Milan, escluse fratture per Rebic: torna per il derby

E intanto i rossoneri provano a stringere per Hauge

di Mauro Maccioni

Paura, tanta paura. Ecco cosa hanno provato i tifosi milanisti e tutta la panchina quando, al 54′ della sfida contro il Crotone, Rebic si è rialzato dopo essere caduto con tutto il peso sul suo braccio sinistro. Ma, fortunatamente, sono state escluse fratture.

LUSSAZIONE E IDEA HAUGE

Il gomito fuori asse e il viso dolorante hanno spezzato la tranquillità milanista. Ed è stato impossibile, anche se in un angolo remoto della mente, non pensare a Rebic. Poi, Pioli ha parlato nel post partita e ha fatto sapere che, probabilmente, non si trattava di frattura. Sospiro di sollievo, anche se con un velo di incertezza, spazzato via dalle notizie di stamattina. Per Rebic si tratta di una lussazione al gomito, infortunio che, per quanto grave, riduce drasticamente i tempi di recupero rispetto a una ben più grave frattura. E il croato tornerà dopo la sosta, proprio per la sfida del 17 ottobre contro l’Inter, saltando solo il Rio Ave – partita per cui era comunque squalificato – e lo Spezia. Rasserenarsi va bene, adagiarsi sugli allori meno. E quindi il Milan, che sa di avere la coperta corta e di essere stato, nella sfortuna, fortunato, ha deciso di stringere per Hauge, talentino del Bodo che ha incantato tutti nella partita di Europa League. Massara, nel prepartita, ha smentito tutto, ma voci di corridoio sostengono con forza che oggi possa essere un giorno importante e colmo di contatti per portare il giocatore – che tra l’altro ha affermato di voler venire al Milan – in rossonero. Si attendono aggiornamenti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy