Torino, Walter Mazzarri: “Verdi ci sarà, Belotti trascinatore. Su Zaza…”

Il tecnico del Torino Walter Mazzarri presenta in conferenza stampa il match contro il Sassuolo.

di Massimo Angelucci

Il Torino di Walter Mazzarri contro il Sassuolo vuole dare continuità ai risultati positivi delle ultime settimane, culminate con il passaggio del turno in Coppa Italia contro il Genoa e la vittoria sul Bologna in campionato per 1-0, vittoria che li ha fatti avvicinare alla zona europea, ora distante 2 punti.

LE DICHIARAZIONI DI MAZZARRI

Occhio al Sassuolo: “può essere una partita trappola. Il Sassuolo, nonostante la brutta la classifica, è una squadra che gioca bene a calcio ed ha un bravo allenatore. Mi aspetto una gran partita dal punto di vista dell’intensità. Se facciamo un pressing fatto bene, farà bene tutta la squadra“.

Verdi ha “espiato” le sue colpe e domani ci sarà: “Verdi ha chiesto scusa ai compagni ed ha risposto sul campo durante l’allenamento e sono sicuro che domani farà bene. Verdi fino “all’incidente” è stato uno dei migliori”.

Il punto sugli infortunati: “qualche giocatore è stato recuperato, come ad esempio Falque. È un bene che sia nel gruppo, ora abbiamo di nuovo una panchina numerosa. Sarà una risorsa importante. Zaza invece non ha recuperato ed Ansaldi continua con il lavoro personalizzato. Bonifazi è influenzato e non ha partecipato all’allenamento odierno“.

Anche Baselli è rientrato a pieno regime: “è rientrato da poco ma sta bene. Sta facendo buone cose anche in partitella. Sarà fondamentale soprattutto in ottica turnover, il tempo non manca”.

Berenguer in crescita ma non ancora top: “sta lavorando sulla concretezza davanti alla porta. Il ragazzo ha fisico, ma non parliamo troppo presto. Ci sono ancora 19 partite davanti a noi. Quando non è in forma lavora molto per la squadra. Berenguer è uno che corre, ed è molto importante in un campionato equilibrato come il nostro“.

Buona la prova di Meitè arretrato: “il ragazzo è stato utile, molto prezioso. Insieme ad Aina, ha degli alti e bassi. Devono migliorare sulla concentrazione e sulla continuità di rendimento. Per me sono affidabili ma non devono scoraggiarsi dopo aver sbagliato un passaggio. Devono stare più attenti“.

Belotti trascinatore, poi Edera e Millico: “quando sta bene è un trascinatore, trascina tutta la squadra. Millico ha fatto bene con il Genoa, ho scelto Edera contro il Bologna per un cambio modulo, ma è un ragazzo che tengo in grande considerazione“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy