Torino, Aina scalda i motori: col Napoli sarà titolare

Seconda gara da titolare per lui contro i campani, a causa delle numerose defezioni sulle fasce

di Claudio Cutuli, @cutuli4

Aria di novità in casa Torino: col contemporaneo stop forzato di De Silvestri (problema muscolare alla coscia, ha svolto solo terapie per tutta la settimana) e Ansaldi (rientro fissato per la metà di novembre), contro il Napoli il terzino in prestito dal Chelsea partirà presumibilmente titolare sulla corsia di destra pronto a scalare le gerarchie di mister Mazzarri. In un’intervista rilasciata alla Gazzetta Dello Sport, Aina ha toccato diversi temi interessanti anche anche in ottica fantacalcistica.

TORINO, LE DICHIARAZIONI DI OLA AINA

Come procede l’ambientamento? 
”Sono molto soddisfatto. C’è già una buona intesa con tutti i compagni, in particolare con Ferigra, Meitè ed Edera. Baselli ed Edera tecnicamente sono fortissimi”.

Il Torino la seguiva da molto tempo: ha un modello calcistico di riferimento?
”David Beckham, quando ero più giovane. Oggi Marcelo del Real Madrid”.

Tatticamente giocava più avanzato: il suo ruolo?
”Ho cominciato come ala pura, poi sono arretrato in difesa, ma nel Torino posso fare entrambe le fasi di gioco. Dipende da cosa chiederà Mazzarri, sono pronto a fare tutto”.

Due parole sul Napoli? 
”Sono pericolosi e forti sul piano tecnico, fanno molto pressing. Ma noi siamo il Toro e giochiamo l’uno per l’altro”.

Il Torino, in queste prime giornate, ha dimostrato una buona solidità difensiva mentre la truppa di Ancelotti fatica a trovare la via del gol: per tale motivo schierare il nigeriano è schierabile, nonostante la gara non sia delle più semplici. L’unica gara in cui Aina è stato mandato in campo dal primo minuto ha coinciso con l’unica vittoria fin qui in campionato, contro la SPAL. E chissà che non sia di buon auspicio…

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy