Fiorentina, Vlahovic: “Avevo la febbre a 39, ora sto bene. L’importante è riposare ed evitare contatti con le persone”

Fiorentina, Vlahovic: “Avevo la febbre a 39, ora sto bene. L’importante è riposare ed evitare contatti con le persone”

L’attaccante serbo della Fiorentina racconta su Instagram come ha scoperto di aver contratto il Coronavirus.

di Mario Ruggiero, @MarioRuggi

Protagonista di una buona stagione, con sei reti realizzate in Serie A, Dusan Vlahovic è stato il primo calciatore della Fiorentina a essere risultato positivo al COVID-19 come riportato dalla società toscana due giorni fa (qui, l’approfondimento sulla notizia). In una diretta su Instagram, la punta serba racconta i vari passaggi con cui ha scoperto di aver contratto il virus:

IL MESSAGGIO DEL CALCIATORE SERBO
Questo il racconto del giovane attaccante classe 2000: “Stavo a casa, dormivo e mi sono svegliato sudato con la febbre, ho misurato la temperatura e avevo sui 37, ho preso una tachipirina e chiamato chi di dovere. La sera la febbre si è alzata fino a 39, sono andato all’ospedale ed è così che l’ho scoperto. Pensavo di non avere niente. Comunque adesso sto bene”. 

Vlahovic lancia, infine, un messaggio importante per combattere la diffusione del virus: “Cosa fare ora? Niente, solo riposare. Quattordici giorni e tutto sarà poi finito. Devo stare lontano dalle persone e basta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy