Sampdoria, Ranieri: “Tonelli può giocare dal primo minuto. Jankto ha smaltito la febbre”

Il tecnico blucerchiato è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match casalingo contro il Sassuolo.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Prima il 5-1 inflitto al Brescia, poi il 5-1 subito dalla Lazio. Claudio Ranieri sa che questi sbalzi di umore e di risultati non fanno bene alla sua Sampdoria. La lotta per la salvezza non fa sconti e con il Sassuolo servirà una grande prova di forza e di mentalità per tornare a guadagnare punti fondamentali.

LE DICHIARAZIONI DI RANIERI

Sulla partita: “Tutte le gare per noi in questo momento sono importanti. Contro il Sassuolo sarà importante perché i neroverdi sanno quello che vogliono e lo fanno a memoria. Dobbiamo fare una grande partita e il pubblico ci deve aiutare. Ci arriviamo arrabbiati perché a Roma, per la prima volta nella mia gestione, non siamo stati squadra. Mi dispiace per tutto il popolo sampdoriano. Ora pensiamo alla prossima partita, difficilissima”..

Su Tonelli: “L’ho visto bene. Già faceva parte di questo gruppo, è entrato tranquillamente come se non fosse mai andato via. Non ho ancora parlato con lui, ma credo possa giocare dal primo minuto”.

Sulle condizioni di Jankto e Ramirez: “Jankto ha recuperato dalla febbre, mentre Ramirez sta facendo il suo lavoro. La squadra questa settimana ha lavorato bene, ma io non posso mai riprenderli per l’attenzione che mettono negli allenamenti”.

Sul mercato: “Credo che bisogna sempre sapere dove si sta e quello che si può fare. Noi dobbiamo cercare di migliorare la rosa, il presidente sta cercando di aiutarmi e vedremo cosa potremo fare. Non possiamo pensare di acquistare giocatori a cui non possiamo arrivare”.

Sulla quota salvezza: “Negli ultimi anni 40 punti sono stati sufficienti. In Serie A, come in Premier, nessuno si può sentire sicuro fino alla fine”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy