Fiorentina, Iachini: “Ecco dove giocherà Chiesa. Da Benassi mi aspetto gol”. E su Cutrone…

L’allenatore della Fiorentina è intervenuto in conferenza stampa prima di Fiorentina-Spal

di Carlo Cecino, @CarloCecino

Il debutto sulla panchina viola di Beppe Iachini è stato rovinato dalla gemma di Orsolini di lunedì scorso, con l’esterno sinistro bolognese che ha segnato la rete dell’1 a 1 ad un passo dal gong finale, spezzando così i sogni di gloria della Fiorentina del nuovo allenatore. L’occasione per impossessarsi del bottino pieno Iachini ce l’avrà domani al Franchi contro la Spal. Un Iachini che ha parlato nella conferenza stampa della vigilia.

LE PAROLE DI IACHINI

Sulla gara contro il Bologna:  “Abbiamo lavorato solo 8 giorni, non poteva aspettarmi di più, ma abbiamo dimostrato solidità contro una squadra che ha messo in difficoltà tante squadre in casa. Dobbiamo migliorare sul piano del possesso palla e sulle uscite che devono avere più qualità. Potevamo fare il 2-0 e avrebbe dato un colpo importante alla partita. Se non le chiudi, c’è il rischio di non portarle a casa. Ci è mancata un po’ di malizia. Purtroppo c’è stato un fallo e l’eurogol”.

Su Cutrone: “L’ho salutato ieri. Oggi si allenerà e lo valuterò. E’ un attaccante con carattersitiche di un certo tipo, per questo è stato preso. E’ un attaccante di profondità, attacca la porta, ha margini di crescita perché è giovane”.

Sulla partita contro la Spal: “Dobbiamo voltare subito pagina, tenendoci gli aspetti positivi di Bologna. Ovviamente ci sono cose da migliorare, per esempio dobbiamo avere più personalità perché è importante leggere le varie situazioni che si presentano in partita. Quella contro la Spal sarà una gara importante e difficile, la dobbiamo affrontare come se giocassimo contro la Juventus. La Spal ha vinto contro Torino e Lazio, ha vinto contro le grandi squadre“.

Su Cutrone insieme a Vlahovic: “I moduli li fanno i giocatori. Dobbiamo verificare alcune cose, in futuro potremo fare cose diverse. Ora dobbiamo dare certezze alla squadra. Se cambiamo troppo, la maglietta pesa dei chili invece qualche grammo. Dobbiamo alzare l’intensità della partita portandolo a 95 minuti“.

Su Chiesa: “Rientra da un infortunio, ha perso un po’ di tempo. Gli va accorciato un po’ il campo. Anche di Dybala dicevano che doveva giocare a piedi invertiti sulla fascia, ma abbiamo visto come è cresciuto tatticamente. A Bologna è andato vicino al gol e non lo abbiamo servito in alcuni occasioni in cui poteva presentarsi davanti alla porta. Per il momento gioca attaccante. Quando starà meglio, potremo valutare qualcosa di diverso. Serve che faccia i movimenti adeguati per essere pericoloso in zona porta“.

Su Benassi: “Ho stima per lui, ha margini di miglioramento. Sa buttarsi dentro l’area avversaria, mi aspetto gol da lui, ma anche dagli altri. Non solo le punte sono interessate dai tiri. Mi aspetto un contributo valido da lui“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy