Gervinho, una freccia per il Parma

Gervinho, una freccia per il Parma

Breve analisi sull’inizio del campionato per l’ex giocatore di Roma e Arsenal.

di Niccolò Villani, @WillyBlueEyes

Passato sotto traccia, forse sottovalutato da molti fanta-allenatori, Gervinho potrebbe essersi già rivelato un possibile colpo low cost per chi ha puntato su di lui in fase d’asta a cavallo tra agosto e settembre. Lo splendido goal di domenica non è stata l’unica fiammata per il giocatore ivoriano, che ha subito stregato gli addetti ai lavori, facendo ricredere chi lo vedeva come un attaccante sulla via del tramonto dopo il trasferimento in Cina.

GERVINHO: LE CIFRE DI INIZIO STAGIONE

Complice anche la concorrenza non proprio irresistibile nel reparto offensivo dei ducali, Gervinho si è subito affermato come elemento fondamentale dell’attacco di D’Aversa. Ha esordito durante la seconda partita stagionale nella sconfitta contro la Spal, giocando appena 16′, poi titolare nella buona prova casalinga contro la Juventus, dove ha trovato anche il suo primo goal in campionato.

Confermato dal primo minuto anche nelle due partite successive contro Inter e Cagliari, ha aiutato la squadra a centrare due vittorie consecutive, siglando anche uno spettacolare goal proprio nell’ultima gara contro i sardi, scagliando un tiro preciso e potente che ha battuto Cragno, dopo una discesa palla al piede di circa 80 metri, dove ha toccato anche i 30 km/h, risultando implacabile per i difensori rosso-blu.

Ovviamente, le cifre non possono essere totalmente veritiere, essendo basate su appena 4 apparizioni; tuttavia, ci danno il quadro dell’impatto che ha avuto Gervinho col suo ritorno in Italia: 6,62 di media voto e 8,37 di fanta-media, con 2 reti segnate.

GERVINHO AL FANTACALCIO

Ovviamente, chi è riuscito a prenderlo si starà sfregando le mani, specialmente se acquistato a cifre molto basse, in quanto la sua appetibilità fantacalcistica è certamente cresciuta dopo appena 1 mese dall’inizio della Serie A. L’esterno ivoriano garantisce titolarità, in quanto le prime alternative (Di Gaudio e Ciciretti) non sembrano impensierirlo così tanto.

A livello di media voto, inoltre, è un giocatore che può essere premiato dai pagellisti anche qualora non dovesse segnare, perché è spesso nel vivo del gioco ed è molto utile alla manovra. Specialmente, è generoso coi compagni di attacco; ottimo assist-man, risulta uno dei migliori del campionato in questo fondamentale, come accaduto nelle passate stagioni.

A livello di bonus pesanti, è poco probabile che continui con questi ritmi, dato che non è mai stato un vero e proprio goleador. In carriera ha raggiunto la doppia cifra appena due volte, entrambe in Francia con il Lillle (13 e 15 goal), mentre in Italia con la maglia della Roma l’high-score nella sua migliore stagione fu di 9 reti.

Tuttavia, diversamente rispetto alle annate con i giallorossi e ancora prima con l’Arsenal, Gervinho a Parma giocherà titolare con continuità (salvo infortuni e squalifiche) e avrà un ruolo fondamentale nelle trame offensive dei ducali. Di conseguenza, di occasioni ne avrà diverse e vedrà la porta più che in passato. Difficile fare pronostici su una cifra precisa, ma data la partenza, è probabile che la freccia ivoriana possa tornare a superare quota 10 reti a fine stagione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy