Roma, Fonseca: “Carles Perez, Ibanez e Villar sono convocati. Kalinic? Non è facile trovare un attaccante pronto”

Roma, Fonseca: “Carles Perez, Ibanez e Villar sono convocati. Kalinic? Non è facile trovare un attaccante pronto”

Il tecnico giallorosso presenta la trasferta contro il Sassuolo.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby
fonseca-roma

Dopo il bel pareggio nel derby della scorsa giornata, la Roma e Paulo Fonseca sono pronti a ricercare i tre punti in casa del Sassuolo. La partita non sarà delle più semplici, specie in virtù delle ultime ore di calciomercato che stanno influendo sulla preparazione, ma il tecnico giallorosso si fida dei suoi ragazzi.

LE DICHIARAZIONI DI FONSECA

Sul mercato: “Come voi sapete, abbiamo acquisito tre calciatori, Ibanez, Villar e Perez, tre giocatori giovani, pensando al futuro della Roma. Dall’altro lato, Florenzi è andato al Valencia in prestito per quattro mesi. Ho sempre detto che non mi piace il mercato di gennaio, perché non è facile trovare giocatori. Penso che questi tre giocatori siano in prospettiva per il futuro. Mi soffermo su Florenzi, perché so che oggi ci saranno molte domande su di lui. Abbiamo avuto una conversazione serena, molto diretta, Florenzi è un grandissimo professionista, ha avuto sempre un grande atteggiamento, abbiamo parlato. Voleva giocare di più ed è una cosa che non potevo promettergli, è andato per sua volontà. La situazione è molto semplice. C’è l’Europeo a fine stagione. Il giocatore ha parlato con me e con la società di questa possibilità e penso che il prestito sia stata una buona soluzione per lui. Ma non abbiamo pensato al futuro. È in prestito, dopo vediamo qual è il rendimento del giocatore, anche in Nazionale, e valutiamo il da farsi. Non pensiamo molto alla prossima stagione”

Sulla partita: “Devo dire che il Sassuolo è la squadra che mi piace di più, mi piace il suo coraggio. Ha qualità offensiva, è una squadra che se lasciata giocare può essere difficile da affrontare. Spero in una bella partita, ma sarà una partita molto difficile per noi, il Sassuolo ha molte qualità offensive”.

Sui goal mancanti: “Per arrivare in Champions, speriamo facciano tutti goal. La squadra crea sempre molte occasioni, devo essere onesto: questa capacità di decidere bene nell’ultimo momento è una capacità che i giocatori più esperti hanno di più. Abbiamo Ünder e Kluivert, che sono giocatori giovani, che col tempo credo miglioreranno questa capacità”.

Sui neo-acquisti: “I tre sono nella lista per la partita. Non giocheranno dall’inizio, ma può succedere che possano giocare durante la partita. Ovviamente non si sono allenati molto con la squadra, ma possiamo avere la necessità di farli giocare”.

Su Kalinic: “Non è facile trovare un attaccante in questo momento e Kalinic ha 6 mesi di lavoro con noi. Un altro attaccante avrebbe bisogno di tempo. Se cambiamo, sarebbe per un giocatore pronto, ma in questo momento non è facile trovarne uno”.

Sull’errore di Pau Lopez nel derby: “Non ho parlato con Pau, perché è stata una questione tecnica. Marco Savorani ha parlato con Pau di questa questione tecnica. Non ho bisogno di parlare con Pau. Pau è un grande portiere, non ho bisogno di far sentire la mia fiducia in lui, perché sa che sono fiducioso. Per me è una situazione di cui non ho bisogno di parlare”.

Sull’eventuale cessione di Cetin: “Non sta andando via. Santon sta in un buon momento, Bruno Peres sta migliorando tutti i giorni ed è un giocatore forte offensivamente, Cetin non è un terzino ma ci fa comodo quando serve difendere, Spinazzola non è un giocatore a cui piace giocare a destra, ma gioca anche a destra”.

Su Carles Perez: “Le caratteristiche di Carles sono caratteristiche adatte al nostro modo di giocare. È più facile capire per lui il gioco che vogliamo, è un giocatore di qualità, tatticamente intelligente. Non avremo problemi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy