Defrel, intervento di pulizia al ginocchio. Ma la stagione non è finita.

Defrel, intervento di pulizia al ginocchio. Ma la stagione non è finita.

Prosegue la stagione maledetta per l’attaccante giallorosso che rischia di chiudere anzitempo un’annata di fatto mai partita.

di Kenny Padulano, @KTeamLegend

Stagione travagliata per Gregoire Defrel e per tutti coloro che avevano deciso di puntare su di lui come possibile scommessa al fantacalcio. L’attaccante francese della Roma, un gol per lui in campionato sinora, su rigore contro il Benevento, si è sottoposto mercoledì ad un intervento di pulizia artroscopica al gionocchio sinistro che inevitabilmente lo terrà fermo ancora qualche settimana.

STAGIONE FINITA?

Le prime voci sembravano chiudere all’ipotesi di un rientro prima della fine della stagione. In realtà l’intervento era programmato da tempo, ma visto il recente problema alla caviglia sinistra che lo sta tenendo fermo e comunque gli avrebbe impedito di scendere in campo nelle prossime gare la Roma, d’accordo col giocatore, avrebbero deciso di anticipare la pulizia per essere pronti per il finale di campionato. In ogni caso è certo che salterà anche le prossime gare di campionato.

IL MEDICO DELLA ROMA

A conferma di quanto scritto sono arrivate le dichiarazioni del medico sociale della Roma Riccardo Del Vescovo:

“Mercoledì scorso è stato sottoposto ad intervento di chirurgia artroscopica ma smentisco categoricamente che l’intervento fosse volto a riparare una lesione della cartilagine. L’intervento era già programmato per la fine della stagione perché durante tutto l’anno ha sofferto di questa lieve gonalgia che a volte lo limitava nelle prestazioni e si era programmato questo intervento di lavaggio artroscopico al ginocchio sinistro per la fine del campionato. Dal momento che più di una settimana fa ha subito una distorsione alla caviglia che l’avrebbe costretto ad un tempo di recupero più o meno sovrapponibile a quello di una pulizia artroscopica, abbiamo deciso di anticipare i tempi dell’intervento in modo di poter risolvere entrambi i problemi nello stesso periodo. Il discorso fatto era molto semplice: fosse stato a disposizione dell’allenatore avremmo aspettato il 22 maggio, sopraggiunta questa distorsione perché allora non anticipare i tempi? E’ assolutamente prematuro e smentisco categoricamente che con certezza il suo finale di stagione è a rischio

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy