Inter, Antonio Conte: “Dobbiamo colmare gap da Juve e Napoli. Su L. Martinez, Icardi e Nainggolan…”

Inter, Antonio Conte: “Dobbiamo colmare gap da Juve e Napoli. Su L. Martinez, Icardi e Nainggolan…”

La conferenza stampa di presentazione di Antonio Conte.

di Massimo Angelucci

Prima conferenza stampa da allenatore dell’Inter per Antonio Conte. Il tecnico nerrazzurro, insieme a Giuseppe Marotta, ha toccato vari argomenti.

LE DICHIARAZIONI DI ANTONIO CONTE

La scelta di approdare all’Inter: “Scegliere l’Inter è stato molto semplice perché abbiamo la stessa ambizione. La presenza di Marotta è stato un incentivo in più. L’Inter è una delle società più importanti al mondo. Non ci porremo limiti. La prima cosa da fare è colmare il gap da Juventus e Napoli. L’Inter sarà un’avventura molto difficile, ma intrigante e appassionante. Io mi nutro di questo“.

Antonio Conte top player dell’Inter: “Ringrazio Marotta per la definizione ma noi i top player li dobbiamo avere in campo. L’Inter ha una buona base di partenza e da qui noi dobbiamo costruire qualcosa di importante. Il mio compito sarà quello di dare un apporto alla squadra. Dobbiamo parlare poco e pedalare tanto, dobbiamo essere feroci sull’obiettivo, dobbiamo avere grande voglia di lavorare, spirito di sacrificio e dobbiamo uscire dal campo con la maglia sudata. Si deve lavorare uniti per portare dei punti in più. Dobbiamo avere più stabilità, più costanza e soprattutto un’identità di squadra”.

Ridurre il gap dalle concorrenti: “Io devo indicare la strada, è una strada difficile da percorrere fatta di ostacoli e sacrifici. Se qualcuno non ha questa ambizione, in maniera molto onesta si deve far da parte. Io confido nella nostra rosa. Noi dobbiamo raggiungere l’eccellenza. Per il momento abbiamo solo l’1% di possibilità di vincere, ma a me piace lavorare su quell’1%. Noi dobbiamo lavorare meglio degli altri per colmare questo gap il prima possibile. Questo però non deve essere un alibi. Vincere il campionato quest’anno? Nulla è impossibile. Che accoglienza mi aspetto a Torino? Saranno due partite importanti perché andiamo ad affrontare i detentori del titolo da 8 anni. Personalmente avrò una grande emozione nell’entrare all’Allianz stadium. Però quando ci sarà il fischio di inizio l’emozione svanirà“.

Gli obiettivi in Champions League: “Noi dovremo fare il massimo, come in ogni competizione a cui parteciperemo. Sappiamo che ci sono delle enormi difficoltà ma dobbiamo avere la percezione che nulla è impossibile“.

Il dialogo con i calciatori: “Cerco disponibilità da parte dei giocatori, devono pensare con il noi e non con l’io. Se qualcuno no dovesse essere su questa lunghezza d’onda, si faranno altre scelte“.

Sistema di gioco: “Adotterò un sistema di gioco in base alle caratteristiche dei miei giocatori. Partiremo sulla base di una difesa a tre ma l’importante è avere un’idea di quello che vogliamo fare. Lautaro Martinez? È un giocatore forte che ha fatto un’ottima coppa America. Non vedo l’ora di scoprirlo. Icardi e Nainggolan? La società ha avuto il tempo necessario per analizzare la situazione ed agire, io mi sono allineato alla volontà del club“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy