Milan, la strada per il futuro: taglio stipendi, sponsor e stadio

Il Milan sta lavorando per un accordo sul taglio degli stipendi e sul nuovo tecnico. Fiducia su sponsor e stadio. E Ibra?

di Mauro Maccioni

Il Milan lavora in silenzio e lo fa per ripartire, perché in fondo è meglio fare che parlare senza concludere nulla. I rossoneri sanno di non essere in una situazione comoda, e per questo si sono mossi per posizionare tutti i tasselli al proprio posto. Durante la sosta, Gazidis – ma anche Maldini – sta lavorando a pieno regime su diversi fronti: stadio, sponsor, stipendi, allenatore e… Ibrahimovic.

TAGLIO DEGLI STIPENDI

La questione che più preme è, così come per tutte le società, il taglio sugli ingaggi che il Coronavirus impone. Gazidis ha lavorato a un piano che, tramite mediazione di Maldini – che viene descritto come molto partecipativo a dispetto delle illazioni – è stato proposto ai giocatori. Romagnoli, rappresentante degli stipendiati, farà avere risposta entro settimana prossima. La proposta, comunque, è basata sul modello Juventus, e comprende una riduzione più bassa sugli stipendi di questa stagione per poi aumentare il carico sugli ingaggi dei primi mesi della prossima. Filtra, in ogni caso, un discreto ottimismo.

ALLENATORE, MERCATO E IBRAHIMOVIC 

Il punto successivo è quello che attanaglia il Milan da ormai mesi: la questione tecnico. Il Milan continua ad asserire che con Ragnick ci sia distanza per alcune richieste del tedesco considerate eccessive, ma le indiscrezioni che lo vedono sulla panchina rossonera non si sono mai affievolite, nemmeno una volta. Il che è abbastanza eloquente. Chiunque sia il prescelto dovrà fare i conti con un mercato pesato e basato sui giovani. Con stipendi bassi, ovviamente. Per ora resta Pioli, cosa che non dispiace a Ibrahimovic, che nelle ultime settimane ha comunicato di non sapere se proseguirà, o meno, con il Milan. Ma non ha spento le speranze, tutt’altro. Anche su questo fronte ci sarà da aspettare: lo svedese e Gazidis si incontreranno una volta che ci sarà chiarezza sul prossimo allenatore.

SPONSOR E STADIO

Passando alla questione sponsor,è da segnalare che Gazidis ha chiuso un accordo con la Fly Emirates. Il contratto verrà ufficializzato a breve ed è da segnalare una riduzione degli introiti “fissi”, con la restante parte legata a variabili di prestazione. Per compensare la perdita, dunque, bisognerà fare bene in campo. Sullo stadio il Milan ha fatto sapere che i contatti con Inter e comune continuano e sono positivi. Nelle prossime settimane, spiegano gli stessi rossoneri, sono attesi ulteriori passi avanti.

MALDINI

Per ultimo si deve parlare della dirigenza e, in particolare, di Maldini. Sembrava essere destinato a un addio dopo la partenza di Boban, ma le cose potrebbero cambiare. Come detto, Maldini si è mostrato molto coinvolto e partecipativo nelle trame societarie e Gazidis lo apprezza. Preferirebbe non privarsene, ma se allo storico capitano dovesse offrire un ruolo depotenziato allora sarebbe separazione certa. Per ora si attendono nuove notizie: tutto quello che qualche settimana fa era dato per certo ora non lo è più.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy