Lazio, da valutare le condizioni di Acerbi. Ultima sostituzione nel 2013 per il difensore biancoceleste

Il difensore ha avvertito fastidio al flessore della coscia destra durante il match con la Sampdoria. Non dovrebbe esserci problemi su una sua presenza nel derby di settimana prossima.

di Mario Ruggiero, @MarioRuggi

SFIDA LA REDAZIONE DI FANTAMAGAZINE SU MAGIC
Crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport!


Minuto 70 di Sampdoria-Lazio, match dominato dalla compagine biancoceleste che è in vantaggio di tre reti sui blucerchiati. Risultato in cassaforte, per Simone Inzaghi è l’ora delle sostituzioni. “Tocca a me uscire?” avrà pensato Francesco Acerbi quando ha visto il suo numero di maglia comparire sulla lavagnetta elettronica. L’ex Milan e Sassuolo cede il posto, quasi stupito, al neo acquisto Vavro.

C’è da capire la meraviglia di Acerbi. La sua ultima sostituzione, infatti, risale al 3 marzo 2013: praticamente un’eternità. Giocava ancora al Chievo e Cofie prese il suo posto nella mezzora finale contro la Fiorentina. Tuttavia, ritornando alla sfida di Marassi, il forte centrale biancoceleste aveva chiesto le cure dello staff medico per un fastidio avvertito poco prima e, con il derby alle porte, Inzaghi ha preferito non rischiare il suo totem difensivo.

VERSO IL DERBY. Il difensore ha avvertito una fitta al flessore della coscia destra. Non dovrebbe essere nulla di preoccupante, le sue condizioni verranno valutate quest’oggi. Ma al derby, come fatto nelle ultime sei stagioni, ci sarà da titolare. E questa non è più una notizia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy