Analisi Arbitri 19a Giornata – Probabilità di rigori e cartellini

Analisi Arbitri 19a Giornata – Probabilità di rigori e cartellini

Rubrica esclusiva targata Fantamagazine: analizziamo gara per gara le probabilità di rigori e cartellini in base alle statistiche degli arbitri.

di Valerio Blasi Xella

Nuovo appuntamento con Analisi Arbitri, la rubrica esclusiva targata Fantamagazine che si occupa di analizzare le statistiche di tutti gli arbitri delle partite di giornata. Vi mostreremo, gara per gara, le probabilità di rigori e cartellini in base alle statistiche degli arbitri, regalandovi informazioni utili per sciogliere gli ultimi ballottaggi. Ecco l’analisi arbitri della 19a giornata.

N.B. – Le statistiche sono quelle aggiornate della nuova stagione 2017/18. Essendo un’analisi prettamente statistica, più giornate trascorreranno, più le previsioni diverranno probabili.


MARIANI DI APRILIA (CROTONE – NAPOLI)

Altra ottima designazione per Mariani che, dopo la trasferta del Milan a Benevento, il derby di Verona in coppa e Inter-Udinese, viene assegnato ad un’altra partita estremamente interessante come Crotone-Napoli. Calabresi che necessitano di punti per allontanarsi dal terzultimo posto, napoletani che hanno l’obbligo di vincere per laurearsi campioni d’inverno. Sfida che coinvolge due tra le squadre più corrette del campionato, entrambe ferme a 28 cartellini gialli subiti, mentre Mariani è solito non risparmiarsi nell’utilizzo delle sanzioni. Diverso il discorso relativo ai rigori, con l’arbitro romano che ne assegna una media di 0,50. Da segnalare in particolare l’alto numero di rigori concessi al Napoli finora (4) e l’altrettanto alto numero di rigori assegnati contro il Crotone (6).

Cartellini Gialli: 4,5/partita – Medio rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0,25/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 0,5/partita – Alto rischio calcio di rigore


BANTI DI LIVORNO (FIORENTINA-MILAN)

Dopo un sabato inoperoso da VAR in Lazio-Crotone, il noto arbitro toscano Luca Banti torna da fischietto principale nel confronto delle 12:30 tra Fiorentina e Milan. La scorsa settimana, infatti, è stato chiamato in causa (rispondendo correttamente) soltanto nell’occasione del gol di F.Anderson, mentre per questo turno l’impegno sarà più difficile. La designazione, comunque, sicuramente non dovrebbe impensierire un arbitro con la sua esperienza internazionale. I precedenti delle ultime tre stagioni ci restituiscono un match storicamente equilibrato, in cui il numero di pareggi (2), di vittorie della Fiorentina (2) e del Milan (2) si equivalgono. In questi 6 incontri, poi, la partita è stata abbastanza fallosa: 32 cartellini gialli equamente divisi tra le due compagini (media di 5,3 a partita circa) ed un rosso rimediato da Ely (Milan) per doppia ammonizione nel 2015 (in media 0,2 a partita circa). In questa stagione, comunque, le due squadre non si sono particolarmente distinte per “cattiva condotta”: in casa la squadra viola ha finora mantenuto una media (approssimando per difetto) di 2 cartellini gialli e 0 rossi, stessi numeri sono poi quelli dei diavoli in trasferta. Anche il fischietto, Banti, solitamente tiene sotto controllo il match senza troppi cartellini: ha una media di 3,43 gialli e 0,29 rossi estratti ogni giornata. Passando ai rigori, alla Fiorentina ne sono stati concessi in tutti 4 a favore, mentre il Milan segue subito dopo con tre. Le squadre di Pioli e Gattuso ne subiscono anche relativamente pochi contro: 3 tirati verso la porta di Sportiello, 2 verso quella di Donnarumma. Banti, dal canto suo, ne ha fischiati in tutto 2: entrambi in Genoa-Juventus.

Cartellini Gialli: 3,5/partita – Medio rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0,14/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 0,28/partita – Basso rischio calcio di rigore


IRRATI DI PISTOIA (TORINO – GENOA)

Allo stadio Olimpico si affrontano un Torino in crisi di risultati ma ancora aggrappato alla zona Europa ed un Genoa ad appena due punti dalla zona retrocessione, seppur in buona forma psico-fisica. Per il match viene designato un arbitro tenuto in ottima considerazione da Rizzoli, reduce da una partita delicata come Atalanta-Lazio di due turni fa, dopo le polemiche che hanno coinvolto la squadra biancoceleste. Si affrontano due squadre complessivamente piuttosto fallose, terza e settima per numero di cartellini subiti. Irrati è invece un arbitro che lascia correre molto: è infatti tra quelli a concedere il minor numero di falli per contrasto (0,72) e ad estrarre il minor numero di cartellini a partita (3,38). Per quanto riguarda i rigori, invece, Irrati risulta tra gli arbitri ad averne concessi il maggior numero – già 6 nelle 8 partite arbitrate finora -, mentre le due squadre ne hanno ottenuti rispettivamente solo 1 e 3 a favore.

Cartellini Gialli:3,37/partita – Basso rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 0,6/partita – Alto rischio calcio di rigore


FOURNEAU DI ROMA (BENEVENTO -CHIEVO)

Esordio in serie A per Fourneau. Partita molto tranquilla e sulla carta senza particolari problemi disciplinari. Il Benevento, ormai indirizzato verso la retrocessione, cercherà di fare una buona gara davanti al proprio pubblico. Entrambe le squadre hanno statistiche non molto diverse per quanto riguarda i cartellini: una media di 2 cartellini per la squadra di casa, leggermente più bassa per gli ospiti con 1.5 cartellini a partita. Nella sua esperienza in serie B, Fourneau ha estratto il cartellino 27 volte in 7 partite (3.3 in media). Ancora nessuno rigore fischiato nella serie cadetta. Pochi i rigori a favore per entrambe le squadre. Diffidati della partita sono Chibsah e Costa da una parte, Tomovic dall’altra.

Cartellini Gialli: 3,37/partita – Basso rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 0/partita – Basso rischio calcio di rigore


ORSATO DI SCHIO (ROMA -SASSUOLO)

Toccherà ad Orsato dirigere la partita Roma – Sassuolo. Il signor Orsato è noto per essere molto rigido e inflessibile nelle valutazioni. Quando la gara sale di tono, non esita a mettere mano ai cartellini, come dimostrano le sue statistiche in merito: 26 ammonizioni in 6 partite arbitrate, una media di circa 4 ammonizioni a partita. La Roma si distingue per essere la squadra meno ammonita della serie A (22 cartellini gialli). Mentre il Sassuolo è tra le squadre più ammonite (36). La partita non presenta particolari complessità di gestione sotto l’aspetto disciplinare. Attenzione ai diffidati: Nainggolan e De Rossi da una parte, Berardi dall’altra. Per quanto riguarda il dato rigori, c’è una interessante statistica: il Sassuolo è la squadra che ha realizzato solo 2 rigori su 7; la Roma 2 su 4. Orsato in 6 partite solo in un’occasione ha concesso un calcio di rigore.

Cartellini Gialli: 4,33/partita – Medio rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0,16/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 0,16/partita – Medio rischio calcio di rigore


PAIRETTO DI NICHELINO (SAMPDORIA SPAL)

Partita tranquilla che toccherà a Pairetto, dopo l’ultima sua apparizione in Crotone Chievo. Pairetto ha estratto il cartellino 33 volte in 7 partite (una media di circa 4.7 gialli a partita). Per ora nessun rosso. La Spal è una delle squadre più cattive e più avvezze al cartellino in serie A (41 ammonizioni ad oggi, solo il Bologna ha fatto peggio con 42). Gli spallini sono in piena corsa salvezza e adotteranno un gioco molto difensivo. Perciò ci potrebbero essere molti ammoniti dalla loro parte. Unico diffidato della partita è Mora della Spal. Ad oggi in 7 partite Pairetto ha fischiato due calci di rigore. Samp e Spal hanno usufruito rispettivamente di 3 e 2 rigori a favore.

Cartellini Gialli: 4,71/partita – Medio rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 0,28/partita – Medio rischio calcio di rigore


PASQUA DI TIVOLI (ATALANTA – CAGLIARI)

Per un match poco avvincente, Rizzoli propone uno degli arbitri da poco promossi, Pasqua di Tivoli, che nelle 6 uscite stagionali si è spesso ben distinto. Continua dunque il percorso di crescita del fischietto di Tivoli.
Pasqua è tra i pochi arbitri a non avere mai utilizzato cartellini rossi. Non si distingue nemmeno per il numero dei cartellini gialli. Stesso discorso per i calci di rigori. Si prospetta una partita che non dovrebbe avere motivi per essere particolarmente accesa, con l’Atalanta che spicca come tra le squadre meno cattive del campionato, soprattutto in casa. Il Cagliari si distingue per essere molto più cattiva in casa rispetto a quando gioca in trasferta. Per quanto riguarda i rigori , il Cagliari è tra le squadre ad averne subiti di più, mentre l’Atalanta mantiene numeri nella media.

Cartellini Gialli: 3/partita – Basso rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 0,14/partita – Basso rischio calcio di rigore


GAVILLUCCI DI LATINA (BOLOGNA – UDINESE)

Dopo l’errore in Sampdoria-Sassuolo torna per la partita di Bologna Gavillucci. Partita che si preannuncia sicuramente intensa tra due squadre affacciate alla zona europa. Il fischietto laziale è tra gli arbitri che concede più rigori e non si tira indietro nell’estrarre cartellini gialli. L’Udinese è la squadra ad aver avuto più rigori a favore (7), a cui fa da contraltare il dato misero del Bologna (nessun rigore a favore ad oggi). Il rischio di penalty è quindi concreto. Per quanto riguarda i cartellini, i Felsinei si distinguono per essere tra le squadre più cattive della A: ben 45 gialli in 18 partite e 3 rossi. L’Udinese finora non è stata particolarmente “cattiva” fuori dalle mura amiche. La partita si preannuncia piuttosto ruvida ed intensa. I cartellini non dovrebbero mancare.

Cartellini Gialli: 4,75/partita – Alto rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 0,75/partita – Alto rischio calcio di rigore


ROCCHI DI FIRENZE (INTER – LAZIO)

Per il match di cartello dell’ultima giornata di andata abbastanza prevedibile la designazione di un fischietto esperto come Rocchi. L’arbitro fiorentino si distingue per il numero dei rigori concessi (7 in 7 partite). Anche sul versante dei cartellini è tra i più “severi” della compagnia arbitrale (31 in 7 partite). Si mantiene nella norma invece per quanto riguarda le espulsioni. La Lazio è tra le squadre meno cattive dell’intera serie A, l’Inter al contrario (anche se maggiormente fuori casa) spesso tende a collezionare più cartellini, facendo spesso valere la propria potenza fisica. Comunque, vista l’importanza della partita e il gioco veloce dei biancocelesti, non stupirebbe un match con un discreto numero di cartellini. Infine, Inter (soprattutto in casa) e Lazio sono tra le squadre ad avere più spesso usufruito di calci di rigore.

Cartellini Gialli: 4,42/partita – Medio rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 1/partita – Alto rischio calcio di rigore


MAZZOLENI DI BERGAMO (VERONA – JUVENTUS)

l posticipo del 19esimo turno sarà diretto dal fischietto bergamasco Mazzoleni, impegnato la scorsa settimana come VAR in Sassuolo-Inter. Turno, quello, passato abbastanza tranquillo: solo qualche polemica in occasione di una spinta di Cancelo su Berardi in area che comunque non influenza la designazione. Il match, almeno sulla carta, è indirizzato verso un prevedibile epilogo, anche se il Bentegodi potrebbe rendere la trasferta bianconera più insidiosa. Gli ultimi 6 match in campionato tra le due compagini si sono conclusi con 3 vittorie bianconere, 2 pareggi e 1 vittoria per i veronesi, che sono in cerca di punti salvezza. La gara, poi, non è storicamente delle più sporche: l’Hellas vince 14 a 7 nel conteggio delle ammonizioni (in tutto media di 3,5 a partita), mentre le espulsioni di A.Sandro nel 2016 e di S.Pepe nel 2015 (contro nessuna massima sanzione per gli scaligeri) regalano alla Juve lo scettro dei rossi (circa 0,33 a partita nel campione di confronti). Nel posticipo, però, arrivano due squadre profondamente diverse da qualche anno fa: dal punto di vista disciplinare (arrotondando per eccesso) l’Hellas sta viaggiando ad una media di 3 gialli e 0 rossi a partita tra le mura del Bentegodi, mentre la squadra di Allegri raccoglier 2 ammonizioni e 0 espulsioni medie a partita lontana dallo Stadium. Lo stesso Mazzoleni è uno degli arbitri più “buoni” del campionato con una media di 2,38 gialli e 0,13 rossi a partita. Lo stesso fischietto bergamasco, però, ha assegnato tre rigori in questo campionato: uno in Benevento-Sassuolo e due in Juventus-Lazio. Contando i due assegnati dallo stesso Mazzoleni, la compagine bianconera ha finora calciato 4 volte dagli undici metri, mentre l’Hellas è poco sopra a 5. Lo stesso Verona ha però subito diversi tiri verso la sua porta: ben 5 contro i 3 subiti dalla Juve.

Cartellini Gialli: 2,25/partita – Basso rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 0,37/partita – Medio rischio calcio di rigore

Analisi Arbitri a cura di Valerio Blasi Xella, Michele De Lia, Damiano Fagotti e Alessandro Vai

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy