Napoli, Ancelotti: “Insigne per noi è determinante”

Napoli, Ancelotti: “Insigne per noi è determinante”

Carlo Ancelotti ha portato un nuovo modo di giocare in quel di Napoli, sabato contro la Juventus ci sarà la prova del nove.

di Massimo Angelucci

Il Napoli grazie alla vittoria sul Parma per 3-0 mantiene il passo della Juventus, in testa a punteggio pieno, preparandosi così nel migliore dei modi al big match di sabato pomeriggio proprio contro i bianconeri all’Allianz Stadium. Il merito di questo nuovo Napoli, molto diverso da quello del suo predecessore Maurizio Sarri, sta anche nel saper ruotare la rosa azzurra, valorizzando tutti i giocatori a disposizione del neo Napoli di Carlo Ancelotti. L’uomo simbolo degli azzurri partenopei è senza dubbio Lorenzo Insigne: con il 4-4-2 ancelottiano è diventato molto più determinante, e l’inizio di questa stagione, con 5 goal in 6 giornate, è il migliore che abbia mai avuto con la maglia azzurra del Napoli: “per noi Lorenzo è determinante“, questa è stata la frase che ha sancito l’importanza del nuovo ruolo di Lorenzo nel club azzurro.

LA FORMAZIONE ANTI JUVENTUS

Ovviamente Carletto non si è sbottonato sulla formazione che vedrà gli azzurri opposti ai campioni d’Italia: “Non ho ancora deciso la formazione, sarà un bel rompicapo“, ma si può tranquillamente dire che sicuramente in campo ci saranno Lorenzo Insigne e Kalidou Koulibaly, gli unici due giocatori che non sono stati toccati dal turnover del mister: “Koulibaly sta bene fisicamente e non ha problemi a giocare ogni tre giorni, Lorenzo sta attraversando un periodo di forma straordinario e sono dell’avviso che bisogna sfruttare il momento felice di un giocatore. Quando saranno stanchi li ruoterò“.

Per gli altri nove bisognerà aspettare la distinta delle formazioni ufficiali sabato pomeriggio. Si è visto anche con il Parma come non si riesce mai a capire, fino a pochi minuti prima del match quali giocatori scenderanno in campo: “Ho una rosa ampia e di qualità, stiamo cercando di cambiare qualcosa rispetto a prima e per ora sta andando tutto bene“. Uno stratega della panchina, senza dubbio, ma attenzione, anche dall’altra parte ci sarà un signor allenatore, un ottimo gestore della rosa che ha dimostrato in questi anni di saper ruotare in maniera eccellente la rosa bianconera. Il suo nome è Massimiliano Allegri, un altro stratega. Eh si, sabato ne vedremo delle belle. Sia in campo che in panchina.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy