersi in luce creando delle buone trame. L’azione del gol del Bologna parte da una sua iniziativa.

Poli 6.5 – Il suo ingresso è decisivo. Infatti consente al Bologna di riaprire una partita apparentemente chiusa con un piazzato che si infila nel sette.

Pagelle a cura di Daniele Ferlito

PAGELLE MILAN

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Milan

Donnarumma 6.5 – Nel primo tempo sale in cattedra con due interventi decisivi su Sansone e Dominguez, si ripete nella ripresa su Soriano. Incolpevole in occasione dell’unica rete felsinea.

Calabria 6 – Alterna belle giocate a errori che potevano anche costare cari. Nel complesso sufficiente.

Tomori 5.5 – Ordinato e attento, si schiaccia troppo in occasione del gol di Poli non riuscendo a intervenire per evitare la rete al passivo.

Romagnoli 5.5 – Come il compagno di reparto Tomori, pur giocando una buona partita non è riuscito a leggere bene l’inserimento decisivo di Poli, che è costato ai rossoneri un gol sul groppone.

Hernandez 5 – Un’insufficienza secca per il treno francese dovuta all’errore decisivo in occasione del gol di Poli: è da una sua sanguinosa palla persa che nasce la rete dei padroni di casa.

Tonali 6 – Senza infamia e senza lode, da tanto equilibrio in mezzo al campo nonostante si limiti al compitino.

Kessiè 6.5 – Meno brillante rispetto alle ultime uscite, specialmente nella gestione del pallone. Ma riesce a essere sempre decisivo e impattante con un calcio di rigore calciato molto bene che di fatto vale i tre punti.

Saelemaekers 5.5 – Poco incisivo, non riesce a mettersi in mostra come dovrebbe sulla corsia di destra. Insufficiente.

Leao 6.5 – Pioli se lo inventa trequartista, nel complesso non demerita: i due calci di rigore, pesantissimi nell’economia dell’incontro, lo vedono in qualche modo protagonista (più il primo in realtà, perché sul secondo è grave l’ingenuità di Soumaoro su un suo lancio).

Rebic 6.5 – Non è ancora in palla come dovrebbe essere, spesso esce dal match ma nei momenti decisivi sa farsi trovare pronto. È lesto a ribattere in rete il calcio di rigore calciato da Ibra e parato da Skorupski.

Ibrahimovic 5 – Poco brillante oggi ma sfortunato a livello di episodi: prima Skorupski gli nega per due volte il gol del vantaggio, poi dal dischetto lo ipnotizza parando la sua non perfetta conclusione. Insufficienza inevitabile, poteva fare di più.

Bennacer 6 – Ritorno in campo per l’algerino nel complesso discreto. Non demerita e nel complicato finale di gara non commette errori.

Krunic 5.5 – Il contesto di gara non lo favorisce. Non riesce a incidere sul match.

Mandzukic 5.5 – Anche il croato è stato sfavorito dal contesto di gara: è entrato nel momento più complicato della partita, di conseguenza non è riuscito a mettersi in mostra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy