Covid, Torino: rinviato il Sassuolo, rischia anche la Lazio

Il numero di positivi è salito a 6 più un esito incerto, ma nelle prossime ore potremmo avere nuove complicazioni

di Mauro Maccioni

Il Covid ha attaccato il Torino, ormai diventato un focolaio. Dopo le prime comunicazioni di qualche giorno fa, nelle scorse ore il numero di positivi è raddoppiato e, lo rassicura la Gazzetta dello Sport, la sfida contro il Sassuolo verrà rinviata. Eccoci qui, dunque, per fare il punto.

SEI POSITIVI + UNO

La situazione in casa Torino è piuttosto movimentata, ma andiamo con ordine. Qualche giorno fa è arrivato il doppio comunicato del Torino – a distanza di ore – che informava di alcune positività nel club, senza però fare nomi. L’elenco delle convocazioni ha poi aiutato, chiudendo il cerchio su Linetty, Murru e Buongiorno. Dopo l’annuncio, molti sono rimasti con il fiato sospeso: la paura che la situazione potesse degenerare era viva ed è stata confermata nella giornata di ieri. Secondo Repubblica, il numero di positivi è salito a 7, di cui un esito è ancora incerto che verrà controllato nelle prossime ore. I nomi fatti sono quelli di Belotti, Singo, Bremer e Baselli, a cui si aggiungono anche due membri dello staff. Un vero e proprio focolaio che, complice l’ultimo giro di tamponi effettuato ieri sera, potrebbe aumentare ancora d’intensità.

SASSUOLO E LAZIO

Il Torino è attesa da un doppio scontro a distanza di pochi giorni: il Sassuolo venerdì 26 e la Lazio martedì 2 marzo. La Gazzetta dello Sport ha affrontato l’argomento ed è stata abbastanza categorica, qui riportiamo un riassunto dell’analisi. In primis, la sfida contro il Sassuolo verrà rinviata per forza di cose. L’asl, dopo aver sospeso l’allenamento della prima squadra, ha imposto l’isolamento fiduciario a tutto il gruppo di almeno sette giorni. Tradotto, non si può giocare con il Sassuolo e con la Lazio non si è lontani dal finire allo stesso modo. Ieri sono stati effettuati nuovi tamponi e nelle prossime ore, subito dopo gli esiti, verrà preparato un altro giro a distanza di 48 ore, trend che proseguirà per qualche giorno. L’obiettivo dell’asl è quello di avere una visione chiara dell’evoluzione del focolaio ed è impensabile che permetta, tanto per non andare lontani, la trasferta all’Olimpico con il rischio di creare un secondo punto di diffusione.

La situazione è ancora incerta, ma i primi paletti sono già stati gettati. Torino-Sassuolo verrà rinviata, Lazio-Torino è in equilibrio precario su una bilancia che tende più dalla parte del “no”. Nelle prossime ore avremo ulteriori aggiornamenti, che tutti si augurano non essere negativi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy