Spal, il recupero di Di Francesco per cercare la salvezza

L’ex Bologna può diventare l’arma tecnica principale per la risalita dei ferraresi

di Carlo Cecino, @CarloCecino

La missione è di quelle più ardue, come per gli arrampicatori scalare l’Everest. Perché la Spal in questo momento si ritrova al penultimo posto con 18 punti, a -7 dalla quota salvezza capeggiata da Genoa e Lecce, e con il peggior attacco del campionato (solo 20 reti fatte per Petagna & Co.).

ARMA DI FRANCESCO

Oggi gli spallini ritornano sui campi del centro tecnico di via Copparo per riprendere la preparazione. Stando a La Gazzetta dello Sport, mister Di Biagio ha reinserito con cautela nei piani di lavoro Federico Di Francesco, l’attaccante esterno reduce da alcuni infortuni questa stagione e principale freccia della faretra offensiva ferrarese. L’ex Bologna infatti fra il parco attaccanti della Spal è quello con più qualità tecniche e con la propensione migliore a creare la superiorità numerica, creando difficoltà alle difese ospiti. Al ritorno in campo dei biancoazzurri, fissato per martedì 23 giugno – la sfida in casa contro il Cagliari – Di Francesco rappresenterà quindi una risorsa molto importante per l’idea di gioco di Di Biagio.

IL RESTO DEL GRUPPO

Per quanto riguarda gli altri componenti della rosa spallina tutti i giocatori sono arruolabili, eccetto il secondo portiere Letica, alle prese con un infortunio muscolare da tempo, si legge sulla Rosea. La Spal si appresta a disputare dodici autentiche finali da qui al termine del campionato, quella rincorsa alla salvezza inseguendo la coppia Lecce-Genoa, ma anche Sampdoria, Torino e Udinese; tutte compagini che i ferraresi affronteranno nei decisivi scontri diretti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy