Udinese, quante alternative in difesa per lo sprint salvezza

Udinese, quante alternative in difesa per lo sprint salvezza

Samir ora è recuperato e il mister friulano può gustarsi l’abbondanza di centrali difensivi

di Carlo Cecino, @CarloCecino

Sono dieci i giorni di attesa per l’Udinese prima di tornare in campo. La truppa friulana riprenderà il campionato di Serie A martedì 23 giugno alle 21.45 contro il Torino. Da quel giorno fino al 2 agosto i bianconeri scenderanno in campo dodici volte. Per Gotti servirà quindi attingere ad ogni risorsa della sua rosa. E come riporta il Messaggero Veneto, il reparto difensivo della compagine friulana è prospero.

CINQUE PER TRE POSTI

Eccetto Prodl, alle prese con una fastidiosa tendinopatia al ginocchio e nemmeno inserito nella rosa ufficiale, il mister bianconero potrà contare su cinque elementi del pacchetto arretrato. Al quartetto composto da De Maio, Troost-Ekong, Rodrigo Becao e Nuytinck si è aggregato anche Samir, rientrato in gruppo dopo più di cinque mesi per l’operazione al menisco. Il brasiliano, leggendo le colonne de il Messaggero Veneto, sarebbe l’alternativa ideale a Nuytinck sul centro sinistra della difesa a tre di Gotti. Mentre come esterno sinistro a tutta fascia Samir ha palesato diverse lacune prima di infortunarsi e a tal proposito i friulani dal mercato di gennaio hanno inserito in squadra Zeegelar come vice Sema.

Per il ruolo di importante pilastro centrale della difesa, Ekong è il titolare. Ma quando il nigeriano avrà bisogno di riposo, De Maio è il più adatto a prenderne le veci. L’ex Genoa può comunque occupare la zona di centro destra, dove si è sempre giocato il posto con Rodrigo Becao. Quest’ultimo ha iniziato bene la prima stagione in Italia, ma nel corso del campionato ha registrato alcune topiche difensive poco incoraggianti. Altro discorso per Nuytinck, già al terzo anno a Udine e che all’inizio di quest’annata con Tudor trovava poco spazio. Ma l’ex Anderlecht ha approfittato dell’infortunio a Samir, si è ripreso il posto da titolare e su il Messaggero Veneto è scritto che l’olandese sta parlando con la società friulana per un possibile prolungamento del contratto.

I FLUIDIFICANTI

Considerando che nel 3-5-2 di marca bianconera i ruoli delle fasce a tutto campo sono i più faticosi, molto probabilmente Gotti adotterà varie volte le staffette fra gli esterni, anche a gara in corso. Larsen e Sema sono i titolarissimi, ma Ter Avest e Zeegelar avranno più spazio, ricorda il quotidiano friulano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy