Napoli, infortuni in difesa e polemiche in attacco sul caos Coronavirus

Mentre Maksimovic lascia un buco nel reparto arretrato, Callejon e Llorente fanno infuriare l’Italia intera.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Scoppia il caos in quel di Napoli. Sul campo e fuori dal campo. Nella giornata di ieri infatti, il club partenopeo è stato messo di fronte ad alcuni problemi che dovrà cercare di arginare nelle prossime ore.

Da un lato, Nikola Maksimovic si è fermato a causa di un serio infortunio: come riportato da La Gazzetta dello Sport, il difensore è alle prese con una distrazione di primo grado del gastrocnemio mediale della gamba destra, che non lo renderà disponibile per almeno un mese. Il suo stop, probabilmente, costringerà mister Gattuso ad anticipare il recupero di Kalidou Koulibaly, che dovrà stringere i denti e fare gli straordinari per essere schierato titolare mercoledì 18 marzo nella delicata trasferta di Champions contro il Barcellona, già ufficializzata a porte chiuse.

Dall’altro, José María Callejón e Fernando Llorente hanno finito per dare un grattacapo extracalcistico alla società partenopea. Difatti, dopo l’emanazione del nuovo decreto governativo volto a fronteggiare l’emergenza Coronavirus attraverso la trasformazione di tutta l’Italia in un’unica zona rossa, i due spagnoli sono stati beccati da un utente Twitter tra la folla che ieri sera in preda al panico ha dato l’assalto ai supermercati notturni. Ai due attaccanti si sarebbe poi unito anche David Ospina, vista la pubblicazione di un instagram story da parte della moglie in fila nella calca. Com’era facile immaginare, sono state tante le polemiche scaturite dalla “paparazzata”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy