Juventus, McKennie: “Sono un giocatore da area ad area. Usavo Cristiano Ronaldo nei videogame”

Juventus, McKennie: “Sono un giocatore da area ad area. Usavo Cristiano Ronaldo nei videogame”

Il neo-centrocampista bianconero si è presentato in conferenza stampa.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Oggi è stato il “Weston McKennie day” in casa Juventus. E come ogni giornata celebrativa dell’acquisto di un calciatore che si rispetti, non poteva mancare la tradizionale conferenza stampa di presentazione, con il giovane centrocampista americano che ha avuto modo di dire le sue impressioni sul club, su mister Pirlo e su Cristiano Ronaldo.

LE DICHIARAZIONI DI MCKENNIE

Sull’arrivo alla Juve: “Tutto è avvenuto abbastanza velocemente. Quando ho scoperto dell’interesse della Juve, sono stato subito entusiasta vista la storia di questo club. Volevo che accadesse ed è successo tutto nel giro di due settimane. Sono entusiasta. È un grande onore essere qui ed essere il primo americano nella storia di questo club, mi rende orgoglioso. Avere quest’opportunità, indossare questa maglia e far avvicinare i giovani, anche negli Stati Uniti, all’idea che è possibile farcela”.

Sulla propria infanzia: “Mio papà è un militare e ci siamo trasferiti con la famiglia in Germania, dove non c’era il football americano. Qui ho avuto primo allenatore di calcio ed è lui che mi ha introdotto a questo sport. A 9 anni sono tornato negli USA, dove ho continuato con il soccer. Poi dovevo scegliere fra calcio e football americano e a 11 anni ho detto a mia mamma che avrei puntato sul calcio”.

Sul proprio ruolo: “La posizione migliore per me è quella del giocatore da area ad area. Potermi girare e riuscire a controllare il pallone, è uno dei miei punti di forza”.

Su Pirlo: “Ho già parlato con l’allenatore e gli piace il modo in cui gioco e la mia abilità di recuperare il pallone. Ci siamo trovati sulla stessa lunghezza d’onda per la posizione in cui muovermi. Non è facile avere un allenatore come Pirlo che è stato un vero maestro, poter imparare da lui ed essere circondato da questi giocatori che fino a ieri vedevo solo in televisione”.

Su Cristiano Ronaldo: “Certo che lo utilizzavo nei videogame. Ho capito in questi giorni la sua grande professionalità e credo di poter imparare tantissimo. Avere l’opportunità di giocare con Ronaldo, che ha giocato a livelli top per tanti anni, e vedere come si comporta mi porterà sicuramente dei vantaggi”.

Sui propri idoli: “A essere onesto, non guardo molti sport. Quando ero giovane, ammiravo Francesco Totti e la grande classe che aveva, mi ha particolarmente influenzato”.

Attiva Magic, il fanta-concorso con il montepremi più ricco d’Italia, vinci una Jaguar e diventa il Magic Allenatore più famoso d’Italia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy