Tipi da asta #3: quello che li conosce tutti

Tipi da asta #3: quello che li conosce tutti

I giovani brasiliani sono il suo pane, i campionati minori il suo mantra: li conosce tutti. Nessuno escluso

di Nicolò Premoli, @NicoloPremoli

Vi siete appuntati il suo nome in gran segreto appena giunta l’ufficialità. Sperate di poter portare a casa quel giovane spendendo un solo, misero credito. Un credito di speranza nella riconferma, nella definitiva esplosione nel calcio che conta. Siete in trepidante attesa che tutti gli altri facciano qualche chiamata come tante. Tanto per riempire gli ultimi slot ed uscire di scena. Ma non avete fatto i conti con lui. Con quello che li conosce tutti. Sì, anche il vostro piccolo pupillo custodito gelosamente in fondo al foglio Excel.

Chiamo il cugino di terzo grado di Sensi. Sì, quello là, dai. Non so nemmeno come si chiama.
Ah sì sì! Lo conosco: dico due.

Cresciuto a campionati cileni e boliviani su Football Manager, quello che li conosce tutti è una costante di ogni asta che si rispetti. Guardato con rispetto e temuto per la sconfinata conoscenza dei giovanissimi appena piombati in Serie A, è capace di trasformare anche la chiamata per l’ottavo centrocampista in una lotta senza pari. Nemmeno ci fossero sul piatto Icardi o Higuain: ben difficile che molli la presa.

Hai detto davvero due?

I video su YouTube che ritraggono rovesciate e gol impossibili girati in Brasile sono il suo pane quotidiano. Probabilmente conosceva gente come Gabriel già quando aveva sei anni e non sapeva nemmeno da che parte del globo fosse l’Italia. I rilanci di quello che li conosce tutti hanno il retrogusto della molestia e della delusione per chi sperava di aver fatto il colpaccio. Per chi confidava di poter portare a casa per pochi spiccioli una pedina da confermare e riconfermare fino all’impossibile.

Ma conosci pure quello? E io adesso chi prendo a uno?

Forse un giocatore che finirà più spesso in tribuna che in panchina. Le aste con chi li conosce tutti non sono mai banali. Mai tranquille. Scordatevi di poter puntare al risparmio, una parola sconosciuta per chi su Football Manager setaccia anche il peggior campionato a caccia del miglior giovane disponibile. Non c’è davvero segreto che tenga: è come se quello che li conosce tutti vi leggesse nel pensiero.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy