Roma, la promessa di Mkhitaryan: “Mi piacerebbe restare e vincere un trofeo. In rosa abbiamo grandi talenti”

L’esterno offensivo armeno ha voglia di restare in giallorosso e di vincere quanti più tornei possibili.

di Mario Ruggiero, @MarioRuggi

“Dal primo giorno che sono arrivato a Roma mi sono trovato bene, con la squadra, con la città, tutto fantastico. Ovviamente sarebbe bello restare. L’obiettivo principale sarebbe la Champions League, e ovviamente giocare e vincere dei titoli”. Parola di Henrikh Mkhitaryan, esterno offensivo della Roma, nel corso di una intervista promossa dall’ambasciata italiana in Armenia.

Il talentuoso esterno, proveniente dall’Arsenal in prestito, prosegue nella sua analisi: “Ho già ottenuto molto in carriera a livello personale, ma per me è il passato. Voglio di più per l’anno prossimo, non mi restano molti anni ma sono sicuro che sto facendo del mio meglio per raggiungere i miei obiettivi. Alla fine della tua carriera tutti penseranno a cosa hai fatto per le squadre, cosa hai vinto, come hai giocato. Quindi per me è molto importante lasciare un ricordo positivo: vincere qualcosa, un titolo, fare qualcosa di buono per la squadra”.

Alla sua prima stagione in A Mkhitaryan ha realizzato sei reti, tre assist in tredici partite (media voto 6.07 – fantamedia 8,07). Un grande impatto nonostante qualche infortunio di troppo. L’ex Manchester United si sofferma sul valore del massimo campionato italiano: “Paragonandolo al calcio inglese, tedesco e ucraino, ha le sue particolarità. Alcuni la sottovalutano, ma direi che è assolutamente interessante giocare qui. Certo, forse non è come era 20 anni fa, ma sono sicuro che il campionato stia continuando a crescere quindi sono molto felice di essere qui. Giocare in Italia con questi tifosi è davvero incredibile. Avevo sentito molto sul fatto che i tifosi qui fossero pazzi in senso buono, ma non potevo credere che fosse davvero così. Sono molto soddisfatto di giocare per la Roma e di avere questi tifosi”.

Infine, il calciatore armeno: “Dal primo giorno che sono arrivato sono rimasto impressionato da alcuni giocatori, dei livelli che non avevo visto in Germania, Inghilterra o Ucraina. Non farò i nomi ma dico che abbiamo dei grandi talenti, dei grandi calciatori che possono raggiungere livelli altissimi e spero che con le loro qualità potranno aiutare la Roma per raggiungere gli obiettivi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy