Pagelle Benevento – Napoli 1-2: Petagna decide la sfida dei fratelli Insigne! – Voti Fantacalcio

Roberto porta in vantaggio il Benevento nel primo tempo, Lorenzo pareggia nella ripresa per i partenopei. Poi il gol dell’ex Spal chiude la partita.

di Voti Fantamagazine

La sfida ‘fraticida’ degli Insigne finisce in parità, ma tra le due squadre a trionfare è il Napoli: la formazione azzurra rimonta, nella ripresa, l’iniziale svantaggio siglato proprio da Roberto Insigne, abile ad essere al posto giusto nel momento giusto sul suggerimento di Lapadula. Dopo un paio di occasioni pericolose, i partenopei rimontano trascinati da Lorenzo Insigne e con il primo sigillo in azzurro di Petagna.

PAGELLE BENEVENTO

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Benevento

Montipò 6,5 – Miracolo su Insigne nel primo tempo, il duello rusticano lo vede quasi sempre vincente finché non si deve inchinare alla perla del numero 24 azzurro con la palla che bacia il montante e muore in rete. La deviazione ravvicinata di Petagna gli piega le mani. Nel finale quasi fa venire i brividi a Gattuso, già in passato beffato da un portiere del Benevento nell’extra-time.

Letizia 6 – Impreciso, troppi errori in appoggio. Però, ha il merito di essere duttile e di disimpegnarsi in tanti ruoli nel corso della gara fornendo un contributo costante. Nel finale guadagna un prezioso calcio di punizione su cui Meret è formidabile su Sau.

Glik 5,5 – Meno presente rispetto al compagno di reparto eppure ha un’esperienza decisamente diversa. La sensazione è che sia troppo molle con Osimhen e con i folletti azzurri. Non accorcia su Petagna che realizza il goal del vantaggio azzurro.

Caldirola 5,5 – Svetta su tutti i contrasti aerei mostrando una grande forza nello stacco e sicurezza: tuttavia merita l’insufficienza per come ha ‘difeso’ sul 2-1. Politano lo fa secco sulla rete del vantaggio partenopeo con Petagna libero di insaccare.

Foulon 6 – Da apprezzare una sua discesa che provoca il primo vero pericolo del match con Insigne che non riesce a dosare il colpo di testa. Dopo poco affossa Lozano in area in un contrasto quantomeno dubbio. In generale contrasta bene il messicano, più difficoltà con Politano. Non è un caso che esca subito appena l’ex Inter mette piede in campo.

Ionita 5,5 – Un po’ evanescente: non dà il giusto appoggio a Letizia che, spesso, rimane isolato nell’uno contro uno con Insigne. Nella ripresa cala e lascia alcuni spazi invitanti su cui il 24 azzurro riesce a intrufolarsi.

Schiattarella 6,5 – Leader della mediana giallorossa: riflessi portentosi sulla traversa di Manolas. Evita l’autogoal con un tackle. Sempre attento e lucido nella manovra, verticalizza ma cuce gioco recuperando, in combutta con Dabo, tanti palloni. Si francobolla a Mertens e lo limita con gran successo.

Dabo 6 – Recupera il pallone che poi scarica a Caprari, bravo a far ripartire Lapadula per l’azione del vantaggio. Il duello tutto fisico con Bakayoko è davvero imponente ed è l’unico a contrastare con forza lo strapotere dell’ex Milan. Unico grave errore, insieme a Schiattarella, sul goal di Insigne giustamente annullato per fuorigioco dal VAR.

Insigne 7 – La favola è realtà: una vita in azzurro e il primo goal in A è proprio contro la squadra del fratello Lorenzo e che lo ha allevato sin da piccolo. Non ci crede nemmeno lui che sia riuscito a coronare questo sogno: pericoloso anche in precedenza con un colpo di testa che sfuma alto sulla traversa.

Lapadula 6 – Predica nel deserto, viene lasciato “solo” dai compagni di reparto contro i colossi Koulibaly e Manolas: riesce lo stesso ad incidere nel match con il pregevole assist per Insigne che insacca la rete del momentaneo vantaggio.

Caprari 6 – Avvia l’azione del vantaggio con un gran tracciante che trova pronto Lapadula. In generale ha colpi da grande calciatore ma non sempre i compagni di squadra comprendono il suo estro. Ammonito, viene sostituito nella ripresa.

Tuia 5,5 – Inserito da Inzaghi per difendere il vantaggio, il Benevento presta subito fianco al Napoli che, in poco tempo, pareggia e mette la freccia.

Maggio 6 – Prima gara da ex contro la squadra che lo ha accompagnato per più tempo nella sua carriera. Emozione visibile, non ha più il turbo di tanti anni fa.

Sau 6 – Spreca un ghiotto contropiede effettuando la scelta più complicata ma impegna severamente Meret nel finale con una punizione che il portierone spedisce in angolo.

Improta 5 – Inzaghi lo mette nella mischia ma ha poche occasioni per impensierire la difesa azzurra.

Di Serio sv – Manciata di minuti per il giovanissimo attaccante giallorosso che, però, è apparso troppo molle in alcuni contrasti.

PAGELLE NAPOLI

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Napoli

Meret 6.5 – Torna a difendere la porta degli azzurri e lo fa in maniera piuttosto passiva per oltre 96 minuti. Trova un intervento importante allo scadere su una conclusione di Sau da calcio piazzato.

Di Lorenzo 6 – Porta a termine una partita in cui fa il suo con una regolarità impressionante nel corso di tutta la partita, senza comunque trovare mai spunti particolarmente degni di nota.

Manolas 6 – Tanta sfortuna in occasione della traversa colpita nel cuore del primo tempo. Non impeccabile in occasione del primo goal, in cui sarebbe stato chiamato però ad un doppio intervento in una situazione già critica e certamente per responsabilità non sua.

Koulibaly 6 – Poco brillante in più di una circostanza nel match di Europa League, quest’oggi gioca una partita attenta e senza sbavature gravi.

Mario Rui 7 – Alla prima da titolare in questo campionato, rileva Hysaj e mette in campo tutte le caratteristiche offensive che lo distinguono dall’albanese. Ogni sua sovrapposizione è motivo di apprensione per la retroguardia salentina. Cala un po’ in maniera fisiologica col passare dei minuti, ma è letteralmente provvidenziale in occasione di una chiusura aerea nel finale su Di Serio.

Bakayoko 6 – Prende per mano il centrocampo azzurro in fase di recupero palla. Da storcere il naso in più di un’occasione, invece, quando si trova a dover far gioco con la sfera tra i piedi.

Fabian 5.5 – Lo spagnolo era chiamato a svolgere un ruolo duale rispetto al compagno di reparto, offrendo ai suoi qualità e geometrie in mezzo al campo. Marcato stretto da un Benevento schierato a specchio, si dispegna come può in fase di costruzione. Dà la sensazione di poter far meglio, più di una volta, negli ultimi metri di campo.

Insigne 7.5 – Nel corso del primo tempo esprime il suo talento solo a fiammate, risultando comunque il più positivo tra i suoi, grazie a un paio di assistenze di pregevole fattura ed una conclusione su cui Montipò è costretto a superarsi. Secondo tempo da mattatore assoluto, con tanto di goal dalla distanza di sinistro.

Mertens 5 – Schiattarella gli si francobolla addosso, le linee sono strette ed il belga è costretto a farsi in quattro pur di ricevere qualche pallone giocabile. Tenuto conto di tutte le attenuanti del caso, resta comunque insufficiente il suo apporto alla causa.

Lozano 5 – Perde una palla sanguinosa in occasione del goal con cui i padroni di casa sbloccano la partita. Protagonista di un episodio dubbio su cui gli azzurri hanno reclamato a gran voce il penalty, offre per il resto ben pochi acuti degni di nota. Poco convinto e convincente in occasione di un paio di tentativi di testa nel cuore dell’area avversaria, non punta mai l’uomo quando ne ha occasione.

Osimhen 5 – Tagliato fuori dal gioco da un Benevento arroccato nella sua metà campo. Parte della responsabilità è però anche sua: non mancano infatti i rimproveri da parte di Gattuso per alcuni movimenti non svolti in maniera puntuale. Con il goal del vantaggio, la partita si mette su binari a lui più congeniali, ma il nigeriano continua a non convincere del tutto fino al fischio finale.

Petagna 7 – Fa il suo ingresso e nel giro di pochi minuti trova il goal che regala la vittoria alla squadra di Gattuso.

Politano 6.5 – Entra per ribaltare il risultato e fa il suo alla grande: brucia Caldirola e serve un assist al bacio a Petagna in occasione del goal. Efficace.

Demme sv

Lobotka sv

Ghoulam sv

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy