Guida alla scelta dei modificatori

Guida alla scelta dei modificatori

Ecco tutti i modificatori applicabili per variare il vostro fantacalcio

di Lorenzo Storchi

Per coloro che trovano inutile avere in rosa giocatori che sfoderano grandi prestazioni ma sono poco avvezzi ai bonus, sono stati creati negli anni vari “modificatori”, ovvero espedienti per far variare la composizione delle rose e gli schemi adottati di partita in partita, oltre il canonico 3-4-3.

MODIFICATORE PORTIERE

Il modificatore del portiere è forse lo strumento meno utilizzato, dato che già il modificatore di difesa include il portiere, preferendo spesso adottare il bonus imbattibilità. Comunque sia, questo modificatore è dato dal voto dell’estremo difensore schierato, calcolato senza considerare i gol subiti, nè eventuali altri bonus e malus. Questo modificatore va ad influenzare il punteggio della squadra avversaria: generalmente si considera come valore limite la sufficienza. Dunque, se il portiere ha una valutazione di 6 non ci sono variazioni da applicare; se il voto è inferiore si aggiungono tanti punti all’avversario quanto il voto dista dalla sufficienza e viceversa in caso di voti superiori al 6 spaccato.
Per cercare portieri adatti a questa situazione, ecco un articolo che ne raggruppa alcuni dall’ottima media votoPortieri top

MODIFICATORE DIFESA

Il modificatore della difesa è probabilmente il modificatore più noto, essendo anche applicato nei tornei ufficiali della Gazzetta dello sport. L’idea di base è tentare di diversificare le formazioni dal classico modulo offensivo 3-4-3, spingendo a schierare più difensori. Il modificatore è attivo dunque solo se almeno 4 difensori (ed il portiere) portano punteggio alla squadra. Si valutano il voto del portiere e i tre migliori voti dei difensori, senza eventuali bonus e malus, e se ne calcola la media aritmetica. Nella valutazione canonica si aggiungono:
*6-> 1 punto
*6,5-> 3 punti
*media>=7 -> 6 punti
Per articoli sull’utilità del modificatore si vedano:
– Modificatore difesa vs centrocampo top
– Utilità modificatore difesa

MODIFICATORE CENTROCAMPO

Il modificatore del centrocampo vuole rendere ancora più realistica la gestione tattica, cercando un vantaggio analogo alla densità a centrocampo. Il modificare è ottenuto dal confronto tra la somma dei voti dei centrocampisti delle due squadre, ancora una volta esclusi bonus e malus. Canonicamente, per una differenza tra le somme delle due squadre inferiore di 2, non si applica alcun modificatore. Se la differenza è tra 2 e 4 punti si assegna un punto in positivo alla squadra con il centrocampo migliore e se ne toglie uno alla squadra con quello peggiore, e così via. Nel caso in cui il numero di centrocampisti delle due squadre differisca, si considerano come voti dei centrocampisti “mancanti” dei 5.

MODIFICATORE ATTACCO

Quante volte avete considerato uno spreco giocatori di alta qualità e propensi a ottimi voti ma poco finalizzatori? Il modificatore di attacco si applica infatti solo agli attaccanti che, senza segnare né sbagliare rigori, ricevono un voto almeno sufficiente. Per ogni attaccante con queste caratteristiche, si aggiungono alla squadra tanti punti quanto il voto si discosta positivamente dalla sufficienza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy