Pagelle Atalanta – Inter 1-1: inizia Lautaro, pareggia Miranchuk. Le due squadre si annullano a vicenda

di Voti Fantamagazine

Tanto l’Atalanta quanto l’Inter arrivavano all’appuntamento in seguito a prestazioni non troppo esaltanti (in Italia ed Europa), e come spesso accade quanto entrambe le squadre hanno molto da perdere, il match finisce in un pareggio tirato e combattuto. La partita è tutto sommato equilibrata ed il tabellino si aggiorna soltanto grazie a due pezzi di bravura dei giocatori offensivi in campo.

PAGELLE ATALANTA

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Atalanta

Sportiello 6,5 (Primo tempo completamente da spettatore. Sul gol di Lautaro è incolpevole, poi compie un doppio miracolo su Vidal e Barella che alla lunga si rivela decisivo)
Toloi 6 (Solite esperienza e attenzione messe al servizio della squadra: nel primo tempo compie qualche buon anticipo ed è attento a non concedere la profondità ai nerazzurri, poi esce quando c’è da recuperare il risultato)
Romero 7 (Partita che giustifica probabilmente la cifra spesa dalla Juve per l’acquisto del centrale argentino e il successivo passaggio alla Dea. Giocatore ruvido, nel primo tempo è insuperabile e annulla sia Lautaro (grande chiusura all’ottavo minuto) che Sanchez. Tiene benissimo anche su Lukaku, con uno strepitoso contrasto a cento all’ora nel finale.)
Djimsiti 5,5 (All’altezza dei due compagni di reparto nel primo tempo. Fino al gol di Lautaro, sul quale è colpevole nonostante la bravura dell’attaccante, era stato attentissimo proprio sulle palle alte. Ma l’errore, decisivo ai fini del risultato, condiziona la valutazione.)
Hateboer 5 (Grazie a due polmoni d’acciaio si propone spesso come al solito, ma decisamente con meno qualità rispetto alle uscite di inizio stagione. Nel primo tempo l’asse con Malinovskyi sulla destra funziona malissimo, e nella ripresa lascia troppo spazio a Young che mette in mezzo il cross del vantaggio.)
Pasalic 6 (Non si inserisce come lo scorso anno, e lo spostamento nei due di centrocampo peserà molto probabilmente sui suoi numeri stagionali. Come metronomo, ad ogni modo, gioca spesso a uno o due tocchi e non sbaglia molto, pur non incidendo. Esce per Pessina ad inizio secondo tempo.)
Freuler 6,5 (Buona partita del motorino svizzero: risolve diverse situazioni in mezzo al campo, rischia l’eurogol con un traversone defilato e fa ammonire De Vrij al seguito di un ottimo break.)
Ruggeri 5,5 (Le gambe non tremano, ma il debutto non è dei più memorabili. Ordinato, qualche buona chiusura, un discreto cross per Hateboer sul secondo palo, ma poco più. Non è Gosens e, purtroppo per Gasperini, si nota.)
Malinovksyi 5 (Parte bene per poi perdersi quasi subito: su ottimo break del Papu ha una buona occasione, ma calcia in curva e da quel momento in avanti diventa impalpabile, perdendo diversi palloni e condizionando la prestazione offensiva della sua squadra. Con la sua uscita e l’ingresso di Miranchuk la Dea cambia volto.)
Gomez 6,5 (Solita ottima partita del Papu. Nel primo tempo gioca da tuttocampista: galleggia tra il centrocampo e la trequarti e rappresenta una costante spina nel fianco per la squadra di Conte. Nella ripresa prova a caricarsi la squadra sulle spalle per il forcing finale, riuscendo a metà nell’impresa. Fa ammonire Vidal con un numero d’alta scuola)
Duvan 5,5 (Nella prima metà di gara guadagna una punizione pericolosa e si fa notare per una buona accelerazione su Skriniar, ma in generale è poco cercato dai compagni e non riesce a trovare sbocchi decisivi. Nella ripresa esce per Muriel, e la musica cambia.)

Pessina 6 (Buon ingresso per l’ex centrocampista del Verona, che contribuisce attivamente al cambio di ritmo della squadra bergamasca. Nulla di eccezionale, ma non commette errori e velocizza le azioni.)
Miranchuk 7 (Pronti, via: gettato nella mischia, mette subito due palloni interessanti per Zapata. Entra bene e, come nelle storie più belle, trova l’angolino alla prima occasione su imbucata di Muriel. Nel recupero va addirittura vicino alla doppietta. Gasp dovrà pensarci bene prima di tenerlo in panchina nuovamente.)
Muriel 6,5 (Il colombiano conferma il proprio strepitoso momento di forma. Entra molto bene, velocizza la manovra con tocchi rapidi, è lui a trovare il corridoio per Miranchuk per il gol dell’1-1 e per poco non riesce a replicare l’asse nel finale.)
Lammers 6 (Appena entrato perde un pallone pericoloso sulla propria trequarti e concede un’occasione golosissima ai nerazzurri che Lukaku non riesce a trasformare in azione da rete. Poi cresce e aiuta la squadra nel forcing finale, scambiando spesso a un tocco con Muriel, Miranchuk e Gomez nel tentativo di muovere rapidamente la palla).

Pagelle a cura di Salvatore Iacolare

PAGELLE INTER

Redazione Voti Fantamagazine: le pagelle Inter

Handanovic 6 – Nel corso del primo tempo è bravo sul tiro-cross di Freuler. Nella ripresa incassa un goal su cui può fare poco.

Skriniar 6 – La condizione non è ottimale, e il modo in cui viene bruciato nello stretto da Duvan Zapata nella prima frazione ne è la prova. Ma tutto sommato gioca una partita sufficiente.

De Vrij 6 – Anche per il centrale olandese è un pomeriggio tranquillo. L’ammonizione rimediata nel primo tempo non condiziona il prosieguo della sua partita.

Bastoni 6,5 – Affrontare il reparto avanzato della Dea non è mai un compito semplice, ma lui, come ormai da qualche tempo a questa parte si dimostra estremamente attento, concentrato e sicuro dei propri mezzi.

Darmian 6 – Contrariamente alle proprie caratteristiche, risulta molto propositivo in zona offensiva, mentre in fase difensiva pur senza commettere grossi errori, soffre il gioco dell’Atalanta.

Vidal 6,5 – Forse non è il giocatore ammirato qualche stagione fa con la Juventus, ma il cileno lotta su tutti i palloni vincendo quasi tutti i contrasti con i diretti avversari, alcune volte anche fin troppo irruento. Fondamentale per il gioco di Conte.

Brozovic 5,5 – Quando al tuo fianco hai due giocatori come Vidal e Barella, ovvero di corsa e quantità, serve prendere in mano il centrocampo con giocate importanti. Il croato invece si limita al compitino, tranne nell’occasione del cambio gioco per Young in occasione dell’assist per il goal.

Barella 6,5 – Anima e cuore dei nerazzurri. Il centrocampista ex Cagliari è ormai una certezza, offrendo di partita in partita prestazioni di assoluto livello.

Young A. 6,5 – Fino al momento dell’assist disputa una partita non del tutto sufficiente, preoccupato più a difendere che ad offendere. L’assist per Lautaro però è importantissimo.

Sanchez 5,5 – Gioca troppo distante dalla porta avversaria e soffre la fisicità della difesa atalantina.

Lautaro Martinez 6,5 – È bravo a sfruttare al meglio uno dei pochi palloni arrivati nell’area avversaria. Come detto per il collega di reparto, soffre la forza fisica dei difensori, ma il goal realizzato è importante, sia per lui che per l’Inter.

Gagliardini 5,5 – Rileva Vidal nella ripresa, ma soffre il palleggio dell’Atalanta che negli ultimi minuti del match ha stretto la formazione interista nella propria metà campo.

Perisic 5,5 – Anche lui entra in un momento particolare della partita, senza mai incidere in modo importante.

Lukaku 5,5 – Rileva l’autore del goal Lautaro, ma pur facendo a sportellate con i difensori atalantini, non riesce ad entrare nel tabellino dei marcatori.

D’Ambrosio sv

Hakimi sv

A cura di Previderio Matteo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy